Il ruolo dei trasporti per uno sviluppo territoriale diffuso
Autori e curatori
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 144,      1a edizione  1991   (Codice editore 1640.4.2)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 24.50
Disponibilità: Limitata


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788820463090

Presentazione del volume

Una revisione critica della politica dei trasporti attuata finora nel Paese e l'interpretazione in chiave prospettica del modello di organizzazione economica e territoriale indotto dall'avvento del cosiddetto capitalismo flessibile sono alla base delle analisi e delle indicazioni formulate in questo volume sul ruolo dei trasporti per uno sviluppo territoriale diffuso.

Vi si nega l'auto-legittimazione dell'approccio cosiddetto del genio civile, che preordina gli investimenti sulla mero osservazione dei flussi, e non valuta gli effetti che l'offerta finisce con l'esercitare sull'orientamento dello sviluppo economico e quindi della domanda futura. la tesi avanzato è che le scelte di intervento nei trasporti debbano poter concorrere a risolvere problemi di sviluppo economico e territoriale, che non necessariamente si manifestano come problemi di traffico.

In una prospettiva meno settoriale, quelle che si presentano come carenze d'offerta potrebbero essere invece considerate come eccessi di domanda, contrastabili con politiche di depolarizzazione o dirottabili con opportune politiche di trasporto. In questa chiave si propone di ridiscutere molte delle scelte che si stanno profilando nel campo dei trasporti, sottolineando l'importanza fondamentale della connettività ai fini della valutazione degli effetti territoriali associabili agli interventi sui trasporti, nell'ottica della valorizzazione della rete urbano diffuso come risorsa fondamentale per lo sviluppo nazionale.

L'aumento della connettività delle reti di trasporto è la condizione da realizzare per assecondare il passaggio da una struttura «ad albero», caratterizzato da forti effetti di dominazione e rigide dipendenze gerarchiche, od una struttura molto più reticolare ed interconnessa, caratterizzata do crescenti e diffuse interdipendenze.

A quali condizioni il sistema dei trasporti può assolvere questo compito? Puntando alla realizzazione di reti di trasporto locale rapide ed efficienti, con il rafforzamento della viabilità ordinario, il potenziamento dei trasporti pubblici su gommo e la rivalutazione del trasporto ferroviario, ma anche e soprattutto realizzando un maggior coordinamento con la politica del territorio.

Indice

Premessa
Parte generale
1 La diffusione territoriale dello sviluppo Introduzione
1. 1. Gli effetti territoriali associabili agli interventi sui trasporti
1.2. Trasporti e territorio: problematiche di interfaccia
1.3. Gli effetti sui trasporti associabili alla politica del territorio
1.4. Il ruolo della politica territoriale nei processi di urbanizzazione e sviluppo
1.5. Le problematiche di trasporto in ragione degli obiettivi interni e delle esigenze di sviluppo
1.6. Le condizioni locali e lo «stato dell'arte» nelle politiche di settore
1.7. I sistemi di trasporto regionali: breve profilo dei punti critici dell'offerta infrastrutturale
1.8. Le implicazioni sullo sviluppo aperte dalle strategie di intervento regionali
2 L'impiego della Sam nella determinazione dei moltiplicatori della spesa e dell'offerta Premessa
2. 1. Caratteristiche della Sam
2.2. Utilizzazione della Sam
2.3. La stima della Sam e dei moltiplicatori della spesa e
dell'offerta relativi alla Lombardia
3 Analisi costi-benefici di alcuni interventi a maggiore valenza territoriale individuati per la Lombardia, le Marche e la Calabria
Premessa
3. 1. La procedura utilizzata
3.2. Lombardia: il «passante ferroviario»
3.3. Marche e Calabria: potenziamento del servizio di trasporto pubblico locale
Parte monografica
Il caso Lombardia
1. 1. Gli obiettivi del Piano Regionale dei Trasporti
1.2. Gli interventi previsti ed il loro stato di attuazione
1.3. I risultati conseguibili esplicitati dal Piano
1.3. 1. I problemi di «governo» del territorio
1.3.2. Le implicazioni nel Prt nei confronti della viabilità
1.4. Gli elementi di rilievo emergenti dai processi di sviluppo in atto
a. I processi economici
b I comportamenti emergenti
c Le trasformazioni territoriali in atto e le loro prospettive
1.5. Il trasporto rapido di massa alla scala regionale e gli effetti territoriali
1.6. I collegamenti internazionali e l'alta velocità ferroviaria
1.7. Il ruolo degli interventi nel settore del trasporto merci
1.8. Le condizioni di «stabilità» dello sviluppo: risultati e limiti dell'azione pubblica
1.9. Il nuovo modello di intervento pubblico e l'uso delle risorse
2. Il caso Marche
2.1. Le problematiche
2.2. La proposta di Piano Regionale dei Trasporti
2.3. Il Piano Regionale dei Trasporti: sintesi degli interventi per settore
2.3. 1. Grande viabilità di interesse interregionale e nazionale
2.3.2. Viabilità di interesse intraregionale
2.3.3. Ferrovie
2.3.4. Altri interventi
2.4. Gli impegni di spesa per la realizzazione degli interventi
2.5. Il ruolo delle ferrovie secondarie
2.6. I collegamenti interregionali ed il ruolo delle trasversali appenniniche
2.6. 1. Tempi previsti per la realizzazione
2.6.2. Benefici derivanti dal progetto
2.7. Considerazioni conclusive sui tempi di realizzazione degli interventi sulla Grande Viabilità
2.8. Gli interventi di breve periodo: miglioramento del trasporto pubblico locale
3 . Il caso Calabria
Premessa
3.1. Le attività della Regione in materia di pianificazione economica e territoriale
3.2. Il disegno di legge «Calabria»
3.3. I contenuti dello Schema di Piano Territoriale di Coordinamento Regionale
3.4. Gli interventi sul sistema dei trasporti
3.4.1. I corridoi plurimodali e la riqualificazione della rete stradale e ferroviaria
3.4.2. L'ammodernamento delle Fcl
3.4.3. Accessibilità e modalità dei capoluoghi
3.4.4. Accessibilità aree interne
3.4.5. Porto di Gioia Tauro e sistema dei porti dello Stretto
3.4.6. Sistema per la movimentazione delle merci
3.5. Considerazioni conclusive
Allegato: Gli interventi indicati dal Piano Regionale dei Trasporti della Lombardia ed analisi degli effetti di decongestione dell'area urbana conseguibili con gli interventi avviati