La complessità della tradizione

Festa, museo e ricerca antropologica

Autori e curatori
Contributi
Laura Bonato, Piercarlo Grimaldi
Argomenti
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 192,   1a ristampa 2007,    1a edizione  2005   (Codice editore 62.61)

La complessità della tradizione. Festa, museo e ricerca antropologica
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 18,00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846471536

Presentazione del volume

Che l'individuo della complessità sia colui che più di ogni altro persegue la tradizione come spazio e tempo protetto entro cui ricercare, reinventare e coltivare antiche e nuove radici è cosa risaputa.
Gian Luigi Bravo dopo aver reso trasparente questo modello socioantropologico che attiene alla società postmoderna con l'esemplare ricerca sul campo di Belvedere Langhe, comunità arrampicata sulle colline dell'alta Langa, nello studio Festa contadina e società complessa (Milano, 1983), ha continuato proficuamente il lavoro teorico esplorando alcuni domini antropologici che gli hanno permesso di approfondire ulteriormente il dibattito fra tradizione e società complessa.
Il volume contiene saggi che nell'arco di qualche lustro hanno affrontato soprattutto i temi della festa popolare e dei musei contadini. L'orizzonte contemporaneo è caratterizzato da una sorprendente quanto inattesa ripresa di questi istituti folklorici che, più di altri, sembrano promettere e permettere complessi processi d'appaesamento, il recupero di pendolari identità sperdute nelle complesse reti strumentali della postmodernità. Le feste e i musei paiono essere la risorsa culturale più opportuna per l'individuo di autorappresentarsi attivamente sul teatro della vita al fine di non morire dimenticato, per sopravvivere a qualche giro di stagione, come ci ricorda Cesare Pavese.
Una raccolta di saggi, dunque, che indica nuovi e fecondi sentieri, temi promettenti del prossimo e appassionato dibattito antropologico sull'uomo del presente.

Gian Luigi Bravo è professore ordinario di Antropologia culturale presso la Facoltà di Lingue e letterature moderne dell'Università degli Studi di Torino. Dal 2001 è presidente dell'Associazione Italiana Studi Etnoantropologici (AISEA). Tra le sue pubblicazioni: La solidarietà difficile, Padova, 1972; Classi, tradizioni, nuova cultura, Ivrea, 1976; Festa contadina e società complessa, Milano, 1984; Italiani: racconto etnografico, Roma, 2001, Feste, masche, contadini, Roma, 2005.

Indice


Piercarlo Grimaldi, Introduzione. Logiche tradizionali, logiche di umanità
Parte I. Le feste tradizionali fra riproposta e invenzione
Sacra rappresentazione e bricolage
Radici e modernità
La riproposta di una cerimonia primaverile
Coscritti in Piemonte
La festa reinventata
Archiviare l'immaginario religioso e la ritualità tradizionale
Orso e capra a nuova vita
Parte II. I musei locali e i beni Dea
Beni culturali e ricerca antropologica
Archivio del patrimonio - Beni immateriali demoetnoantropologici (Dea)
Beni culturali Dea, definizione e ambito
Archivi: costruzione e usi
I musei etnografici e locali nel loro contesto socio-culturale
Far parlare il museo
Problemi di impostazione e di metodo
Laura Bonato, Bibliografia di Gian Luigi Bravo.





Pubblicità