In viaggio con Pi Greco. Il racconto di un numero tra idee matematiche e vicende umane
Autori e curatori
Collana
Livello
Saggi, scenari, interventi
Dati
pp. 386,      1a edizione  2016   (Codice editore 46.3)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 29,00
Disponibilità: Buona





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 19,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 19,99
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve
Questo libro vuole presentare Pi Greco come punto di vista da cui osservare l’emergere della conoscenza nella storia dell’homo sapiens. Attraverso Pi Greco è possibile vedere emergere la matematica e capire come il fanatismo e la stupidità (senza frontiere) si possano mettere di traverso alla ragione (e a Pi Greco). L’autore è un docente di matematica (al Politecnico di Milano) particolarmente sensibile ai temi della didattica e della divulgazione della matematica.
Utili Link
Mondo Padano Tra idee matematiche e vicende umane (di Emilio Croci)… Vedi...
Presentazione del volume

π è un punto di vista da cui osservare l'emergere della conoscenza nella storia dell'homo sapiens, ma anche un oggetto che cresce nella coscienza dell'uomo al crescere della (sua) scienza. Attraverso π è possibile vedere emergere la matematica e capire come il fanatismo e la stupidità (senza frontiere) si possano mettere di traverso alla ragione (e a π).
π è un punto di riferimento sul quale basare una datazione parallela dei fatti storici e una classificazione delle civiltà basata sulla capacità di calcolo.
π incrocia l'infinito, il caso, i fantasmi e i numeri complessi. Con π si possono fare "mezze" operazioni, si attraversano il paradiso e l'inferno (matematici), si sperimenta la complessità e l'impossibilità a dare risposte.
Forse, (con Epicuro):
Se non ci turbassero i misteri dei cieli e il significato della morte e la nostra incapacità di comprendere i confini del desiderio e del dolore, non avremmo alcuna necessità della filosofia della natura.
E non staremmo qui a ragionare su π.

Egidio Battistini è docente del Dipartimento di Matematica del Politecnico di Milano, dove insegna Probabilità e Statistica e Analisi Matematica nei corsi di Ingegneria e Matematica in quelli di Architettura. I suoi interessi riguardano la matematica industriale e applicata, la statistica applicata, la didattica e la divulgazione della matematica.

Indice
Sequenza
Incipit
Parte prima. π, la preistoria
Primo interludio. Ipersfere, rasoi e... concetti socialmente
condivisi
Epoca seconda. π, la storia moderna
Secondo interludio. Trascendenza, paradiso e inferno
Parte terza. π, la storia contemporanea
Epilogo?
Ringraziamenti.




newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi