Acea di Roma 1909-1996. Energia e acqua per la capitale
Autori e curatori
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 452,   figg. 36,     1a edizione  1997   (Codice editore 1580.12)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 69.00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846405036

Presentazione del volume

La storia dell'Acea (Azienda comunale elettricità e acqua, oggi Azienda comunale energia e ambiente) rappresenta un capitolo importante della storia del movimento delle municipalizzate italiane. Nata per iniziativa della giunta bloccarda Nathan (1907-1913), nella quale svolse un ruolo decisivo Giovanni Montemartini - il maggior tecnico italiano della municipalizzazione dei pubblici servizi - l'azienda venne progettata come «calmiere» del mercato elettrico romano. Nel corso della sua storia essa ha convissuto prima con una potente società privata, la Romana di elettricità, e dopo la nazionalizzazione del 1962 con l'Enel. Le vicende dell'Acea consentono dunque di studiare l'evoluzione di lungo periodo di un caso emblematico di duopolio elettrico e forniscono spunti interessanti per una riflessione di carattere storico sul problema teorico del monopolio naturale.

Trasformata nel 1937 in azienda mista (elettrica e idrica), l'Acea ha operato anche nel settore idrico in regime di duopolio, confrontandosi e scontrandosi fino al 1964 con la Società dell'Acqua Marcia, titolare fin dall'epoca pontificia del monopolio della distribuzione di acqua potabile a Roma.

La storia dell'Acea è naturalmente anche un capitolo importante della storia di Roma nel Novecento. Nelle vicende dell'azienda si riflettono perciò le violente contraddizioni sorte dalla crescita tumultuosa e disordinata della capitale e i limiti dell'azione del Campidoglio nel settore dei pubblici servizi.

Questo volume vede la luce nel momento in cui un ciclo della storia aziendale sembra essersi definitivamente concluso. L'Acea si appresta oggi a essere trasformata in società per azioni, per affrontare in maniera più adeguata alle sue caratteristiche di impresa la prospettiva della liberalizzazione del mercato elettrico e l'avvio di una organica politica per la gestione integrale del ciclo delle acque. Anche per questo, una migliore conoscenza del passato dell'azienda, dei punti di forza conquistati e dei limiti ancora da superare, può contribuire a progettarne meglio la crescita futura.

Indice

Parte prima - Gli anni della fondazione e dell'instabilità (1906-1924)
Dal monopolio al duopolio elettrico: origini e fondazione dell'Azienda elettrica municipale
Dieci anni di lotte (1914-1923)
L'organizzazione delle strutture aziendali
Parte seconda - Gli anni della crescita frenata e la trasformazione in azienda mista (1925-1944)
Il consolidamento del duopolio elettrico
Le origini dell'azienda mista: l'ingresso nel settore idrico
La stabilizzazione delle strutture aziendali
Parte terza - Ricostruzione, sviluppo e trasformazione (1944-1965)
L'Acea elettrica: dal decollo al declino (1944-1964)
Lo sviluppo del servizio idrico e la municipalizzazione integrale
Crescita e crisi delle strutture aziendali
Conclusione - Trent'anni dopo, 1965-1996. Verso un nuovo inizio?




Pubblicità