Analisi ed intervento di rete: il caso della famiglia
Autori e curatori
Contributi
A. M. Chiesi, L. Diatricch, M. G. Landuzzi, Antonella Pinnelli, G. Rossi, A. Saporiti, D. Wolf
Livello
Dati
pp. 168,   figg. 2,     1a edizione  1991   (Codice editore 1307.45)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 24.50
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788820467227

Presentazione del volume

Il volume porta un significativo contributo alla conoscenza delle reti sociali primarie in Italia

Al di là di tutte le riflessioni teoriche che il tema in oggetto suscita,

gli autori hanno dato il loro contributo al volume si sono

sistematicamente confrontati con la realtà empirica delle reti, quale si può estrapolare dalle ricerche realizzate nel settore.

Una lettura trasversale di tale dimensione empirica dimostra che,

nonostante una continuità culturale che giustifica ancora, per molti

versi, l'assunzione del concetto di familismo, la realtà delle reti sociali primarie risulta molto meno statica di quanto si possa immaginare, sospesa tra forme di adattamento di tipo tradizionale e forme maggiormente aperte alla possibilità di coniugare dipendenza ed autonomia.

E' proprio su questa capacità di andare al di là dell'orizzonte del familismo che si gioca la possibilità di realizzare strategie di rete nel campo dei servizi alla persona.

Indice

Famiglia, reti sociali, servizi di welfare, di Paola Di Nicola
1. Introduzione
2. Le reti sociali: per andare oltre il funzionalismo
3. Le reti sociali primarie in Italia: tra innovazione e tradizione
Parte I - Strumenti conoscitivi
1. L'applicazione delle tecniche di network analysis allo studio delle strutture familiari, di Antonio M. Chiesi
1. Premessa
2. Network analysis e strutture familiari
3. La quantità dei vertici: un problema di attendibilità delle tecniche di rilevazione
4. La qualità dei legami: un problema di riduzione della complessità
5. Alcuni risultati sostanziali nei campi di rilevanza per le politiche sociali
6. Un bilancio critico sul metodo: vantaggi e limiti
2.Alcune osservazioni sull'uso delle «statistiche ufficiali» nella valutazione delle condizioni di rischio nelle famiglie, di Angelo Saporiti 1. Premessa
2. Alcune caratteristiche delle informazioni di fonte ufficiale sulla famiglia
3. Fattori di rischio, unità a rischio e statistiche ufficiali
4. La «costruzione sociale» del rischio
5. Osservazioni conclusive
3. La prospettiva del ciclo di vita nell'analisí della famiglia, di Maria Gabriella Landuzzi
1. Introduzione
2. Ciclo di vita: definizione e caratteristiche
3. Ciclo di vita ed analisi della realtà familiare
4. Note conclusive
Parte Il - Materiali di ricerca
4. Ciclo di vita e reti familiari, di Laura Diatricch
1. Premessa
2. Demografia della famiglia: problemi di reperimento e di utilizzazione dei dati statistici
3. L'indagine Istat sulle strutture e sui comportamenti familiari
4. Tipologia di rete e ciclo di vita: costruzione, problemi e ipotesi-guida
5. Analisi del legame esistente tra ciclo di vita familiare e tipologia di rete
6. Esame dell'effetto esercitato dalla condizione socioeconomica e dalle esigenze specifiche della famiglia sul legame esistente tra ciclo di vita e reti familiari
7. Conclusioni
5. Sistemazioni abitative e reti familiari per le donne sole in Italia, di Douglas Wolf e Antonella Pinnelli
1. Introduzione
2. Dati e variabili
3. Metodologia
4. Risultati
5. Conclusioni
6. La malattia individuale tra frammentazione e sovraccarico delle reti sociali primarie, di Paola Di Nicola
1. Introduzione
2. La distribuzione sociale delle malattie tra i soggetti intervistati
3. I correlati strutturali delle malattie (analisi della distribuzione dell'indice di malattia individuale)
4. Considerazioni conclusive
Parte III - Intervento di rete
7. Analisi di rete ed intervent o di rete, di Paola Di Nicola
1. Introduzione
2. Intervento di rete: definizione e delimitazione del campo
3. Conclusioni
8. Il volontariato e gli interventi di rete, di Giovanna Rossi
1. L'azione volontaria: dalla personalizzazione dei servizi agli interventi di rete
2. L'intervento di rete: come, perché e per chi
3. Le funzioni innovativi del volontariato di rete