La Germania necessaria. L'emergere di una nuova leading power tra potenza economica e modello culturale
Autori e curatori
Contributi
Antonio Donno
Collana
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 208,      1a edizione  2017   (Codice editore 1792.242)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 27,00
Disponibilità: Discreta




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891752475
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 19,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891756190
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve
Da stato totalitario a paese vinto, da paese membro della comunità europea e atlantica a paese nuovamente unito, ora espressione di un modello culturale condivisibile a livello globale: la Germania ha vissuto importanti cambiamenti nel proprio percorso e nello scacchiere dell’Europa comunitaria. È mutato il rapporto di controllato/controllore in favore di un nuovo concetto di “necessità” di Germania. In tale ottica, il volume indaga il tema spinoso, ma anche affascinante, di una Germania necessaria e nuova leading power.
Utili Link
la Città Non è colpa della Germania (di Luigi Somma)… Vedi...
Presentazione del volume

Nel 2012 la Germania non si presentava più solo quale attore economico affidabile, non più solo come membro leader della Ue, ma sembrava muoversi autonomamente nello scacchiere internazionale e nelle aree di crisi, promuovendosi anche quale partner culturale. Era questa una novità interessante, che apriva spazi di analisi e nuove domande sul percorso che la Germania aveva vissuto: da stato totalitario a paese vinto, da paese membro della comunità europea e atlantica a paese nuovamente unito, ora espressione di un modello culturale condivisibile a livello globale. Ancor più sorprendente era il fatto che se la Germania era cambiata, lo era anche l'Europa, e non solo a causa della crisi economica. Molto avevano giocato gli allargamenti a Est e, non in ultimo, le difficoltà incontrate dall'Europa comunitaria nell'assumere un chiaro ruolo internazionale. In definitiva, era mutato il rapporto di controllato/controllore in favore di un nuovo concetto di "necessità" di Germania. Si poneva, a partire da quel momento, il tema spinoso, ma anche affascinante, di una Germania necessaria e nuova leading power.

Beatrice Benocci, giornalista, è dottore di ricerca in Storia delle relazioni internazionali. Collabora con le Cattedre di Storia contemporanea e Sociologia dell'Europa ed è membro del Centro Studi Europei, del Centro di Ricerca sul conflitto in Età Contemporanea e dell'Osservatorio Memoria e Legalità dell'Università di Salerno. I volumi: La grande illusione. La questione tedesca dal 1953 al 1963 (1998); Due presidenti e un'occasione mancata. Kennedy, Kruscev e la fine della guerra fredda (2010). Tra i saggi: Risorgimento e Mezzogiorno nella stampa tedesca (2014); Le aspettative italiane e il commercio con l'Est europeo tra malumori americani e profferte sovietiche, 1957-1960 (2015); Tedeschi, europeisti nonostante tutto (2015); La questione tedesca e il ruolo delle chiese (2016).

Indice
Antonio Donno, Prefazione
Premessa
Introduzione
L'Europa necessaria
(La scelta europeista della Germania divisa; Europa culla e gabbia per volere dei tedeschi; L'Europa, l'Euro e la riunificazione tedesca; La Germania, l'Europa e il mondo globalizzato)
L'illusione dell'anno zero e la formula Brandt
(L'isolamento tedesco; Willy Brandt e la riunificazione necessaria all'Europa; Gli inglesi e i cecoslovacchi; Fine dei giochi; La nuova Germania)
Un'economia potente, sociale e necessaria
(L'economia sociale di mercato; Il ruolo fondamentale delle esportazioni; Londra e la potenza economica tedesca; Un Modello Germania esportabile; La riunificazione tedesca e la tenuta del Modell Deutschland)
Tedeschi: europeisti, pacifisti, ambientalisti e cosmopoliti
(Il risveglio di un popolo; Il fervente pacifismo tedesco; Ambientalismo in Germania; L'europeismo tedesco attraverso i sondaggi di Eurobarometro; Germania, modello culturale)
La Germania necessaria
(Gli anni Novanta: la solitudine tedesca e ...; ... l'immobilismo europeo; L'Europa tedesca e vincente di Angela Merkel; La crisi economica e la Cancelliera; Germania, potenza globale; La Germania e l'uso della forza)
Germania potenza globale necessaria e ancora riluttante
Bibliografia
Indice dei nomi.




newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi