Il metodo e il suo contrario

Sul recupero della problematica del metodo in sociologia

Autori e curatori
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 160,      5a edizione  1998   (Codice editore 1535.29)

Il metodo e il suo contrario. Sul recupero della problematica del metodo in sociologia
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 21,50
Condizione: fuori catalogo
Disponibilità: Nulla
Codice ISBN: 9788820466947

Presentazione del volume

Obiettivo di questo volume è quello di ridiscutere alcuni aspetti fondamentali della problematico metodologica nelle scienze sociali, con particolare riferimento alla sociologia. Negli ultimi anni, in effetti, ha ripreso vigore la vecchia e inconclusa polemica che oppone in questo campo i sostenitori di un orientamento «quantitativo» a chi si richiama piuttosto a istanze comprendenti, interpretativi, ermeneutico-fenomenologiche. In alcuni casi le proposte della sociologia «qualitativa», coniugandosi con gli esiti più estremi delle epistemologie post-kuhniane, mostrano di approdare a posizioni apertamente antimetodologiche. D'altra parte la pratica di ricerca, non solo nelle scienze sociali, mostra con chiarezza l'inconsistenza di ogni pretesa di piena autosufficienza del metodo nel processo di indagine. Su una duplice opposizione è dunque costruito questo lavoro: rispetto alla sociologia «debole», che rischia di non tenere nel debito conto le esigenze di base della ricerca scientifica, e rispetto al metodo «forte», che da quella ricerca pretende di elidere ogni variabile opaca.

Enzo Campelli insegna Metodologia delle scienze sociali presso il Dipartimento di sociologia dell'Università (li Roma, ed è redattore di sociologia e Ricerca Sociale. Ha pubblicato diversi studi di interesse metodologico, con frequente riferimento all'approccio biografico, nonché indagini empiriche in tema di pregiudizio, comunicazione e atteggiamenti culturali. Fra i contributi più recenti: Durkheim, la morale e il gruppo. Studio di sociologia dell'ebraismo (1989), Le storie di vita nella sociologia italiana: un Bilancio (1990) e Donne in carcere (in coll.) (1992).

Indice

Introduzione
I. La sociologia e il declino del metodo
1. Un dibattito metodologico fra equivoci e pretese
di universalità
2. L'aspetto "debole": le tecniche di ricerca
3. L'aspetto "forte": la scienza come ragionamento inferenziale
Il. La sociologia e la necessità del metodo
1. Il metodo è necessario?
2. "Metodo qualitativo" e "metodo quantitativo"
3. 19 carattere aleatorio della conoscenza sociale
III. I molteplici volti dell'antimetodologia
1. Un metodo è possibile?
2. Kuhn, Feyerabend e l'incommensurabilità dei paradigmi
3. Winch e il comportamento governato da regole
4. Alfred Schútz e le tipizzazioni
5. Gadamer e il problema della "verità " del testo
6. L'approccio biografico
7. Conclusioni
IV. Le caratteristiche del metodo
1. Opacità e tasparenza delle regole metodologiche
2. Contesto della scoperta e contesto della giustificazione
3. La logica dell'argomentazione: "audaci congetture e severi controlli"?
4. Il problema dell'anti-induttivismo
5. Il problema della falsificazione
6. La logica della spiegazione
Conclusioni
Riferimenti bibliografici






newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi