Le nostre spedizioni verranno sospese per la pausa estiva dal 27 luglio al 21 agosto (inclusi). Buone vacanze!
Godstok.

Giuseppe Losacco

Godstok.

I Papa boys al Giubileo del 2000

Edizione a stampa

23,00

Pagine: 48

ISBN: 9788846444776

Edizione: 1a edizione 2003

Codice editore: 1043.39

Disponibilità: Nulla

Il video che proponiamo all'attenzione degli studiosi e studenti di scienze sociali, nonché a quanti sono interessati, da diversi punti di vista, sia ai suoi contenuti (le giornate mondiali della gioventù in occasione del Giubileo 2000) sia alla forma in cui questi contenuti sono comunicati (un "saggio" visuale), costituisce parte integrante, ancorché autonoma, del contributo dell'unità di ricerca bolognese all'indagine nazionale sul Giubileo 2000, che ha interessato diverse sedi universitarie italiane.

Il video Godstock non è un documentario sul Giubileo, ma il punto di vista di un sociologo interno al progetto di ricerca (Pino Losacco) che si è immerso nelle giornate mondiali della gioventù, armato delle ipotesi teoriche emerse dall'indagine e della videocamera. Le sue riprese sono perciò il frutto di una scelta consapevole, operata a partire da quelle ipotesi.

Nella fase di montaggio, il punto di vista di Losacco si è confrontato con quello di Arnaldo Nesti, sociologo e studioso dei fenomeni religiosi, ed anch'egli membro dell'équipe di ricerca nazionale sul Giubileo. Le immagini di Losacco si sono incontrate con le parole di Nesti, dando vita a un prodotto visuale che è allora sociologico, e non giornalistico o documentaristico.

La scelta di presentare una parte dei risultati della ricerca nella forma del video sociologico non è stata casuale, ma riferibile alla differenza tra comunicazione verbale e visuale: il vedere viene prima delle parole, entra direttamente nella sfera delle emozioni, della comprensione empatica, delle sensazioni più profonde.

Losacco, in modo immediato e pre-logico, ci fa partecipare all'evento così come egli stesso l'ha vissuto e vi ha partecipato, ci fa sentire il caldo di quelle giornate d'agosto e il calore scaturito dall'esperienza, da parte di quei giovani, della condivisione, dell'identificazione e del coinvolgimento. E ci fa comprendere le giornate mondiali della gioventù in un modo diverso da quello che abbiamo potuto apprendere seguendo l'evento sui media, perché ci cattura sul piano emotivo e nello stesso tempo ci costringe ad una riflessione non superficiale. La forza delle immagini di Losacco viene ulteriormente rafforzata dalle parole di Nesti: il verbale e il visuale insieme diventano così uno strumento comunicativo di grande potenza.

Contributi: Patrizia Faccioli, Arnaldo Nesti

Collana: Laboratorio sociologico

Argomenti: Comunicazione politica - Sociologia delle religioni

Potrebbero interessarti anche