Piani e politiche territoriali in aree di parco

Cinque modelli di innovazione a confronto

Autori e curatori
Contributi
Attilio Caldarera, Emilio Chiodo, Giovanni Cialone, Mirella Fiore, Carlo Gasparrini, Massimo Geraci, Salvatore Giarratana, Angela Imbesi, Maria Raffaella Lamacchia, Nicola Martinelli, Cinzia Panneri, Daniele Virgilio
Collana
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 176,   figg. 15,  1a ristampa 2007,    1a edizione  2007   (Codice editore 1862.106)

Piani e politiche territoriali in aree di parco. Cinque modelli di innovazione a confronto
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 20,00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846484758

Presentazione del volume

Le aree interessate da parchi naturali sono state negli ultimi anni - in Italia come in Europa - il palcoscenico di diffuse sperimentazioni volte a combinare i dispositivi normativi per la salvaguardia delle risorse naturali con le pratiche indirizzate a sollecitare processi di valorizzazione territoriale e sviluppo locale. È un percorso che ha investito tanto la cultura e le discipline territoriali quanto le strutture preposte alla tutela ed alla gestione delle aree protette, apertesi dopo anni di crisi finanziarie e confinamento a ruoli di pura vigilanza ai temi della programmazione integrata e della pianificazione strategica territoriale.
Il presente lavoro riflette sugli esiti e l'efficacia di tali tentativi di innovazione a partire dall'esperienza di cinque parchi italiani, collocati in contesti profondamente eterogenei dal punto di vista istituzionale, ambientale e urbanistico: isole naturali pressoché marginali ad intense dinamiche di sviluppo urbano (Gargano, Nebrodi), contesti sottoposti a più intense e consolidate pressioni dai flussi turistici (Cinque Terre, Gran Sasso), un'area quasi integralmente collocata in un sistema metropolitano di grande complessità (Vesuvio).
L'ipotesi di partenza - per molti versi confermata dagli studi di caso - si fonda su almeno due presupposti: che l'efficacia delle strategie integrate di tutela e valorizzazione territoriale non può essere affidata automaticamente alla qualità delle risorse ambientali ma va alimentata da una costante propensione alla progettualità ed all'innovazione sociale; che la capacità cooperativa nella costruzione di solide partnership socio-economiche, oltre che svolgere le più tradizionali funzioni di gestione e vigilanza delle aree protette, sia per gli enti parco una condizione decisiva per conseguire un efficace governo integrato del territorio ed attivare più duraturi processi di sviluppo locale.

Ignazio Vinci è ricercatore di Urbanistica all'Università di Palermo dove insegna Progettazione urbanistica e Politiche urbane e territoriali. I suoi interessi scientifici si rivolgono in particolare allo studio e all'accompagnamento di piani strategici territoriali e di politiche integrate a supporto dei processi di sviluppo locale. Tra le sue principali pubblicazioni Politica urbana e dinamica dei sistemi territoriali (FrancoAngeli, 2002); Il radicamento territoriale dei sistemi locali (FrancoAngeli, 2005).

Indice



Salvatore Giarratana, Massimo Geraci, Attilio Caldarera, Presentazione
Ignazio Vinci, Parchi quali spazi di innovazione territoriale
Daniele Virgilio, Angela Imbesi, Parco nazionale delle Cinque Terre
(Il contesto locale; Il processo di istituzione "dal basso" del Parco Nazionale; Il Piano del Parco; Il Piano del Parco nel sistema di pianificazione locale e regionale; Le esperienze di progettazione innovativa e programmazione negoziata; Conclusioni; Riferimenti bibliografici)
Giovanni Cialone, Emilio Chiodo, Parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga
(Introduzione; Il contesto territoriale; Gli strumenti di pianificazione; Esperienze di progettazione territoriale innovativa; Considerazioni conclusive: interdipendenza e coerenza dei processi di programmazione; Riferimenti bibliografici)
Nicola Martinelli, Maria Raffaella Lamacchia, Parco nazionale del Gargano
(Premessa; Il contesto territoriale; Le fasi di istituzione ed evoluzione recente del Parco; Il Piano Territoriale del Parco; Esperienze di progettazione territoriale innovativa o di programmazione negoziata; L'innovazione gestionale: forme partenariali e sperimentazione di accordi; Indipendenza con i processi di pianificazione urbanistica e territoriale alla scala locale-regionale; Riferimenti bibliografici)
Carlo Gasparrini, Cinzia Panneri, Mirella Fiore, Parco nazionale del Vesuvio
(Un Parco nazionale in un contesto metropolitano; Il Piano del Parco: il parco come risorsa ambientale per lo sviluppo economico e sociale del territorio vesuviano; Le politiche di programmazione territoriale integrata e il Parco; L'EPNV come promotore di iniziative innovative e partner di progetti a scala territoriale; La gestione del rischio Vesuvio come elemento per raccordare pianificazione territoriale e locale e sperimentazione l'integrazione con la programmazione dello sviluppo economico)
Ignazio Vinci, Parco regionale dei Nebrodi
(Il territorio del parco; Funzioni normative e pianificazione urbanistica del Parco: alla ricerca del tempo perduto; La programmazione integrata territoriale I; La programmazione integrata territoriale II: verso la pianificazione strategica d'area vasta; Considerazioni conclusive; Riferimenti bibliografici)
Gli autori.