Il ruolo della banca centrale nella recente evoluzione dell'economia italiana
Autori e curatori
Contributi
Gianni Bonaiuti, Jan A. Kregel, Pietro Luca Paolazzi, Pippo Ranci, Alessandra Venturini
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 208,   figg. 8,     1a edizione  1993   (Codice editore 1640.1.9)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 43.50
Disponibilità: Limitata


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788820480127

Presentazione del volume

Qual'è stato il ruolo della Banco d'Italia nella stagione felice vissuta dall'economia italiana negli anni '80? Questo è l'interrogativo attorno al quale ruotano i saggi contenuti in questo volume. Il quesito prende spunto dall'assunzione esplicita, da parte della Banca d'Italia, della responsabilità e dei relativi meriti, di aver concepito e attuato un preciso disegno di politica economica che portò al rientro dell'inflazione e al risanamento dell'economia italiana dopo la crisi degli anni '70. Fulcro di questo disegno era una politica valutaria che rovesciasse l'impostazione svalutazionista degli anni '70, facendo di severità monetaria e rigore sul tosso di cambio i punti fermi con i quali avrebbero dovuto misurarsi la gestione delle imprese e la ristrutturazione industriale.

I saggi qui presentati analizzano questo disegno secondo diverse prospettive: quella della stessa Banca d'Italia, quella della valutazione della sua politica sul piano macroeconomico e da parte dell'opinione pubblica qualificato, quella dell'evoluzione del mercato del lavoro e delle strategie delle imprese. Dalla ricerca emergono le particolari condizioni che permisero l'attuazione e l'efficacia della politica della Banca d'Italia. Emergono anche i limiti di un governo dell'economia troppo affidato alle banche centrali. limiti confermati dalla crisi valutaria del settembre 1992.

Indice

Prefazione, di G. Nardozzi
1 . Il ruolo della banca centrale nella recente evoluzione della economia italiana, di G. Nardozzi
1 . La Banca d'Italia aveva una strategia di politica economica?
2. Era la strategia razionale e adottabile?
3 Il risanamento dell'economia italiana può essere attribuito all'efficacia della strategia della Banca d'Italia?
4 Conclusioni
Bibliografia
2 Oltre il governo del credito: finalità e limiti nell'azione della Banca d'Italia durante gli anni ottanta, di G. Bonaiuti
1 .Origine di un dibattito
2. L'esistenza di una strategia
3 Gli obiettivi della parte reale
4 La ricerca di autonomia
5 Il quadro di riferimento per gli interventi
6. Gli obiettivi della strategia finanziaria
7 L'assetto strutturale ipotizzato
8 Cenni alla politica finanziaria nel periodo 1980-86
9 Coerenza tra strategia e caratteristiche del risanamento
Bibliografia
3 La politica del cambio della Banca d'Italia e la ristrutturazione della industria italiana, 1980- 1985, di J.A. Kregel P.
1 . Premessa »
2. Riassunto delle conclusioni »
3 . Il retroscena: la crisi valutaria del 1976 »
4. Le cause della crisi valutaria »
5 . Il legame tra lo Sme e il «divorzio» Tesoro-Banca d'Italia »
6. Due «shock» esterni: la svolta nella politica monetaria degli Stati Uniti e la rivoluzione iraniana »
7 . Effetti dei tassi di cambio sui margini e sui mercati
delle esportazioni »
8 . I riflessi sulla posizione internazionale dell'Italia »
Appendice »
Bibliografia »
4 li mercato del lavoro negli anni Ottanta: sue trasformazioni e sviluppi, di A. Venturini »
1. Cambiamenti strutturali naturali »
2. U terziarizzazione dell'economia »
3 .Il funzionamento del mercato del lavoro »
4 .La retribuzione dei lavoratori e la contrattazione »
5 .Il ruolo attivo del governo »
6. Esiste un legame tra i cambiamenti menzionati e la politica della Banca d'Italia? »
Bibliografia »
5 La strategia della Banca d'Italia vista dal sistema delle imprese, di P.Ranci »
1. Premessa »
2. La situazione all'inizio del periodo »
3. La svolta 1979-80 »
4. Gli anni '80: crisi, ripresa e nuovi oligopoli »
Bibliografia »
6 - Strategia e autonomia della Banca d'Italia nel dibattito sulla stampa (1980-86), di P.L. Paolazzi
1. Introduzione
2. La politica valutaria fra analisi e fatti
3. La politica monetaria oltre la difesa del cambio
4. Sull'autonomia della Banca d'Italia
5. Conclusioni