La paura dello straniero. La percezione del fenomeno migratorio tra pregiudizi e stereotipi
Contributi
Giovambattista Presti
Collana
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 114,      1a edizione  2019   (Codice editore 287.55)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 17.00
Disponibilità: Buona


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891787347

In breve
Le immagini dei barconi in avaria si alternano a quelle dei migranti accusati di crimini in ogni giornale e programma televisivo nazionale. Un tale racconto ha portato a considerare solo le negatività di un fenomeno antico, che di nuovo, a distanza di tempo, coinvolge l’Italia in modo significativo. Attraverso l’analisi di fattori culturali e psicopatologici propri di alcune popolazioni, il libro vuole indagare l’estensione di questo condizionamento e verificare il potere dell’esperienza personale quale garanzia contro il pregiudizio e la paura a priori.
Presentazione del volume

È una questione senza tempo quella dell'immigrazione: da sempre l'uomo si è spostato alla ricerca di un migliore tenore di vita, cercando nel mondo posti sicuri da ribattezzare "casa".
Oggi la migrazione ha assunto un significato nuovo ed evoca, il più delle volte, un'immagine di pericolo e morte, complice la narrazione dei mezzi di comunicazione che quotidianamente informano sulle conseguenze della fuga clandestina di uomini e donne da Paesi che vivono situazioni di forte criticità.
Le immagini dei barconi in avaria e dei passeggeri che si dimenano tra le onde si alternano a quelle dei migranti accusati di crimini in ogni giornale e programma televisivo nazionale.
L'esposizione prolungata a un racconto di questo genere ha portato a considerare solo le negatività di un fenomeno che è sempre esistito e che di nuovo, a distanza di tempo, coinvolge l'Italia in modo significativo.
Attraverso l'analisi di fattori culturali e psicopatologici propri di alcune popolazioni, il libro si propone di indagare l'estensione di questo condizionamento e di verificare il potere dell'esperienza personale quale garanzia contro il pregiudizio e la paura a priori.

Carmelo Dambone, psicologo clinico - psicoterapeuta, è docente di Comunicazione, mass media e crimine presso l'Università IULM di Milano. Presidente della Società Italiana di Psicologia Clinica Forense e Direttore Scientifico del corso di perfezionamento in Audizione e valutazione dell'idoneità a testimoniare in minori vittime di abuso sessuale e maltrattamento nonché docente di Psicologia clinica forense e Psicopatologia forense in varie scuole di psicoterapia italiane. In Italia ha preso parte al gruppo di lavoro e ha sottoscritto l'aggiornamento della Carta di Noto IV, linee guida nazionali sull'ascolto del minore testimone e vittima di abuso sessuale. È autore di diversi articoli, a carattere scientifico e divulgativo, nell'ambito della psicologia clinica forense.

Ludovica Monteleone, studiosa di politiche per la cooperazione internazionale allo sviluppo, ha frequentato la National High School Model United Nations Conference, prestigiosa simulazione dei processi diplomatici multilaterali che si tiene presso la sede delle Nazioni Unite a New York. È autrice di diversi articoli di cronaca per alcuni noti quotidiani online e web.

Indice
Giovambattista Presti, Prefazione
Introduzione
La percezione del rischio
(Il fenomeno dell'immigrazione in Italia; Costruire un senso di insicurezza; Forme di controllo nel contesto sociale)
Disagio e paura nella società multiculturale
(Culture differenti e la paura dell'immigrato; Lo straniero che delinque; Cultura e psicopatologia)
La cronaca e l'immigrato
(Le regole dell'informazione; Analisi della narrazione: criticità e contraddizioni; La spettacolarizzazione)
Terrorismo e immigrazione
(Analisi del fenomeno terroristico dopo l'11 Settembre; Nascita e sviluppo del terrorismo; Rapporto tra immigrazione e terrorismo)
Conclusioni
Appendice. Glossario Carta di Roma
Bibliografia
Sitografia
Ringraziamenti
Gli autori.