Il sito del vicino è sempre più verde

La comunicazione tra committenti e progettisti di siti internet

Contributi
Mehdi Jazayeri, Stefano Zanoli, Franco Bernabè
Livello
Testi per professional
Dati
pp. 112,   1a ristampa 2006,    1a edizione  2004   (Codice editore 724.27)

Il sito del vicino è sempre più verde. La comunicazione tra committenti e progettisti di siti internet
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 15,00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846460615

Presentazione del volume

Nei primi tempi, i siti web offrivano semplicemente accesso a informazioni ben strutturate e semplici. Erano creati da scienziati al fine di rendere accessibili i propri risultati ad altri scienziati. E questi scienziati, ansiosi di recuperare le informazioni cercate, erano noncuranti di qualsiasi carenza del sito fintanto che riuscivano ad accedere al documento che volevano. Oggi non è più così!

I siti web oggi sono creati per fornire servizi e informazioni multimediali a utilizzatori che si aspettano efficienza, accuratezza, privacy, sicurezza, credibilità e così via. I siti web non sono creati da scienziati per scienziati, ma da sviluppatori specializzati per utenti non esperti.

Questo libro presenta – in modo piacevole – i risultati di una ricerca condotta sui problemi di comunicazione che nascono nella fase di sviluppo del web. Il lavoro si basa su esperienze pratiche raccolte in diversi anni durante la fase di sviluppo di siti web di diversa complessità. L’importanza dell’esperienza pratica in quest’area non sarà mai sovrastimata.

(dalla Prefazione di Mehdi Jazayeri, Technische Universität Wien e Università della Svizzera italiana)

Quello della progettazione web è un compito complesso, che impone un approccio di tipo olistico che si avvalga dell’apporto di più campi del sapere, al confine fra più discipline e a cavallo fra la cultura scientifica e quella umanistica. Tanto più oggi che, con il progresso tecnologico, gli strumenti di accesso al web non sono più solo lo schermo e la tastiera dei computer; l’accesso alle informazioni deve essere garantito anche su palmari e telefonini, oppure attraverso dispositivi multicanale, e necessita di linguaggi diversi a seconda del device usato.

(dalla Postfazione di Franco Bernabè, presidente di Kelyan)

Un testo indirizzato sia ad analisti e sviluppatori, sia a manager e responsabili di progetto, che sono disorientati parlando di web.

Lorenzo Cantoni è professore presso la Facoltà di Scienze della Comunicazione dell’Università della Svizzera italiana (Lugano). Presso questo ateneo dirige i laboratori webatelier.net : laboratorio di produzione e promozione su internet e NewMinE : New Media in Education; è inoltre direttore esecutivo del TEC-Lab , il Technology Enhanced Communication Lab.

Chiara Piccini sta completando un dottorato di ricerca presso l’Università della Svizzera italiana sul tema della comunicazione nelle comunità di pratica. Dal 2000 è assistente presso il webatelier.net e dal 2002 presso la cattedra di Psicologia della comunicazione.

Indice


Mehdi Jazayeri , Prefazione
Stefano Zanoli , Introduzione
Di che cosa parla questo libro, a chi, perché e come
(Il contesto; L’origine della ricerca; Il metodo della ricerca; I destinatari del testo; La struttura del testo)
Il sito web, dall’idea alla gestione
(Il modello del bar; Cenni ai modelli d’analisi dei requisiti)
Il sito web, chi lo fa e chi lo fa fare
(Gli interlocutori; Il mondo e le sue rappresentazioni; Il fattore tempo)
Pensiamo la stessa cosa!
(Disposti ad ascoltare; Comunità, pratiche e comunità di pratiche; A ciascuno il suo mestiere; Una storia fortunata/quando lo racconterà a cena?; Che cosa lo sveglia la notte?; Di che cosa stiamo parlando?; Che cosa succede ora, che cosa succederà dopo?; Un sito perfetto non fu mai scritto…)
Franco Bernabè , Postfazione.




newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi