Con il mare negli occhi

Storia, luoghi e memorie dell'esodo istriano a Torino

Autori e curatori
Contributi
Raoul Pupo
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 224,   figg. 18,     1a edizione  2005   (Codice editore 985.16)

Con il mare negli occhi. Storia, luoghi e memorie dell'esodo istriano a Torino
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 22,50
Condizione: esaurito
Disponibilità: Nulla
Codice ISBN: 9788846463418

Utili Link

La Gazzetta del Mezzogiorno Foibe, eredità della sconfitta (di Vito Antponio Leuzzi)… Vedi...

Presentazione del volume

L'esodo di buona parte della popolazione italiana dell'Istria rappresenta un passaggio drammatico e tormentato nella storia contemporanea del nostro paese. È in queste terre che si estendono lungo la linea del confine orientale che si assiste ad uno spostamento forzato di popolazione che coinvolge circa 350 mila individui costretti ad intraprendere la via dell'esilio dirigendosi verso Trieste e numerose altre località sparse nella penisola dove trovano ospitalità all'interno dei diversi campi profughi, oppure spingendosi verso territori ben più lontani come le Americhe e l'Australia.

La traiettoria di questi individui, obbligati ad abbandonare la propria terra senza però mai perdere le tracce della loro identità, tocca in modo rilevante anche Torino dove la presenza dei grandi apparati industriali esercita sugli esuli una forte capacità attrattiva.

Le fonti archivistiche e le parole dei testimoni raccontano l'arrivo, l'accoglienza in città, l'adattamento alla vita del campo profughi delle Casermette in borgo San Paolo, il trasferimento qualche anno dopo nelle "case rosse" di Lucento, il lavoro (in particolare nella storica Manifattura Tabacchi del Regio Parco), il tempo libero. Ne risulta una storia a più voci che ci parla delle difficoltà di inserimento, ma anche dell'integrazione nel tessuto urbano e sociale cittadino di una comunità che serba tuttavia vivissimo il senso delle sue origini.

Enrico Miletto è ricercatore presso l'Istituto piemontese per la storia della Resistenza e della società contemporanea "Giorgio Agosti" di Torino per il quale ha realizzato l'e-book Torino 1938/1945: la città delle fabbriche . Collabora anche con la Fondazione Vera Nocentini di Torino con la quale ha recentemente pubblicato il volume Sotto un altro cielo. Donne immigrate a Torino: generazioni a confronto (Torino, 2004).

Indice


Raoul Pupo , Prefazione
Nota metodologica
Parte I.
L'esodo istriano
(L'esodo nella voce dei testimoni; L'esodo sulle pagine dei quotidiani torinesi)
L'arrivo
(L'accoglienza in Italia; L'arrivo a Torino; L'accoglienza a Torino; Il campo profughi: le Casermette di borgo San Paolo; Lo smantellamento del Centro Raccolta Profughi Casermette; Le "case rosse")
Il lavoro, la discriminazione, l'integrazione e il tempo libero
(Il lavoro; La discriminazione; Il tempo libero e l'integrazione; L'identità e la nostalgia)
Parte II.
Gli istriani e la Manifattura Tabacchi di Torino: un caso di studio
(Le origini; Il lavoro nella Manifattura Tabacchi; La conflittualità operaia; La forza lavoro)
Dall'Istria a Torino
(L'arrivo; L'arrivo a Torino)
I percorsi lavorativi
(Le carriere)
La memoria e i testimoni
(Note biografiche dei testimoni; interviste)




newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi