Progetti ambientali e cooperazione

Identità locale in armonia con lo sviluppo

Autori e curatori
Contributi
Manlio Vendittelli
Collana
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 192,      1a edizione  2004   (Codice editore 1118.5)

Progetti ambientali e cooperazione. Identità locale in armonia con lo sviluppo
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 24,00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846455666

Presentazione del volume

Quando una conseguenza del mercato globale potrebbe essere l'omologazione della cultura e dei comportamenti, è interessante capire come si possano attuare, in alternativa, politiche di tutela e valorizzazione delle identità locali.

Le questioni ambientali devono essere affrontate sulla base di una corretta pianificazione; nessuna risorsa può essere impiegata senza una chiara strategia di intervento sull'intero sistema ambientale e culturale di riferimento.

Non è superfluo rimarcare che queste strategie non possono essere elaborate all'esterno delle aree interessate se si vogliono affrontare con successo le istanze sociali ed economiche nel rispetto delle compatibilità ambientali.

L'assegnazione di valore al capitale naturale e la valorizzazione delle culture locali, richiedono schemi progettuali sempre più complessi. Bisogna cambiare l'approccio teorico e le prassi operative dei paesi ricchi, puntando sui vantaggi generati da forme di confronto e di cooperazione legate alla complessità sistemica, allo scambio e al reciproco arricchimento tecnico e scientifico.

Non più trasferimenti di risorse e di cultura ma co-operazione nel suo significato etimologico: operare congiuntamente con la consapevolezza di poter contribuire a risolvere i problemi locali traendo vantaggio per la reciproca formazione e sapienza.

È necessario ricondurre la soluzione dei problemi globali all'interno della logica dei centri di gestione locale, e ancora meglio alle reti di questi centri.

La conseguenza logica di questo ragionamento è che la prima azione concreta di cooperazione, propedeutica a qualsiasi intervento, dovrebbe essere la promozione di centri locali per la cooperazione, intesi come luoghi stabili di pianificazione ambientale partecipata, dal cui funzionamento gestionale dipende il buon esito dei progetti di sviluppo locale.

Maurizio Imperio (Catania, 1960) architetto e dottore di ricerca in pianificazione territoriale, è professore a contratto presso l'Università Mediterranea di Reggio Calabria. Responsabile del laboratorio di trasformazioni ambientali 1 del CdL in Architettura dei giardini e paesaggistica; coordina le attività per la redazione del Piano del Parco Nazionale dell'Aspromonte . È impegnato nel campo della cooperazione internazionale non profit e dello sviluppo locale; sul tema ha pubblicato Le unità di paesaggio; Piano e gestione territoriale; e saggi in Ecolandia. Gioco e complessità; Sulla via della cooperazione decentrata. Cittadinanza e territori.

Indice


Manlio Venditelli , Prefazione
Parte I. L'approccio teorico
Introduzione
Le categorie culturali di interpretazione dello sviluppo
(Tra sviluppo e sottosviluppo: lo sviluppo umano; Lo sviluppo sostenibile e la crescita insostenibile; Lo sviluppo umano e l'equilibrio ambientale)
Il ruolo della pianificazione ambientale per la valorizzazione delle identità locali
(Complessità sistemica e pianificazione territoriale; L'irreversibilità del tempo e il valore relazionale dello spazio; I concetti di sviluppo e capacità di carico nella teoria del limite; Lo sviluppo locale come sintesi della pianificazione ambientale; L'analisi del territorio per unità di paesaggio)
Il ruolo della cooperazione internazionale per lo sviluppo umano
(Le politiche degli stati e l'organizzazione degli interventi; I nuovi strumenti legislativi e finanziari: la reciprocità disattesa; Gli strumenti operativi)
La costruzione partecipata degli interventi
(I laboratori di cooperazione per la pianificazione ambientale; La partecipazione nei progetti ambientali; La partecipazione e l'ecoscambio; La valutazione degli interventi; La valutazione degli interventi in Ecoscambio)
Parte II. Le applicazioni progettuali
Le immagini salienti
Il progetto Los Mogotes per la provincia cubana di Pinar del Río: dal piano territoriale al progetto di cooperazione
(Il piano territoriale; Il progetto di cooperazione)
La metodologia per il Piano del Parco Nazionale dell'Aspromonte
(Premessa; Finalità, obiettivi e strategie; Organizzazione del sistema di conoscenza; Metodologia di piano: criteri di intervento e progetti norma; Individuazione delle zone a diverso grado di utilizzazione; La rete ecologica e le aree contigue; La viabilità; Il monitoraggio delle qualità ambientali)
Progetto di gestione ambientale nell'area metropolitana di San Salvador: il piano territoriale come strumento strategico di cooperazione internazionale
(I criteri di indirizzo per il piano territoriale; Il progetto di cooperazione)
Riduzione degli impatti ambientali nel territorio di Beit Lahiya, Striscia di Gaza
(Il contesto generale; Il progetto)





Pubblicità