Nella rete di Google. Pratiche, strategie e dispositivi del motore di ricerca che ha cambiato la nostra vita
Contributi
Tiziana Barone, Dario Cecchi, Giulia Ceriani, Lucia Corrain, Ruggero Eugeni, Riccardo Finocchi, Anita Macauda, Stefania Parisi, Francesca Polacci, Bianca Terracciano, Claudia Torrini, Patrizia Violi
Collana
Livello
Saggi, scenari, interventi. Textbook, strumenti didattici
Dati
pp. 224,      1a edizione  2017   (Codice editore 1097.1.9)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 29,00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891752482

In breve
Google ha ormai vent’anni, è il motore di ricerca più usato nel mondo, ha sviluppato servizi e dispositivi dei quali non possiamo più fare a meno e che, riteniamo, ci semplifichino e migliorino la vita. Ma è tutto oro quello che luccica?
Utili Link
Doppiozero.com Capitale 2.0 (di Vanni Codeluppi)… Vedi...
Nova1000.ilsole24ore.com Recensione (di Marco Minghetti)… Vedi...
Oggi.it È tutto oro quel che Google? (di Claudio Castellacci)… Vedi...
Presentazione del volume

Tendiamo a usare le nuove tecnologie in modo istintivo, senza interrogarci troppo sul modo in cui modificano il nostro ambiente culturale.
L'ambizione di questo libro è viceversa di specificare temi e modi di questi cambiamenti, a partire dall'analisi puntuale dei territori in cui Google esercita il suo soft power.
Azienda leader fondata sull'innovazione radicale in tutti i campi, dal reclutamento del personale alla progettazione (Isabella Pezzini), Google è nota anzitutto per il motore di ricerca, continuamente perfezionato a partire dal suo stesso uso (Vincenza Del Marco). Ma oltre a mappare l'universo esistente Google tende a sua volta a configurarsi come un universo, locative medium che influisce sulla stessa percezione dello spazio, nell'interazione fra realtà e simulazione, off line e on line (Riccardo Finocchi, Dario Cecchi). I nuovi ambienti mediali caratterizzano anche i luoghi di lavoro e di consumo progettati da Google (Claudia Torrini e Tiziana Barone), benché i loro caratteri di utopia realizzata possano anche sollevare dubbi e interrogativi, e perfino prefigurazioni distopiche (Stefania Parisi). Centrale è il tema dello sguardo "attraverso lo schermo": progetti come Google Image Search e Google Art Project, ad esempio, mettono a disposizione degli utenti risorse iconografiche e collezioni museali straordinarie destinate a rivoluzionare tanto la ricezione quanto lo studio della visualità (Lucia Corrain, Anita Macauda, Francesca Polacci). Gli schermi tendono inoltre a scomparire, quasi a innestarsi sul nostro corpo, come nel caso dei Google Glass (Ruggero Eugeni). Non meno innovatrici sono le relazioni con il mondo della pubblicità e del marketing: nuove forme di interazione sono offerte a produttori e consumatori, attraverso i social, lo shopping on line, la profilazione degli utenti, l'analisi dei big data (Bianca Terracciano, Giulia Ceriani).
Se Google ci conduce senza sforzo apparente dalla semiosfera alla cybersfera, il passaggio non è così semplice: molti concetti fondamentali, come quello di identità e di memoria culturale, ne sono radicalmente trasformati ed è urgente comprenderne l'entità e le conseguenze (Patrizia Violi).

Vincenza Del Marco svolge attività di ricerca presso il Dipartimento di Comunicazione e Ricerca Sociale, Sapienza Università di Roma. È docente di Semiologia e retorica dei sistemi espositivi presso l'Accademia di Belle Arti di Brera.

Isabella Pezzini
è ordinaria di Filosofia e teoria dei linguaggi alla Sapienza Università di Roma, dove insegna Semiotica. Fa parte del Collegio del Dottorato in Comunicazione, ricerca sociale, marketing. Ha fondato e presiede LARS, Laboratorio Romano di Semiotica. Il suo sito: www.isabellapezzini.it

Indice
Isabella Pezzini, Verso l'infinito e oltre: uno sguardo su Google. Osservazioni introduttive
Vincenza Del Marco,
Da Google a Alphabet. Strategie e prospettive
Riccardo Finocchi,
Google, mappe e geolocalizzazione
Lucia Corrain, Anita Macauda, Google Art Project e i percorsi dello sguardo
Francesca Polacci,
Visitare i musei in un clic. Il discorso dell'accesso totale all'arte
Ruggero Eugeni,
Frammenti di un discorso poroso. I Google Glass come dispositivo postmediale
Dario Cecchi,
Dall'identificazione alla simulazione. Strategie della visione in Google Spotlight Stories
Bianca Terracciano,
I Love Google Shopping: liste, tassonomie e previsioni dei consumi online
Giulia Ceriani,
Big Data e Google Trend
Claudia Torrini, Tiziana Barone, Lo spazio relazionale di Google: dagli uffici agli store, dai dipendenti ai clienti il passo è breve
Stefania Parisi,
Big G e le altre. Fabbriche hi tech e lavoro (in)volontario
Patrizia Violi, Identità e memoria nell'epoca di Google
Gli autori.




newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi

Segnalazioni

Pubblicità