Formare alla sicurezza. Sperimentazione Isfol-Ispesl di curricoli formativi standard conformi al d.lgs. 626/94
Autori e curatori
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 256,      1a edizione  2001   (Codice editore 1284.36)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 36.50
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846431486

Presentazione del volume

Il volume raccoglie i risultati della ricerca "Standard curricolari conformi al decreto legislativo 626/94", condotta dall'Isfol e promossa e finanziata dall'Ispesl, nell'ambito del progetto "Innovazione tecnologica e sicurezza del lavoro nella piccola e media industria, nell'artigianato e nel commercio".

La gravità e la frequenza degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali impongono che il problema della sicurezza e della salute dei lavoratori sia affrontato in modo serio e adeguato.

Questo lavoro è suddiviso in due parti. La prima esplora sul versante scolastico e professionale i criteri e le modalità dell'insegnamento della sicurezza su un campione di qualifiche tipo in tre comparti produttivi, edilizia, elettricità/elettronica, meccanica, e fornisce una serie di strumenti formativi standard costruiti con la metodologia delle Unità formative capitalizzabili (Ufc). La seconda parte evidenzia i criteri, le modalità, gli strumenti per l'attuazione, presso un panel di strutture formative ad hoc, la sperimentazione dei moduli trasversali e specifici conformi al d.lgs. 626/94. Il volume pertanto focalizza sia gli aspetti della ricerca di campo che della sperimentazione e rappresenta, per tutti coloro che operano a vario titolo sul versante della sicurezza e della formazione, un utile strumento di riflessione e di lavoro.

Indice


Parte I. La ricerca
Aspetti metodologici e strutturali della ricerca
Risultati della rilevazione

(Il campione; Settore meccanico; Settore elettricità/elettronica; Settore edilizia)
Unità Formative Capitalizzabili e aree di attività nell'ambito della sicurezza
(Le opzioni metodologiche generali; Criteri di riferimento per l'individuazione delle ADA nell'ambito della sicurezza; Individuazione dei processi e classificazione delle ADA nell'ambito della sicurezza)
Orientamento per la progettazione dei moduli
(Finalità e obiettivi; Utenti e prerequisiti in ingresso; Indicazioni metodologiche e strategie formative; Struttura del modulo: edilizia; Struttura del modulo: elettricità/elettronica; Struttura del modulo: meccanica)
Parte II. La sperimentazione
Linee guida per l'insegnamento e l'apprendimento
(Metodologie didattiche; Programmazione delle lezioni; Cenni sulla recente normativa del sistema scolastico/formativo italiano; Organizzazione modulare; Standard minimi e crediti formativi capitalizzabili)
Le unità formative capitalizzabili (UFC)
(Struttura della UFC; UFC 1. Operare in un contesto organizzativo orientato alla sicurezza (edilizia); UFC 2. Operare in un contesto organizzativo orientato alla sicurezza (elettricità/elettronica); UFC 3. Operare in un contesto organizzativo orientato alla sicurezza (meccanica))
Il Modulo A
Appendice
(La ricerca; Questionario rilevazione dati)
Settore elettricità/elettronica
(Itinerario formativo CFP; Qualifica installatore/manutentore di sistemi elettrici di produzione; Itinerario formativo IPSIA; Qualifica operatore elettrico; Qualifica operatore per le telecomunicazioni; Itinerario formativo ITI; Indirizzo elettronica e telecomunicazioni; Indirizzo elettronica e automazione)
Settore meccanica
(Itinerario formativo CFP; Qualifica meccanico polivalente; Itinerario formativo IPSIA; Qualifica operatore meccanico; Qualifica operatore termico; Itinerario formativo ITI; Indirizzo meccanica)
Settore edilizia
(Itinerario formativo CFP; Qualifica carpentiere edile; Itinerario formativo IPSIA; Qualifica operatore edile; Itinerario formativo ITI; Indirizzo edile)
La sperimentazione: strumenti didattici
(Prove di verifica intermedie o formative; Schede di monitoraggio; Prova finale o sommativi del modulo di base; Le dispense in sintesi; Gioco di simulazione "Carte 626"; Regolamento).