La formazione nel pubblico impiego: processi decisionali, amministratori e dirigenza
Autori e curatori
Contributi
G. Albonetti, Tullio Aymone, Anna Maria Bertazzoni, S. Camprini, B. Dente, R. Fasol, P. F. Galli, B. Gandolfi, S. Grussu, Michele La Rosa, P. Manganoni, C. Marazia, C. Martinez, A. Minelli, M. Nironi, P. Paganini, G. Paltrinieri, G. Pezzarossi, M. Pezzini, N. Presi, S. Testoni, G. C. Tosi, A. Zagatti, Paolo Zurla
Livello
Dati
pp. 208,      1a edizione  1988   (Codice editore 1298.6)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 33.00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788820424039

Presentazione del volume

E' giusta convinzione che la formazione possa essere una utile leva per favorire la gestione del personale del pubblico impiego, che solo in Emilia-Romagna sfiora ormai 300.000 unità nei suoi vari comparti statali e locali.

L'iniziativa seminariale del 1986 (Prima giornata di studio "La formazione nel pubblico impiego: il problema della dirigenza locale) e quella che qui viene presentata sono capitoli di un disegno più complessivo di intervento sulla gestione delle risorse umane nella pubblica amministrazione.

In questa Seconda giornata del 29 maggio 1987, riprendendo anche un quesito non risolto nella Prima, si è voluto approfondire il rapporto tra amministratori e dirigenti e il ruolo che i primi hanno nel determinare processi innovativi nell'ambiente di lavoro sollevando conseguentemente una riflessione

su temi di grande rilievo: qual è la professionalità di un amministratore? Si può individuare un suo percorso formativo trasferibile? Che credibilità ha oggi la formazione professionale a sostegno della qualità del lavoro di amministratori, dirigenti, collaboratori del pubblico impiego? Che cosa si è fatto in questi ultimi anni nella regione, quali risultati si sono ottenuti per una formazione diffusa nelle grandi e nelle piccole istituzioni?

A questi interrogativi si è cominciato da qualche tempo a rispondere, anche con il dibattito che qui si riporta, augurandosi che esso possa essere utile a tutti coloro che si adoperano per migliorare la pubblica amministrazione, considerandola giustamente una grande risorsa e nello stesso tempo l'aspetto forse più rilevante della più generale questione istituzionale e democratica.

Indice

Introduzione
ATTI DELLA SECONDA GIORNATA DI STUDIO
LA FORMAZIONE NEL PUBBLICO IMPIEGO PROCESSIDECISIONALI, AMMINISTRATORI E DIRIGENZA
SAURO CAMPRINI
BRUNO GANDOLFI
Verso un sistema di formazione diffusa
BRUNO DENTE
I processi decisionali nella pubblica
amministrazione italiana
TULLIO AYMONE
Cultura politica e stili di direzione nella
pubblica amministrazione locale
MICHELE LA ROSA
Decisione, innovazione e risultati: ruolo
dell'attore e quadri di riferimento soggettivi
PIER FRANCESCO GALLI
Soggetto e soggettività nei processi di decisione
GIUSEPPE PEZZAROSSI
GABRIELE ALBONETTI
PIERO MANGANONI
NADIA PRESI
GIUSEPPE PALTRINIERI
CECILIA MARTINEZ
ANNA MARIA BERTAZZONI, MICHELE
LA ROSA, PATRIZIA PAGANINI, PAOLO ZURLA
La decisione in ambito sanitario tra "percezione" e realtà
ANNA MINELLI, MARIO PEZZINI
I processi decisionali in casi di innovazione nelle politiche per lo sviluppo industriale a livello locale
RINO FASOL
Professionalità politica ed esigenze di formazione nei Comuni della provincia di Bologna
SANDRO TESTONI
SILVINO GRUSSU
PAOLO ZURLA
MARIO NIRONI
CARMELO MARAZIA
GIAN CARLO TOSI
ALESSANDRA ZAGATTI
Appendice:
Accordo intercompartimentale, ex Dpr 1311986, regionale sottoscritto da Regione Emilia - Romagna, Anci Regionale, Coordinamento Urper, Cgil - Cisl - Uil (Funzione pubblica e Sanità) il 13.6.1986