Insieme, per vincere l'infelicità. Superare le crisi con la collaborazione reciproca e i gruppi di auto-aiuto
Autori e curatori
Contributi
Adriano Ossicini
Collana
Livello
Guide di autoformazione e autoaiuto
Dati
pp. 176,   figg. 54,  3a ristampa 2016,    3a edizione  2001   (Codice editore 1411.3)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 22.00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788820499525

Presentazione del volume

Come uscire dall'ansia, dalla depressione e, piu' semplicemente, dall'inevitabile stress che ci attanaglia?

Parlarne con qualche amico a volte ci aiuta. Ma troppo spesso, dopo lo "sfogo", abbiamo la sensazione che l'altro in realta' non ci abbia capito, e quasi ci vergognamo di "esserci lasciati andare".

Questo libro ci insegna che con il sostegno empatico degli altri e' piu' facile affrontare le difficolta' della vita.

Ci insegna che con la collaborazione reciproca siamo pari e quindi scopriremo insieme la magia dell'incontro umano, e insieme guariremo dall'isolamento e dalla disperazione emotiva.

Ci insegna come riuscire a comunicare e ad ascoltare davvero, dove ascoltare significa orientarsi verso l'altro senza giudizio, senza consiglio, andando incontro alle sue esigenze emotive di presenza, di contatto, di sostegno. E ci insegna come trovare, insieme all'altro, le "soluzioni possibili" per ottenere un cambiamento reale nella vita quotidiana senza piu' girare a vuoto intorno al dolore.

Un libro fondamentale per

chiunque cerchi uno strumento di auto-aiuto per uscire dal peso della propria infelicita';

chiunque voglia aiutare un amico che soffre, e non sa da che parte cominciare ...

chiunque debba, per lavoro, aiutare gli altri nella loro crescita verso l'autonomia: psicologi, psichiatri, assistenti sociali, infermieri, volontari...

Un libro molto interessante per chiunque voglia sviluppare metodologie per promuovere la solidarieta' (Donata Francescato).

Jerome Liss, psichiatra, insegna Psicologia Clinica alla Westdeuschte Accademia di Dusseldorf. Fondatore della Scuola biosistemica in psicoterapia e formazione di Roma, svolge attivita' di formatore in psicoterapia, nell'educazione per le comunità terapeutiche e per le associazioni di pace e di volontariato. E' autore di La psicoterapia del corpo (Roma, 1986); La comunicazione ecologica (Molfetta, 1992); e, per i nostri tipi La terapia biosistemica (1994).

Indice

Prefazione, di Adriano Ossicini
Introduzione: Un modo nuovo di affrontare le crisi della vita
1. Come possiamo ottenere aiuto? Dicendo: "Aiutiamoci l'un l'altro"
2. La cura della parola
3. Dobbiamo udire le nostre stesse parole: "Sto parlando per capire di che cosa ho realmente bisogno"
4. La rivoluzione dell'auto-aiuto
5. La nostra crescente infelicità: alcune statistiche
6. Siamo perduti?
7. Una nuova strategia per le istituzioni sanitarie: altrettanto efficace, se non di piu', e il costo e' ridotto
8. La psicoterapia offre un aiuto profondo
9. Collaborazione Reciproca: "Ci aiutiamo reciprocamente a passare dalla confusione all'azione"
10. Le persone che si trovano sulla stessa barca
11. "Non ho mai creduto a nessuno!" "E qualcuno ha mai creduto in te?"
12. Professionisti che operano nei campi dell'assistenza e dell'insegnamento
13. Affrontare la morte e ricevere sostegno
14. Vivere in una istituzione: "Mi sento un numero, non un essere umano"
15. Posso perdere il lavoro?
16. Il Terzo Mondo: "C'e' troppa gente che ha bisogno di aiuto. La situazione e' impossibile"
La realta' emotiva
1. Urgente esigenza di aiuto: situazioni quotidiane
1. "Mio marito mi ha lasciato"
2. "Mia moglie mi ha lasciato"
3. "Temo che mio figlio maggiore stia cominciando a drogarsi"
4. "Sono vecchio, i miei figli vivono lontano e io mi sento molto solo"
5. "Non sono ancora sposata e dovrei esserlo. Trovero' mai l'amore?"
6. "Ho paura di perdere il lavoro"
7. "Non sopporto la scuola. Voglio lasciarla!"
2. Infelicita' oggi
1. Dallo stress eccessivo alla depressione e all'ansia
2. Accumulazioni dell'inconscio: "Dentro di me mi sento bloccato come una mandria di animali pronti a correre selvaggiamente"
3. La molla e' compressa anche di piu' dalle interruzioni interne
4. "Va cosi' male che ho perso la speranza"
5. "Non ho un momento libero"
6. Critiche, attributi e denigrazioni
7. "Ti daro' quello che mi hanno dato"
8. "essuno vuole stare mai con me... proprio nessuno..."
3. L'aiuto attraverso l'ascolto
1. Chi e' il mio Ascoltatore Interno?
2. Affrontare il mondo interiore
3. "E se sono il tipo a cui piace rispondere con la vendetta?"
4. Cambiare il Giudice Interno
5. Tra l'ironia e l'ascolto profondo
6. Una proposta di equa divisione a met_ per cambiare la vita familiare
7. Come ottenere un ascolto profondo
8. L'ascolto profondo calma le acque agitate
9. Da "non so perche',..." a "Ora lo vedo piu' chiaramente"
10. Superare le interruzioni indirette: "Quel cipiglio mi fa sentire sotto giudizio"
11. Interruzioni nella vita quotidiana: "La stessa cosa e' accaduta a me. . ."
12. Comunicazione per la crescita: "Posso praticare questo dovunque"
Collaborazione reciproca
4. Far decollare la Collaborazione Reciproca
1. La prima seduta: "Posso parlare di qualsiasi cosa io desideri. Saro' io a scegliere"
2. Una metacomunicazione: "Parliamo in un altro modo"
3. Partenza
4. Come il Soggetto puo' cominciare
5. Responsabilita' collettiva per i metodi usati
6. Offrire la mano o un braccio rassicurante sulle spalle
5. Metodi di intensificazione
1. Empatia corporea: "Se i miei gesti possono armonizzare con i tuoi, saremo in sintonia"
2. Un'emozione bloccata: "Ho tutto serrato nel mio ventre"
3. Intensificare l'espressione fisica: "Picchiamo insieme"
4. Ricordi chiari: "Per esempio"
5. Creare continuità: "Soffermati su questo"
6. Dialogo esatto: "Ricordi che cosa è stato detto?"
7. Altri modi di esplorare il nostro vissuto profondo
6. II cuore del problema
1. Ripetere la parola chiave per aprire le porte chiuse dell'inconscio
2. Metodo di identificazione
3. Le radici corporee dell'emozione
4. Per un'esperienza corporea piu' totale
5. Parziale imitazione per raggiungere l'empatia
7. Raggiungere le soluzioni concrete
1. "Non vogliamo rimanere sepolti sotto tutta questa miseria"
2. Passare dal cuore del problema alla visione della soluzione
3. "Quale soluzione? Se dico cio' che penso realmente scoppiera' subito un conflitto"
4. "Sono pronto a scoprire la soluzione?"
5. Un ritmo appropriato
6. Altri ostacoli
7. Solitudine e conflitto interno
8. Sommario: una combinazione di cura e di nuovo apprendimento
Gruppi di auto-aiuto
8. II movimento crescente di auto-aiuto
1. L'etica dell'auto-aiuto
2. Dalla dipendenza dall'autorita' all'aiuto reciproco democratico
3. Iniziativa autonoma dei cittadini: "Cambiamento personale e cambiamento sociale vanno di pari passo"
9. Creare il proprio gruppo di auto-aiuto
1. Un gruppo di auto-aiuto per ogni problema
2. Gli insegnanti hanno bisogno di migliorare il loro insegnamento
3. Evoluzione istituzionale
10. Entriamo in un gruppo di auto-aiuto
1. "Cominciamo"
2. Il nucleo della riunione
3. E che cosa dice la gente?
4. Perch, nell'auto-aiuto l'empatia va in profondit_
5. L'esperienza dell'auto-aiuto
6. Un'esperienza in profondit_
11. Metodi speciali usati nei gruppi di auto-aiuto. Entriamo nell'inconscio con fiducia
1. Metodi utilizzati durante la riunione
2. Altri metodi speciali per un approfondimento delle emozioni
3. AI di fuori del gruppo
4. Gruppi dei Dodici Passi
5. Rispetto nei gruppi
12. Una visione: creare un mondo sensibile all'etica delle relazioni umane
1. Un'annotazione personale: l'avventura dell'ascolto
2. Creare un nuovo mondo: "Avevo bisogno di aiuto ogni giorno"
3. Comunicare per migliorare la comunicazione
4. Conclusione
Appendici:
Gruppi orientati verso i bisogni personali
Indirizzi utili nel mondo di auto-aiuto