Progetto di Piano Territoriale di Coordinamento. Vol. I: Relazione e indirizzi normativi. Vol. II: Allegati
Autori e curatori
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 472,   figg. 51,     1a edizione  1999   (Codice editore 1265.7)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 52.00
Condizione: fuori catalogo
Disponibilità: Nulla
Codice ISBN: 9788846414786

Presentazione del volume

2 volumi in cofanetto + Mappe

"La Provincia di Milano ha predisposto il Piano Territoriale di Coordinamento in attuazione della legge n. 142 del 1990.

Il Piano Territoriale è stato uno degli impegni principali dell'Amministrazione insediatasi nel 1995: il progetto è stato redatto sulla base di un'ampia consultazione e con l'apporto di competenze tecniche e scientifiche di alto livello, nei diversi settori coinvolti nella pianificazione del territorio".

(Dalla Presentazione del Vice Presidente Assessore alla Pianificazione Territoriale e Programmazione delle Infrastrutture).

Indice



Volume I. Strutture operative, di partecipazione e istituzionali del PianoTerritoriale di Coordinamento
Ugo Targetti , Presentazione
Parte I. Relazione illustrativa
Il Piano nasce dalla necessità di affrontare i grandi problemi dell'area metropolitana
Il Piano è fondato solidamente sulla legislazione vigente e sulla partecipazione dei Comuni
Le alternative e le scelte strategiche del Piano
(Il sistema ambientale; Il sistema insediativo; Il sistema infrastrutturale; La natura intersettoriale del Piano)
Il processo di sviluppo del Piano e i mezzi per la sua attuazione
Le norme e gli indirizzi per l'attuazione del Piano

Le basi conoscitive del Piano
Tavola.
Sintesi dei contenuti strategici di PTCP
Allegato alla Relazione illustrativa
("Politiche e azioni strategiche per lo sviluppo economico-territoriale"; Documento di Indirizzi sui temi dello sviluppo economico per il Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale)
Parte II. Indirizzi e norme per l'attuazione del Piano
Natura, contenuti ed effetti del Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale
(Procedura di formazione del Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale; Partecipazione dei comuni: formazione del PTCP e Piani d'Area; Finalità generali; Ambito territoriale; Elaborati del Piano; Effetti del Piano; Attuazione del Piano; Valutazione di impatto ambientale di singole opere e valutazione strategica del Piano; Durata, revisione, varianti; Organizzazione logica delle norme di attuazione)
Sistema ambientale
(Suolo, acqua, vegetazione e fauna, paesaggio, storia e ricreazione; Difesa del suolo e riduzione del rischio idraulico; Tutela e controllo delle acque sotterranee; Depurazione delle acque reflue e risanamento delle acque superficiali; Tutela e sviluppo della naturalità; Tutela estensiva e valorizzazione dell'agricoltura come presidio del territorio non urbanizzato e miglioramento della compatibilità della conduzione agricola/zootecnica; Indirizzi di tutela dei sistemi territoriali con valenza paesistica; Tutela della forma storica del territorio; Conservazione dei rari elementi di varietà geomorfologica; Tutela e valorizzazione del patrimonio storico/architettonico; Tutela o attiva ricostruzione o reinvenzione del paesaggio; Luoghi ad alta visibilità; Prevenzione della saldatura tra aree urbane di centri vicini; Costruzione di un sistema di parchi fruibili, preferibilmente tematizzati, integrati con le grandi valenze paesaggistiche, storiche e ambientali e con funzioni rare e accessibili con mezzi di trasporto pubblico, a piedi e in bicicletta; Aria, Energia, Rumore, Rifiuti; Sviluppo degli studi e delle azioni per il miglioramento della qualità dell'aria; Uso razionale dell'energia, risparmio energetico, fonti alternative; Progressiva razionalizzazione delle reti di distribuzione e riduzione degli impatti sul paesaggio e dei rischi per la salute; Individuazione, mitigazione o soppressione delle sorgenti maggiori di inquinamento acustico comportanti più alta esposizione della popolazione; Definizione del programma per la gestione dei rifiuti; Miglioramento ambientale del sistema industriale)
Sistema infrastrutturale
(Trasporto pubblico a lunga distanza; Trasporto pubblico provinciale; Trasporto merci; Viabilità; Sviluppo della rete dei percorsi ciclopedonali; Infrastrutture e servizi telematici)
Sistema insediativo
(Orientamento dello sviluppo insediativo verso poli dotati di elevata qualità per dotazione infrastrutturale, caratteristiche ambientali, urbane e paesistiche e disponibilità di servizi; Riuso delle aree dismesse congruente con le caratteristiche del contesto urbano/territoriale e delle strutture edilizie; Rispondenza dell'ambito e dei contenuti della progettazione urbanistica esecutiva alla dimensione effettiva del progetto, al contesto in cui è inserito e ai nuovi obiettivi di qualità insediativa; Riqualificazione di porzioni urbane degradate; Razionalizzazione dell'organizzazione del commercio al dettaglio in ambito urbano; Riequilibrio e riorganizzazione nella localizzazione dei servizi rari; Sviluppo di un progetto di promozione urbanistico-territoriale per le funzioni produttive, terziarie e di servizio e per gli immobili di valore storico/architettonico e di pregio ambientale; Politiche e azioni strategiche per lo sviluppo economico-territoriale)

Volume II. Allegati

(Quaderno degli interventi di miglioramento ambientale per la realizzazione della rete ecologica provinciale art. 2.1.4.; Schede descrittive dei sistemi territoriali con valenza paesistica individuati dal PTCP art. 2.1.6.; Stralcio dallo studio preparatorio del PTCP "Il significato innovativo dei valori paesistici e storico-culturali: una proposta operativa per la costruzione del PTCP" art. 2.1.7.; Elenco dei beni architettonici ed ambientali contenuti nel censimento provinciale art. 2.1.9.; Schede descrittive dei parchi fruibili individuati dal PTCP art. 2.1.12.; Attività edilizia 1983-1997 e linee di tendenza 1998-2007 (nuove costruzioni e ampliamenti) per la destinazione residenziale, industriale e terziaria art. 4.1.1.).