Disuguaglianze digitali nella scuola

Gli usi didattici delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione in Piemonte

Autori e curatori
Contributi
Doriano Azzena, Paola Borgna, Maria Adelaide Gallina, Luciano Gallino, Claudio Masiero, Anna Alessandra Massa, Alberto Parola, Mariella Piscopo, Maria Cristina Protti, Michele Tortorici, Roberto Trinchero
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 352,      1a edizione  2006   (Codice editore 1152.3)

Disuguaglianze digitali nella scuola. Gli usi didattici delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione in Piemonte
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 27,50
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846479990

Presentazione del volume

La net-education può essere definita come un insieme di attività didattiche e di processi di apprendimento che utilizzano massivamente Internet come infrastruttura tecnologica, e il Web come giacimento culturale. Si tratta dell'innovazione più radicale con cui la scuola abbia dovuto confrontarsi da alcune generazioni a questa parte.
Il Web contiene più documenti storici, testi letterari, immagini, musica, saggi scientifici di quanti ne contengano, sommate, le maggiori biblioteche e musei del mondo. E Internet è capace di portare in pochi secondi un qualsiasi documento, scelto tra i miliardi memorizzati nel Web, sul grande schermo di un'aula di lezione, oppure sul piccolo schermo del Pc dello studente che vuole seguire un corso a distanza. In potenza, si tratta di una trasformazione radicale del modo di apprendere e di insegnare. Per trasformare le potenzialità didattiche e formative di Internet in buone pratiche di net-education nella vita quotidiana della scuola un ruolo dominante spetta naturalmente agli insegnanti.
Questa ricerca disegna lo spazio nel quale si colloca un campione vastissimo - oltre 5.000 persone - di insegnanti del Piemonte per quanto riguarda l'uso che fanno di Internet a fini formativi e vuol contribuire alla comprensione degli ostacoli materiali e culturali che si frappongono al passaggio da una utenza minimale a un uso ragionevolmente intensivo della net-education, e alla individuazione dei mezzi più efficaci per superarli. Partendo da un dato: grazie agli investimenti sulle infrastrutture di rete effettuati dalla Fondazione Crt per mezzo del Csi-Piemonte, alle sollecitazioni trasmesse alle scuole dalla Fondazione per la Scuola della Compagnia di San Paolo mediante i suoi concorsi annuali cui partecipano centinaia di istituti, e all'impegno dell'Ufficio Scolastico Regionale, gli insegnanti del Piemonte hanno oggi a disposizione dei mezzi per la net-education che molte regioni possono invidiare. (Dalla Prefazione di Luciano Gallino)

Renato Grimaldi è professore ordinario di Metodologia e tecnica della ricerca sociale presso la Facoltà di Scienze della formazione dell'Università degli Studi di Torino. Lavora al progetto Far (www.far.unito.it) sulla formazione aperta e assistita dalle reti telematiche e ha la condirezione scientifica del KeiLab (Knowledge Exchange Initiative Lab), laboratorio permanente dedicato alle comunità della conoscenza. Tra le più recenti pubblicazioni ricordiamo: Valutare l'Università. La Facoltà di Scienze della Formazione a Torino (a cura di), 2001; Le risorse culturali della Rete (a cura di), 2003; Piccoli campioni (non crescono). Il controllo delle relazioni tra variabili categoriali in condizioni critiche, 2004; Metodi formali e risorse della Rete. Manuale di ricerca empirica (a cura di), 2005.

Indice



Presentazione
Luciano Gallino, Prefazione
Renato Grimaldi, Introduzione. Gli usi didattici delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione nelle scuole del Piemonte
Adelaide Gallina, Tecnologie dell'informazione e della comunicazione: verso nuovi modelli di insegnamento/apprendimento
Renato Grimaldi, La popolazione, il campione, la raccolta dei dati. Problemi di metodo e valutazione della qualità della ricerca
Paola Borgna, Insegnanti e uso del computer: un profilo descrittivo
Roberto Trinchero, Soluzioni innovative o nuovi problemi? Tipologie di atteggiamenti degli insegnanti verso le Tic
Mariella Piscopo, Insegnanti e tecnologie dell'informazione e della comunicazione: differenze per ordine di scuola e settore disciplinare
Mariella Piscopo, Dotazione delle risorse infotelematiche e soddisfazione: il punto di vista degli insegnanti
Renato Grimaldi, Doriano Azzena, L'accesso a Internet degli insegnanti
Maria Adelaide Gallina, Un'identità professionale dinamica: competenze infotelematiche per insegnare
Paola Borgna, La Rete tra rischi e opportunità
Alberto Parola, Comunicazione con le famiglie e uso delle Tic con alunni disabili
Claudio Masiero, La partecipazione degli insegnanti a progetti didattici regionali
Anna Alessandra Massa, Gli insegnanti e la produzione per il Web
Maria Cristina Protti, La parola agli insegnanti: le risposte alle domande aperte
Michele Tortorici, Tic: sottolineare la c
Le scuole del Piemonte sul Web
Riferimenti bibliografici e sitografici
Due Fondazioni torinesi al servizio della scuola.