Galassia auto
Autori e curatori
Contributi
Angela Airoldi, A. Arzuffi, A. Baccile, G. Barbieri, G. Castano, B. Cattero, M. Frey, F. Garibaldo, S. Jo Park, U. Jurgens, M. Marras, P. Migliarese, A. Paltrinieri, A. Recio, L. Zaia
Livello
Dati
pp. 256,      1a edizione  1991   (Codice editore 1048.2)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 35.00
Condizione: fuori catalogo
Disponibilità: Nulla
Codice ISBN: 9788820467722

Presentazione del volume

Il volume tenta una prima analisi dei punti chiave attraverso i quali si definiranno le "regole del gioco" nei prossimi anni.

Rispetto alla competizione globale che interessa il settore auto ed il suo prodotto, e sempre di più anche i processi dell'indotto, sono stati individuati tre livelli di contraddizioni:

- deverticalizzazione e complessità del business: auto, processo, componenti;

- dalla crisi della produzione di massa alla produzione flessibile: quale nuovo modello?

- riduzione del tempo e soprattutto cambiamento qualitativo della vita del prodotto.

Finora si è tentato di dare risposte esclusivamente tecnologiche con risultati critici, la dinamica del processo richiede mutamenti nel paradigma complesso capace di trasformare i vari livelli interagenti: tecnologia, gestione, modelli di comando e organizzazione.

Questo è il nodo strategico dove si evidenzia il contrasto più forte fra esigenze di "integrazione" ed "interfunzionalità" richiesto dalla gestione della produzione flessibile ed i dispositivi di comando della Fiat.

In questo terreno si apre il gioco delle regole e dei comportamenti del "lavoro" come attore privilegiato per rispondere a tale contraddizione.

Valutando il ruolo e gli obiettivi dei lavoratori, individuiamo la soggettività collettiva come vettore sia di azione sia di progettazione relativa al problema dell'interazione fra complessità ed organizzazione.

L'identità quindi del lavoro è di fatto la risorsa strategica per ridisegnare i dispositivi organizzativi ed il microsistema socio-professionale della produzione.

Indice

SCENARIO
• Il futuro dell'auto, sarà ancora auto?, di O.Marchisio, G.Castano
• Fra taylorismo e toyotismo: esiste una terza via?, di U.Jürgens
• Est-Ovest: competizione e/o cooperazione?, di S.J.Park
• Tendenze tecnologiche e di organizzazione del lavoro nel montaggio finale del settore auto: valutazioni da un'indagine empirica, di P.Migliarese
CASI EUROPEI
• Conflitto ed auto: la situazione in Spagna, di A.Recio
• Il caso Porsche, IG Metall - Delegati della Porsche
• Il caso Valeo, di E:Valenza
• Il caso Volvo, di A.Hagaeus
• Il lavoro operaio nell'industria automobilistica tedesca: qualificazione, formazione, segmentazione, di B.Cattero
CASI ITALIANI
• Veglia Borletti: il settore della componentistica, di L.Zaia
• Il sindacato di fronte al ridisegno dell'Alfa Romeo, di M.Marras
• Marelli S. Salvo: la componentistica si sposta a Sud, di A.Baccile
• Il caso Iveco, di A.Arzuffi
• Alfa Romeo: un caso di ristrutturazione, di M.Frey
• Il caso Alfa Romeo: conflitto ed attori, di A.Paltrinieri
STRATEGIA DEL SINDACATO
• La strategia del sindacato e la ristrutturazione nel settore auto, di A.Airoldi
• Mercato del lavoro ed azione sindacale in Europa, di G.Barbieri
• Conflitto e regole: quale modello di relazioni sindacali?, di F.Garibaldo
• La strategia IG Metall ed il settore auto, di Normann
LA RICERCA INTERVENTO COME PERCORSO ATTRAVERSO GLI ATTORI
• La galassia auto: il lavoro come soggetto complesso, di O.Marchisio
• Fiat: innovazione tecnologica ed emergenza dell'organizzazione reale nel montaggio della Tipo allo stabilimento di Cassino, di A.Paltrinieri
• Alfa Romeo: l'organizzazione del lavoro in alcuni reparti di Arese, di A.Paltrinieri
• Lamborghini: l'organizzazione del lavoro da artigianato a produzione flessibile?, di A.Paltrinieri