Carbosarda: attese e delusioni di una fonte energetica nazionale
Autori e curatori
Contributi
Alberto Mortara
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 320,   figg. 63,     1a edizione  1989   (Codice editore 1580.2)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 45.50
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788820434427

Presentazione del volume

Costituita nel 1933, al termine della fase più acuta della grande crisi economica, la Carbosarda ha rappresentato uno strumento importante in campo energetico, sia nell'ambito della politica autarchica, sia negli anni di guerra, sia nel quadro strategico della ricostruzione economica del dopoguerra. E ciò, nonostante la sua tormentata storia, tra continue polemiche sulla qualità del carbone, sull'opportunità e sui modi dello sfruttamento, sugli alti costi provocati dalla necessità del trasporto nel continente.

Anche se le altre fonti di energia hanno avuto una crescita proporzionalmente più rapida, il carbone costituisce tuttora una fonte energetica competitive, tanto da coprire nel 1987 quasi un terzo della domanda di energia mondiale. Se questo è vero per tutto il mondo, avrebbe dovuto essere vero fin dal principio per il carbone del Sulcis che invece, per le sue caratteristiche intrinseche, non era in grado di competere sul mercato, neppure su quello nazionale, con il carbone di importazione. Ma ben diversa «economicità» avrebbe rivestito il prodotto se fosse stato possibile il suo sfruttamento a livello locale, sull'isola stessa. Era li che il carbone del Sulcis andava «bruciato», e non sul continente: questa è stata l'occasione mancata. Forse solo ora si delineano nuovi metodi per il trattamento del carbone che potrebbero permettere soluzioni economicamente convenienti. La riattivazione del bacino carbonifero del Sulcis, confermata nel 1985, e la creazione della Carbosulcis rendono dunque attuale e significativa la storia di una società quale la Carbosarda che ha cessato di esistere nel 1966, dopo oltre trent'anni di attività.

Indice

Introduzione, di Alberto Mortara
1. Il carbone Sulcis, di Marco Costa
1. il quadro geografico
2. Il giacimento carbonifero
3. La qualità del carbone Sulcis
2. Il primo periodo dello sfruttamento minerario 1853-1933
3. L'autarchia e l'attività carbonifera
1. Nascita della Carbosarda
2. L'intervento dello Stato: la costituzione dell'Acai
3. Luci e ombre della gestione Segre
4. La seconda guerra mondiale
1. La presidenza Vaselli
2. La crisi. 1943-1944
3. Il problema carbone nel periodo bellico
4. Gli ultimi atti della Carbosarda prima della liberazione
5. Il periodo dell'autarchia postbellica
1. Il 1945: l'anno della ripresa
2. Gli anni del boom: 1946-1947
3. Il problema sociale
6. I primi segni del declino
1. La crisi di mercato del carbone Sulcis
2. L'esperienza del consiglio di gestione
3. L'opera della direzione aziendale
7. Gli ultimi anni di attività della Acai
1. La lunga crisi economico-sociale nel dibattito politico
2. I programmi aziendali
3. Le realizzazioni
4. La Carbosarda nella Ceca
5. La presidenza Rodriguez
8. Tentativi di ripresa e questione sociale
1. La presidenza Sanna Randaccio e i programmi di riorganizzazione aziendale
2. I nuovi programmi dell'ottobre 1956
3. La crisi di Suez, ultima occasione per il Sulcis
4. Tra crisi finanziaria e crisi sociale
9. Carbonia: la città dei minatori, di Marco Costa
1. Le strutture
2. Gli aspetti demografici
3. La consistenza della forza lavoro
4. Le retribuzioni
5. La sicurezza e la salute
6. I servizi
10. Gli ultimi anni della Carbosarda
1. Il ventennale della nascita di Carbonia
2. La prima presidenza Sette
3. La rinuncia all'attività carbonifera
4. Verso una nuova azienda
Appendice documentaria
1. Lettera di un informatore della polizia triestina relativa a Guido Segre (12 marzo 1937)
2. Rapporto del prefetto di Trieste su Guido Segre (13 giugno 1935)
3. Lettera anonima a Mussolini sulle attività di Guido Segre
4. Promemoria di Guido Segre a Mussolini sulla vicenda dei Cantieri riuniti dell'Adriatico
5. Archiviazione della pratica relativa a Guido Segre (12 luglio 1943)
6. Relazione di Giovanni Vaselli sulla Carbosarda, consegnata durante l'incontro con Mussolini in occasione delle dimissioni da presidente dalla società (3 settembre 1942)
7. Lettera di Luciano Gottardi a Mussolini a proposito delle proprie dimissioni da presidente della Carbosarda
8. Rapporti a Mussolini sulla situazione degli approvvigionamenti di carbone dalla Germania
9. Finanziamenti e sovvenzioni pervenuti alla Carbosarda nel periodo 1944-55
10. Verbali delle riunioni del Consiglio di gestione della Carbosarda
11. Conclusioni del piano Levi su «Il problema del carbone Sulcis e il progetto di una fabbrica di azotati» (1949)
12. Conclusioni della relazione dell'ing. Mario Carta per l'utilizzo elettrico e chimico del carbone Sulcis (1949)
13. Verbale della riunione del Comitato interministeriale per la ricostruzione sulle questioni Sulcis (7-9 settembre 1948)
14. Estratto della relazione del sindaco di Carbonia, Pietro Cocco, sulla questione mineraria (1955)
15. Conclusioni del rapporto del dott. Schensky, capo della commissione inviata a Carbonia dalla Ceca (1955)
16. Bilancio 1956 della Carbosarda
17. Sintesi dei bilanci della Carbosarda dal 1949 al 1965
18. Situazione delle costruzioni e delle infrastrutture per la realizzazione di Carbonia al I' settembre 1942
Bibliografia
Indice dei nomi e delle società
Indice delle fotografie