Ugualmente diversi

Culture, religioni, diritti

Contributi
Laura Baggiani, Chiara Bersani, Gheorghij Blatinskij, Renzo Bonaiuti, Elio Canale, Daniela Cecchi, Rosalba Cerqua, Pasquale Colella, Antonio Corsi, Serena Ditta, Mahmoud Salem Elsheikh, Paola Fasano, Oliviero Forti, Gianfranco Forza, Ermanno Genre, Hans Honnacker, Alberto Lepori, Emanuela Lombardi, Lorenzo Luatti, Barbara Marcuccetti, Angela Martiradonna, Mariano Meazzini, Ferdinando G. Menga, Alessia Mutti, Lorenzo Nasi, Paolo Naso, Enzo Pace, Flavio Pajer, Lisanna Paoli, Ornella Pasturi, Giulia Prosecchi, Marino Randelli, Giovanni Romagnoli, Lorenzo Russo, Anna Maria Sammartano, Alberto Simoni, Stefano Tomelleri, Marco Ventura, Bruna Visintin Rauzi
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 368,      1a edizione  2007   (Codice editore 222.2.12)

Ugualmente diversi. Culture, religioni, diritti
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 26,50
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846489029

In breve

Il volume contiene gli atti del convegno “Ugualmente diversi. Culture, religioni, diritti: quale modello di integrazione” (Vallombrosa, 4-6 settembre 2006), durante il quale docenti ed esponenti del mondo delle religioni, della politica, del volontariato e del terzo settore si sono confrontati e interrogati sulle prospettive per una società accogliente e pluralista.

Presentazione del volume

Dopo il grande timore che la globalizzazione conducesse verso un irreversibile processo di omologazione in grado di cancellare identità, appartenenze, culture, la diversità è tornata di grande attualità anche se non sempre emergono opinioni condivise. Alcuni la percepiscono sempre più come occasione di scontro e di conflitto, un vero e proprio pericolo che le società contemporanee, soprattutto quelle caratterizzate da intensi processi migratori, devono contrastare attraverso meccanismi di chiusura; per altri la diversità rappresenta una grande opportunità di crescita sociale e culturale e per questo anche la politica deve dare risposte finalizzate a favorire l'incontro e l'integrazione. Inoltre, tematiche quali il rapporto tra appartenenze religiose e fedi diverse, sistemi politici e di governo pongono domande inevitabili per la democrazia e la laicità delle nostre società così come per l'identità soggettiva.
Il volume contiene gli atti del convegno "Ugualmente diversi. Culture, religioni, diritti: quale modello di integrazione" che si è tenuto presso l'Abbazia di Vallombrosa dal 4 al 6 settembre 2006, durante il quale non solo docenti e ricercatori ma anche esponenti del mondo delle religioni, della politica, del volontariato e del terzo settore si sono confrontati e interrogati sulle prospettive per una società accogliente e pluralista. Il gruppo di Vallombrosa e il Centro interuniversitario su cooperazione e intercultura dell'Università di Siena da alcuni anni sono impegnati, come testimoniano i precedenti convegni e i volumi pubblicati, nella costruzione di strumenti destinati a favorire l'integrazione e la valorizzazione delle diversità nel multiculturalismo contemporaneo.

Roberto De Vita insegna Sociologia presso la Facoltà di Scienze politiche dell'Università di Siena dove è direttore del Dipartimento di Scienze storiche, giuridiche, politiche e sociali. Si occupa da molti anni delle tematiche relative al multireligionismo e ai processi di trasformazione delle identità e delle appartenenze. Tra le sue numerose pubblicazioni si ricordano: Identità e dialogo, FrancoAngeli, 2003 e "Note su persona, comunità, identità", in Gruppo Spe, Verso una sociologia per la persona, FrancoAngeli, 2004.
Fabio Berti è professore associato di Sociologia presso la Facoltà di Scienze politiche dell'Università di Siena. La sua attività di studio e ricerca riguarda i processi migratori e le dinamiche di integrazione, con particolare attenzione ai contesti locali. Tra le sue pubblicazioni recenti il volume Per una sociologia della comunità, FrancoAngeli, 2005 e In cerca di identità. Essere giovani in provincia di Siena all'inizio del terzo millennio (a cura di), FrancoAngeli, 2006.
Lorenzo Nasi è professore a contratto di Sociologia dello sviluppo presso la Facoltà di Scienze politiche dell'Università di Siena. Si occupa delle tematiche relative alla cooperazione, allo sviluppo internazionale, alle organizzazioni non governative e ai processi di valutazione in ambito sociale. Recentemente ha pubblicato Alla periferia del villaggio globale. Sviluppo e valutazione nelle comunità indigene dell'Ecuador FrancoAngeli, 2006.

Indice



Lorenzo Russo, Saluto
Roberto De Vita, Presentazione
Parte I. Religione, politica e impegno sociale
Enzo Pace, Politiche di redenzione e redenzione della politica
Marco Ventura, Stato e chiese nel governo della società multiculturale
Pasquale Colella, Religione e diritti in una società di ugualmente diversi
Ermanno Genre, Laicità e cittadinanza europea
Alberto Simoni, Appartenenza religiosa e impegno politico
Gheorghij Blatinskj, Religione e Politica nella tradizione ortodossa russa
Angela Martiradonna, La dimensione politica del dialogo interreligioso
Parte II. Modelli di integrazione culturale e giuridica in Italia e in Europa
Enzo Pace, La diversità nella città e politiche di pace urbana
Mahmoud Salem Elsheikh, Esistono modelli di integrazione?
Rosalba Cerqua, Percorsi di integrazione a Napoli: a cominciare dai minori
Gheorghij Blatinskj, Modelli di convivenza
Lorenzo Luatti, Modelli e politiche di integrazione cercasi
Oliviero Forti, Alessia Mutti, Il "disagio" dell'integrazione
Stefano Tomelleri, La risorsa delle reti locali. Note per la progettazione di un modello di integrazione culturale
Emanuela Lombardi, Integrazione e quotidianità degli immigrati nella Provincia di Siena
Lorenzo Nasi, Oltre l'integrazione. Tra Partecipazione e dono
Fabio Berti, Paura, ignoranza, razzismo: quando il dialogo diventa un confronto tra sordi. Considerazioni a partire dal caso della "moschea" di Colle di Val d'Elsa
Barbara Marcuccetti, Immigrazione e lavoro irregolare
Parte III. La cultura religiosa nella scuola
Renzo Bonaiuti, La tematica multi/interriligiosa negli Obiettivi specifici di apprendimento dell'insegnamento di religione cattolica. Osservazioni a partire dal documento Cultura religiosa e scuola in una società democratica e multiculturale
Flavio Pajer, L'apprendimento religiosa in una Europa multireligiosa. Gestire la transizione dell'Irc verso un nuovo profilo scientifico ed educativo della cultura religiosa
Hans Honnacker, La traduzione dei testi sacri e la sua funzione di strumento interculturale ed interreligioso
Ferdinando G. Menga, Per una fenomenologia dell'interculturalità: la filosofia dell'estraneo di Bernhard Waldenfels
Renzo Bonaiuti, Cultura religiosa e/a scuola tra autonomia, riforme scolastiche, multiculturalità: presentazione di esperienze
Elio Canale, Il curriculo di storia delle religioni nel Liceo Valdese di Torre Pellice
Paola Fasano, Ornella Pasturi, Laura Baggiani, Daniela Cecchi, Chiara Bersani, Serena Ditta, Giulia Prosecchi, Mariano Meazzini, Giovanni Romagnoli, Un progetto di studio e ricerca al Liceo: promozione della pace e dialogo interreligioso
Gianfranco Forza, Il progetto di sperimentazione compresenza "religione e storia" al biennio e "religione e filosofia" al triennio nel liceo G. Carducci di Merano
Bruna Visintin Rauzi, Marino Randelli, Progetti di sperimentazione dell'insegnamento della religione in compresenza con altre discipline: relazione valutativa
Lisanna Paoli, Scuola primaria: le feste come momenti di condivisione
Lorenzo Luatti, Piccolo prontuario per l'accoglienza scolastica. Le fasi, le attenzioni, i materiali
Parte IV. La legge sulla libertà religiosa
Paolo Blasi, Sulla legge per la libertà religiosa
Paolo Naso, Tra laicità e pluralismo. Comunità di fede e spazio pubblico
Pasquale Colella, A proposito della legge sul diritto di libertà religiosa
Alberto Lepori, Per una maggiore libertà in una società plurireligiosa
Antonio Corsi, Religione aperta, società aperta, potere di tutti: per una consapevole autonomia nel rispetto di leggi e fedi
Anna Maria Sammartano, Testimonianza profetica delle chiese in Europa sul nuovo senso di "laicità".