Interpretare la tutorship

Nuovi significati e pratiche nella scuola dell'autonomia

Autori e curatori
Contributi
Pierangelo Barone, Annella Bartolomeo, Laura Formenti, Walter Fornasa, Matteo Lei, Alfio Maggiolini, Katia Provantini, Anna Rezzara, Marilena Vimercati
Livello
Textbook, strumenti didattici
Dati
pp. 224,      1a edizione  2007   (Codice editore 292.1.10)

Interpretare la tutorship. Nuovi significati e pratiche  nella scuola dell'autonomia
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 20,00
Disponibilità: Nulla
Codice ISBN: 9788846484307

Presentazione del volume

La tutorship nella scuola è argomento controverso, come dimostra l'esteso rifiuto della figura del tutor proposta dalla recente riforma del sistema di istruzione e formazione professionale.
Perciò occorre riparlarne. Per esplorare quali concezioni della tutorship dovrebbero ispirare pratiche che possano renderla realmente utile ed efficace ai fini dell'apprendimento e del successo scolastico, come una delle strade possibili per rispondere alla nuova domanda di formazione, personalizzare i percorsi formativi, diffondere innovazione.
Questo libro si rivolge a tutor, docenti e dirigenti scolastici della scuola secondaria di primo e secondo grado, come contributo per progettare e realizzare, nella scuola dell'autonomia, una tutorship pedagogicamente "sostenibile", ma anche a coloro che si preparano per accedere alla professione docente. Della tutorship affronta i significati, i riferimenti culturali e scientifici, le declinazioni operative, gli esempi europei. Tocca questioni calde, quali il tutorato diffuso o affidato a un unico docente. Si occupa in particolare del tutor per contrastare la dispersione scolastica e favorire l'orientamento, e del tutor per lo stage.
Offre inoltre contributi di esperte ed esperti in psicopedagogia, centrati sul lavoro del tutor ma importanti anche per ogni insegnante: le relazioni professionali e le "relazioni di aiuto", la dimensione della valutazione, la metacognizione, il colloquio educativo, l'autonomia nella relazione tutoriale, l'adolescenza oggi dal punto di vista pedagogico e psicologico.

Ornella Scandella, docente di Scienze dell'educazione per la SSIS presso le Università degli Studi di Bergamo e di Milano-Bicocca, collabora con quest'ultima Università, con Isfol - Area sistemi formativi - e con Irre Lombardia; è componente del Comitato scientifico della Fondazione Zaninoni di Bergamo e del gruppo di redazione di "Pratiche EdA", inserto della rivista "Adultità". Oltre ad articoli e saggi in riviste specializzate e volumi collettivi, ha pubblicato i volumi Tutorship e apprendimento (Firenze 1995) e La scuola che orienta (Milano 2002).

Indice



Ornella Scandella, Introduzione
Parte I. I significati
Il tutor
(Semantica di tutor; Il senso educativo; Tutor, mentore, coach: alla ricerca di identità; Il tutor nella normativa: tra identità e libertà interpretative; Metafore del tutor)
Le visioni della tutorship
(Interrogando esperienze e contributi scientifici; Gli approcci metodologici; Per una visione sistemica; Centralità pedagogiche)
Multifunzionalità della tutorship
(Una funzione poliedrica; Per l'apprendimento: riflessività e metacognizione; Per l'orientamento: progettualità e autonomia; Per l'identificazione: costruzione, conoscenza e valorizzazione di sé; Per l'esperienza in contesti di lavoro: scoprire connessioni)
Parte II. Le pratiche
I servizi tutoriali nel sistema dell'istruzione dei paesi europei
(Le scelte metodologiche di indagine; Finalità e scopi; Natura dei servizi tutoriali; Figure professionali; Il docente tutor; Destinatari)
Il tutor nella scuola
(Una figura introduttiva nei vari contesti formativi; L'ingresso del tutor nella scuola; Tutorship diffusa e tutorship dedicata; Il tutor di classe e il tutor individuale; Marilena Vimercati, Il tutor per l'esperienza nel mondo del lavoro)
Dalle storie di tutor
(Un bilancio positivo; Il fronte caldo della relazione; A fare il tutor si impara; Un tutoraggio diffuso e sostenibile; Condizioni di efficacia)
Il sistema tutoriale
(Per l'efficacia del tutor; Un sistema tutoriale; Il tutor nel sistema tutoriale)
Parte III. La formazione
Le competenze del tutor
(Innanzitutto il tutor come docente; Le competenze del tutor a supporto del processo di apprendimento; Marilena Vimercati, Le competenze del tutor per l'esperienza nel mondo del lavoro; Prima condizione: la formazione)
I percorsi formativi
(Perché e quale formazione; La formazione di base aggiuntiva; La formazione sul campo; La consulenza pedagogica e la supervisione)
Parte IV. I saperi. Psicopedagogia della tutorship
Anna Rezzara, La dimensione della valutazione nella relazione tutoriale
(L'identità del tutor e la dimensione valutativa; La valutazione formativa nella relazione tutoriale; Strumenti per la valutazione formativa; Un tutor contemporaneamente docente che valuta)
Laura Formenti, Diventare un buon connettore: la dimensione comunicativa
(Pensare e vivere nella rete delle relazioni; Come partire? La mappa delle relazioni; Comunicare tra colleghi: luci e ombre; Comunicazioni scuola-famiglia: problemi di linguaggio e rischi di deriva; La rete relazionale e le pratiche concertative; Agire sulle relazioni nella prospettiva sistemica; Prendersi cura delle relazioni)
Laura Formenti, La metacognizione e la facilitazione cognitiva
(Come hai imparato a pensare?; Cosa si intende esattamente per facilitazione cognitiva?; Che cos'è la metacognizione?; Il ciclo della metacognizione; Come avviene la facilitazione cognitiva?; Per concludere)
Walter Fornasa, Matteo Lei, Nuove organizzazioni tutoriali tra autonomia e dipendenze
(Premessa; Sentieri e tracce. Ricercando nella ricerca; Dalle relazioni individuali alle organizzazioni relazionali; Ri-organizzare il tema delle organizzazioni; Organizzazione e funzione tutoriale; Dipendere dalle/nelle relazioni autonome)
Annella Bartolomeo, Competenze relazionali a scuola: il colloquio di counselling
(Il colloquio come strumento relazionale per l'insegnante; Il colloquio a scuola: finalità e caratteristiche del contesto; Il colloquio di counselling a scuola; Stili comunicativi nel colloquio di counselling; Modelli comunicativi degli insegnanti a colloquio con alunni e genitori; Empatia e affettività nel colloquio)
Pierangelo Barone, Adolescenti nel nuovo secolo e scuola: il punto di vista pedagogico
(Leggere l'adolescenza: un intreccio di vertici osservativi; Un sistema complesso di mutazioni e la costruzione identitaria; Esperienza adolescenziale e ruolo dell'adulto a scuola)
Alfio Maggiolini, Katia Provantini, L'adolescenza oggi: il punto di vista psicologico
(Il cambiamento della mente dell'adolescente; Compiti di sviluppo e stili educativi; Scuola e apprendimento)
Bibliografia