Sembrava nevicasse. La Eternit di Casale Monferrato e la Fibronit di Broni: due comunità di fronte all'amianto
Autori e curatori
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 160,      1a edizione  2016   (Codice editore 1573.450)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 20,00
Disponibilità: Buona




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891750235
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 14,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891748331
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve
Ricorrendo a fonti inedite, anche orali, l’Autore ricostruisce la storia della contaminazione da amianto in due casi fra i più gravi in Italia: quello maggiormente conosciuto di Casale Monferrato e quello meno noto di Broni, nell’Oltrepò Pavese. Lo studio degli attori politici e sociali sul territorio ha consentito di indagare analogie e differenze tra le due vicende, in particolare i difficili percorsi attraverso i quali il dramma collettivo si è integrato nell’identità comunitaria dei due centri urbani.
Presentazione del volume

L'amianto è stato a lungo considerato un materiale straordinario per le sue eccezionali caratteristiche fisiche e chimiche, per la sua grande versatilità di impiego, nonché per la sua economicità. Soprattutto nella seconda metà del Novecento il suo sfruttamento industriale è stato massiccio in moltissimi settori produttivi, in particolare nella fabbricazione di manufatti in fibrocemento per l'edilizia. Tuttavia, con il trascorrere del tempo, il minerale si è rivelato in tutta la sua pericolosità, non solo per i lavoratori ma anche per gli abitanti delle città che ospitavano siti produttivi.
Ricorrendo a fonti inedite, anche orali, l'Autore ricostruisce la storia della contaminazione da amianto in due casi fra i più gravi in Italia: quello maggiormente conosciuto di Casale Monferrato e quello meno noto di Broni, nell'Oltrepò Pavese. Lo studio degli attori politici e sociali sul territorio ha consentito di indagare analogie e differenze tra le due vicende, in particolare i difficili percorsi attraverso i quali il dramma collettivo si è integrato nell'identità comunitaria dei due centri urbani. Ciò fornisce un quadro vivido delle diverse modalità con cui opera il trade-off tra salute e lavoro nelle città industriali.

Bruno Ziglioli è ricercatore di Storia contemporanea presso il Dipartimento di Scienze politiche e sociali dell'Università di Pavia, dove insegna Storia dei movimenti e dei partiti politici. È membro del comitato scientifico della Fondazione Lombardia per l'Ambiente e collabora con l'Istituto per la Storia della Resistenza e della società contemporanea nel Biellese, nel Vercellese e in Valsesia. Si occupa di storia dell'ambiente, dell'antifascismo, dell'Italia repubblicana e di élite politiche nell'Ottocento. Ha pubblicato in questa collana La mina vagante. Il disastro di Seveso e la solidarietà nazionale (2010).

Indice
Sigle e abbreviazioni
Introduzione
L'amianto nel mondo e in Italia
(La fibra miracolosa; Polvere grigia nel Belpaese; Le Spoon River dell'amianto)
"Un posto sicuro": la Eternit di Casale Monferrato
(Le lotte sindacali per la salute; La "bomba mesoteliomi" e la chiusura della fabbrica; L'associazione delle vittime, i processi, la memoria)
"Prima il lavoro": Broni e la Fibronit
(Una storia diversa; Voci dalla fabbrica e dalla città; Una memoria difficile: lo stigma dell'amianto)
Assenze e presenze: considerazioni conclusive
Fonti
Indice dei nomi.




newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi