Restauratore di beni culturali: regole, profili di competenza, formazione, lavoro

Strade e dimensioni per uscire dal labirinto

Contributi
Mariangela Bastico, Elena Corradini, Cecilia Della Casa, Maurizio Michelucci
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 528,      1a edizione  2003   (Codice editore 488.24)

Restauratore di beni culturali: regole, profili di competenza, formazione, lavoro. Strade e dimensioni per uscire dal labirinto
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 22,00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846447708

Presentazione del volume

Chi è il restauratore di beni culturali? Quali competenze ha o deve possedere? Come interpretare ed applicare il variegato quadro normativo di riferimento (ancora in forte evoluzione)? Come tutelare, rendere accessibile e riconoscibile questa importante professionalità?

Porsi queste (ed altre) domande significa entrare in un intricatissimo labirinto, caratterizzato da incroci ed intrecci di variabili normative , ad esempio in relazione alla disciplina del profilo di restauratore; variabili professionali , specie in rapporto alla garanzia di un esercizio legittimo e di qualità della stessa professione; variabili formative , ad esempio inerenti agli idonei canali, nonché alle modalità di accesso e qualificazione della figura; variabili occupazionali , in particolare riguardanti l'incontro tra domanda ed offerta di lavoro e le legittime richieste (delle imprese, dei singoli, degli attori della programmazione); variabili scientifiche, tecnologiche e culturali , in ordine al ricco dibattito in materia; variabili politiche ed istituzionali , in rapporto al peso di punti di vista ed interessi differenti (talvolta conflittuali) riconducibili al restauro dei beni culturali.

La pubblicazione affronta tale difficile esplorazione utilizzando vari approcci e discipline, il contributo scientifico e teorico di numerosi autori e studiosi, l'opinione, rilevata sul campo, dei protagonisti del settore dei beni culturali e dei restauratori, al fine di proporre al vaglio del lettore alcune strade e dimensioni per uscire dal labirinto.

Christian Favarin , esperto di analisi e metodologie formative, si occupa di progettazione e ricerca per IAL ER Area di Modena e Reggio Emilia.

Cristina Ferrari , esperta di metodologie formative, progettista ed autrice di diversi saggi e pubblicazioni, è responsabile progettazione di IAL ER Area di Modena e Reggio Emilia e project leader di IAL Emilia-Romagna.

Francesco Scaringella , ricercatore, progettista ed autore di diversi saggi e pubblicazioni, è responsabile ricerca e sviluppo di IAL ER Area di Modena e Reggio Emilia e project leader di IAL Emilia-Romagna.

Elena Corradini , autrice di oltre 140 pubblicazioni, è direttore archeologo coordinatore presso la Soprintendenza Regionale e professore a contratto di Museologia e Critica artistica e del Restauro all'Università di Modena.

Cecilia Della Casa , esperta di patrimonio monumentale, è libera professionista nel settore della tutela, conservazione e valorizzazione dei beni culturali.

Indice


Mariangela Bastico, Prefazione
Maurizio Michelucci, Presentazione
Premessa metodologica ed una metafora per la ricerca
(Idea originaria del progetto, riferimenti normativi e fasi di indagine; Il disegno di legge Urbani-Moratti del 2002; Il labirinto della ricerca ed il labirinto come metafora; Punti fermi e "segni per terra"; Guida alla lettura della pubblicazione)
La mappatura dei profili di competenza: una analisi comparata delle fonti
(Premessa; Il processo di mappatura delle competenze: modelli, opzioni e definizioni; L'analisi delle fonti; Raccordo ragionato delle competenze mappate: verso i profili di competenza; Conclusioni. Il percorso effettuato e una strada per il coinvolgimento dei protagonisti)
Una visione dinamica: excursus storico-normativo e l'esperienza dei "testimoni privilegiati"
(Premessa; Impostazione metodologica; Il quadro di riferimento istituzionale: disgressione storico-normativa per l'interpretazione dei risultati (le norme, le scuole, il problema dell'insegnamento, la tradizione, la bottega...); Presentazione ragionata dei risultati; Conclusioni. Nodi, intrecci, segnali. La strada che porta ai restauratori)
La voce dei restauratori
(Premessa; Impostazione metodologica; Presentazione dei protagonisti: i dati anagrafici, strutturali ed organizzativi; L'esperienza formativa e lavorativa dei restauratori; Le competenze dei restauratori; La consapevolezza e la valutazione delle norme di riferimento; La propensione all'assunzione; Conclusioni. Il tempo delle proposte)
Strade e dimensioni per uscire dal labirinto
(Premessa; Dimensioni metodologiche e coordinate teoriche: il valore d'uso delle competenze e l'Unità di Competenza; Il valore di scambio delle competenze: dimensioni operative e percorsi da sperimentare; Proposte e strade possibili per la regione Emilia-Romagna; Conclusioni. Ma si esce dal labirinto?)
Appendice metodologica
(Script di intervista a "testimoni privilegiati"; Questionario di indagine quantitativa "sul campo" presso operatori del settore del restauro dell'Emilia-Romagna; Elenco dei restauratori dell'Emilia-Romagna intervistati nella fase di indagine "sul campo")
Appendice bibliografica
(Sezione beni culturali e restauro; Sezione metodologica della ricerca, analisi fabbisogni, programmazione e progettazione formativa; Sezione normative, documenti programmatici e indirizzi).