Le paci possibili
Autori e curatori
Contributi
S. Abbruzzese, F. Battistelli, P. Bellucci, P. Cela, G. D. Folliero, P. Isernia, R. Toniatti
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 296,   figg. 26,     1a edizione  1989   (Codice editore 1360.16)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 43.50
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788820433925

Presentazione del volume

Il rapporto presentato in queste pagine è il primo risultato di un progetto internazionale di ricerca denominato progetto Forum Humanum, promosso nel 1981 dal Club di Roma e dal suo presidente, Aurelio Peccei. Nel quadro di una rete internazionale di centri e gruppi di ricerca, nel 1983 fu costituito in Italia un gruppo di giovani ricercatori italiani e stranieri allo scopo di approfondire i problemi delle relazioni internazionali. Questo primo volume affronta con taglio interdisciplinare il problema delle caratteristiche attuali del sistema politico internazionale e delle sue tendenze future, attraverso la costruzione di una serie di scenari alternativi del sistema.

Consapevoli della complessità e delle interrelazioni tra le dimensioni della politica internazionale attuale, i ricercatori del Forum Humanum hanno scelto la strada degli scenari qualitativi, per la costruzione di matrici alternative di immagini del futuro, secondo una metodologia proposta per la prima volta dal Science Policy Rescarch Unit della Sussex University e qui innovativamente applicata per la prima volta allo studio delle relazioni internazionali.

Non si tratta di scenari basati su ipotesi deterministiche in un tentativo di impossibile previsione su quale sarà il futuro del sistema internazionale, ma piuttosto di una gamma di futuri logicamente possibili, cercando di presentarne le condizioni di fattibilità ed i limiti di compatibilità.

Questo sforzo previsionale di lungo periodo è basato su un'analisi della struttura del sistema internazionale attuale a livello globale e in tre aree regionali specifiche: Europa occidentale, Europa orientale e America latina.

Il rapporto è stato redatto da PierangeloIsernia, Salvatore

Abbruzzese, Fabrizio Battistelli, Paolo Bellucci, Paola Cela,

Grazia D. Folliero, Roberto Toniatti.-

Indice

Prefazione, di Umberto Colombo
Introduzione, di Umberto Gori
Presentazione
Parte I - Struttura bipolare e tensioni multipolari
1. Il sistema internazionale postbellico e la competizione Est-Ovest
1. Anarchia ed ordine nel sistema internazionale
1.1. Concezione «anarchica»
1.2. Concezione «gerarchica»
2. Militarizzazione globale
2.1. La militarizzazione interna
2.2. L'evoluzione delle strategie nucleari e lo sviluppo tecnologico
3. Conclusioni
2. Tensioni multipolari in tre aree regionali
1. L'Europa occidentale
1.1. Le relazioni economiche tra le potenze industrializzate
1.2. L'evoluzione delle Società occidentali avanzate
2. L'Europa orientale
2.1. La dinamica ciclica. La fase «centripeta» I: 1948/1953
2.2. La fase «centrifuga» I: 1953-1956
2.3. La fase «centripeta» Il: 1957-1959
2.4. La fase «centrifuga» Il: 1960-1968
2.5. La fase «centripeta» III: 1969-1985
2.6. Conclusioni
3. L'America latina
3.1. Sicurezza e conflitti regionali
3.2. Multipolarità e tensioni regionali
3.3. Conclusioni
Parte II - Concezione, profili ed immagini del futuro
1. Quattro concezioni del mondo
1. Una matrice di regimi alternativi: problemi di metodo e di definizione
1.1. La concezione geopolitica del mondo
1.2. La concezione razionalista-illuminista del mondo
1.3. La concezione ecologico-libertaria del mondo
1.4. La concezione fondamentalistica del mondo
2. Contrastanti concezioni del mondo: una valutazione d'insieme
2.1. Conflitto e sicurezza nelle quattro concezioni
2. Regimi alternativi del sistema internazionale
1. Mondi di alto conflitto e bassa sicurezza (Ac-Bs)
2. Mondi di basso conflitto e bassa sicurezza (Bc-Bs)
3. Mondi di alto conflitto e alta sicurezza (Ac-As)
4. Mondi di basso conflitto e alta sicurezza (Bs-As)
3. Conclusioni: un'agenda di problemi per il futuro
1. Struttura bipolare e pressione multipolare
2. Dalla «polis» alla «cosmopolis»: tre dimensioni della guerra e della pace
2.1. La dimensione dell'individuo
2.2. La dimensione dello stato
2.3. La dimensione sociale e le sue implicazioni transnazionali
3. Verso una nozione alternativa di sicurezza
Bibliografia