Disidentità e dintorni

Reti smagliate e destino della soggettualità oggi

Livello
Saggi, scenari, interventi
Dati
pp. 128,      1a edizione  2007   (Codice editore 1420.1.81)

Disidentità e dintorni. Reti smagliate e destino della soggettualità oggi
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 18,00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846486455

In breve

Il libro analizza le “smagliature” che intralciano il percorso di costruzione dell’identità, e le sviluppa in un approfondimento clinico dal quale emerge la corrosività della disidentità col suo carico d’indefinitezza. Un’analisi che, esaminando la progressiva sfiducia verso le istituzioni, il nuovo dis/ordine mondiale, il proliferare di modelli e stili di vita, traccia una nuova cartografia dell’esserci nel tentativo di svelarne le oscure geografie amletiche.

Presentazione del volume


Può l'ordito della rete transpersonale, che fonda e sorregge la psiche individuale, presentarsi in alcuni suoi punti smagliato?
Possiamo cioè supporre che oggi la trama della matrice gruppale presenti dei buchi piuttosto che degli intrecci?
Adottando la prospettiva gruppoanalitico-soggettuale e coniugando ad essa riflessioni antropologiche, sociologiche e filosofiche, il libro passa al vaglio queste domande e, dopo aver individuato le "smagliature" che intralciano il percorso di costruzione dell'identità, le sviluppa in un approfondimento clinico dal quale emerge, fluida e insinuante, la corrosività della disidentità col suo carico d'indefinitezza e vacuità.
Un'analisi che esaminando la progressiva sfiducia verso le istituzioni, il nuovo dis/ordine mondiale, il crescente conflitto tra culture diverse, il proliferare di modelli e stili di vita imposti dalla vorace antropofagia mediatica e le sempre più incerte matrici psicologiche, traccia una nuova cartografia dell'esserci nel tentativo di svelarne le oscure geografie amletiche. Sulla scorta di tali riflessioni si vedrà come la questione identitaria rischi oggi di precipitare in una caliginosa voragine, dove la realizzazione del Sé sfuma in un grottesco e drammatico: "Non sono niente. Non sarò mai niente. Non posso voler essere niente. A parte ciò, ho in me tutti i sogni del mondo" (F. Pessoa).

Anna Maria Ferraro, laureata in psicologia a Palermo, collabora con le cattedre di Psicologia Dinamica e Psicoterapia presso la Facoltà di Psicologia dell'Università degli Studi di Palermo.
Girolamo Lo Verso è professore ordinario di Psicoterapia presso l'Università degli Studi di Palermo e presidente dell'SPR-Italia. Cura da anni aspetti clinici, teorici, epistemologici ed empirici della psicoterapia e della gruppoanalisi. Autore di numerosi articoli e volumi, ha pubblicato tra gli altri Le relazioni soggettuali (Torino, 1994), La mafia dentro (Milano, 1998), Epistemologia e psicoterapia (con M. Ceruti, Milano, 1998), Come funzionano le psicoterapie (con S. Di Nuovo, Milano, 2005), La cura relazionale (con G. Lo Coco, Milano, 2006).

Indice



Introduzione
(Il parafulmine... enunciazioni;L'alambicco... ipotesi)
Uno scorcio teorico
(Del rapporto individuo-gruppo; Un debito di riconoscimento; gli organi dell'identità; Concettualizzazioni sul transpersonale)
Crisi al livello biologico-genetico; Identità e modificazioni genetiche; Eugenetica; Organismi cibernetici; Neuroni specchio)
Crisi del livello etno-antropologico
(Scenari di solitudine e paesaggi psichici; Fondamentalismi e integralismi domestici; Estraneità ed appartenenze; Che fare da padri... che fare dei padri; Loghi e nonluoghi; Jihad vs McMondo)
Crisi al livello transgenerazionale
(Trine o rattoppi?; Codici affettivi e funzioni familiari; Fiaba e televisione; Relazioni e sinapsi; Esodo dal plexus)
Crisi al livello istituzionale
(Frammentazione dei valori; Freud e il rovescio della medaglia; Complessità e specializzazione)
Crisi al livello socio-comunicatico
Né santi né eroi; Matrici chiaroscurali; Giovani orfani della rivoluzione atomica; Droga e metafora paterna; Relazioni virtuali)
Aspetti politico-ambientali
(Identità dell'uno e alterità dei molti; Sogni e rivoluzioni; Io e il mio magnum)
Quanto vuoto, quante immagini
(Retroscena e riconsiderazioni; Mancanza; Assenza; Il posto dell'immagine; Estetica ed immaginario; Quale immaginazione?; Semantica della crescita e della creatività; Troppe immagini)
In sospensione: tra aporesi e conclusioni
Bibliografia.




  • Psichiatria, neuropsichiatria, neuroscienze, psicofisiologia, psicobiologia
  • Psicologia cognitiva, psicologia della personalità
  • Psicologia sociale, di comunità, politica, ambientale, dell'emergenza, del turismo
  • Scienze e tecniche psicologiche per l'intervento clinico

    Scienze e tecniche psicologiche per il lavoro, l'impresa, le organizzazioni

    Teoria e tecniche dei test, psicometria, psicodiagnostica

    Scienze e tecniche psicologiche dello sviluppo e dell'educazione

    Teoria e tecniche per la riabilitazione

    Prevenzione e clinica delle dipendenze

    Psicologia giuridica, investigativa, forense, criminale, psicologia della devianza

    Psicologia della salute, psicologia del benessere, educazione al benessere

    Psicologia dell’arte e della letteratura, psicologia estetica

    Storia della psicologia

    Professione psicologo

    Servizi di cura


    Pubblicità