Le ragioni degli altri

Scritti in onore di Domenico Antonino Conci

Contributi
Evandro Agazzi, Angela Ales-Bello, Luisella Battaglia, Viviana Benci, Carla Benincasa, Mariano Bianca, Giovanni Battista Bilo, Ferdinando Bologna, Luca Borriello, Francesca Brezzi, Otavio Bueno, Sergio Campailla, Giulio Maria Chiodi, Claudio Ciancio, Antonio Cioffi, Dino Cofrancesco, Santo Coppolino, Piero Craveri, Newton C.A. da Costa, Francesco De Sanctis, Pasquale Giustiniani, Stefano Gonnella, Francesco Antonio Grana, Nicola Grana, Maria Antonietta La Torre, Antonino Laganà, Giuseppe Limone, Santi Lo Giudice, Franco Manti, Michele Marsonet, Stefano Martelli, Eugenio Mazzarella, Fabio Minazzi, Edoardo Mirri, Mario Morcellini, Simona Morini, Salvatore Natoli, Valentina Noviello, Antonio Pieretti, Assunta Ponticelli, Giuseppe Riconda, Stefania Romeo, Paolo Aldo Rossi, Mario Ruggenini, Augusto Sainati, Domenico Scafoglio, Mario Signore, Vincenzo M. Spera, Carlos T. Viesca, Simone Zacchini, Luigi Zhender
Collana
Livello
Dati
pp. 736,      1a edizione  2008   (Codice editore 2000.1210)

Le ragioni degli altri. Scritti in onore di Domenico Antonino Conci
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 50,00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846491435

In breve

Un omaggio alla più che ventennale presenza nell’Università Suor Orsola Benincasa di Domenino Antonino Conci, la cui personalità si è imposta nelle Facoltà di Lettere e di Scienze della Formazione non solo per le qualità di studioso. Tradizioni popolari, arte, cinema, la conoscenza vasta e diretta dei classici hanno fatto di Conci un riferimento essenziale per l’Università tutta.

Presentazione del volume

"Anassagora asserisce che l'uomo è il più sapiente dei mortali perché ha le mani". Questa testimonianza di Aristotele, posta in limine al volume L'universo artificiale. Per una epistemologia fenomenologia, pubblicato nel 1978, esprime forse meglio di ogni altra definizione l'essenza della riflessione di Domenico Antonino Conci. Il suo sforzo di rompere la "gabbia" della fenomenologia "noetica" husserliana, ultimo baluardo di un razionalismo occidentale ancora astratto e acerbo, per aprire la porta a un profondo ripensamento dell'idea stessa di razionalità scientifica, in cui potessero trovare posto le forme "iletiche", non obiettivanti e non intenzionali, della ragione: quelle ancora sopravvissute nelle società "primitive" e "subalterne". Forme meno schematiche, attinenti alla sfera del sacro e del mito, fondate sulla metamorfosi, sulla sovrapposizione, sull'iterazione. Un serbatoio immenso di sapere,"depositato" nelle profondità della civiltà, nei "Sud"sparsi per l'umanità. E di cui la razionalità occidentale ha sempre più un disperato bisogno, se vuole salvaguardare il fondamento primo del pensiero umanistico e scientifico: una conoscenza non svilita a puro strumento tecnico, ma saldamente ancorata all'obiettivo di una comprensione, una "presa" del reale nella sua completezza. In cui la "mente" e la "mano" tornino congiunte in un'unica esperienza, quella originaria della "meraviglia" di fronte al mondo, descritta proprio da Aristotele.
Questo volume vuole essere un omaggio alla ormai più che ventennale presenza nell'Università Suor Orsola Benincasa di Conci, la cui personalità si è imposta nelle Facoltà di Lettere e di Scienze della Formazione, non solo per le qualità di studioso. C'è in lui un'intrinseca coerenza tra la sua riflessione filosofica e il modo di proporsi nell'attività didattica e nelle relazioni individuali. Sempre fertile e partecipato il rapporto con tutti, professori e studenti. La versatilità della sua cultura lo dispone naturalmente al dialogo umano e culturale. Tradizioni popolari, arte, cinema, la conoscenza vasta e diretta dei classici hanno fatto di Conci un riferimento essenziale per l'Università tutta.

Isabella Lucchese, studiosa di L.Wittgenstein e di G.Marcel, da circa trent'anni lavora presso l'Università Suor Orsola Benincasa, dove, attualmente, ricopre l'incarico di dirigente scolastico della Scuola secondaria di I grado.Tra le sue ultime pubblicazioni si segnalano la curatela del volume Il testo multimediale e le sue potenzialità didattiche (Ed. Cuen, 2003) e il saggio, in esso contenuto,"Una didattica senza frontiere".
Rita Melillo si occupa di filosofia teoretica presso il dipartimento di Filosofia "A. Aliotta" dell'Università di Napoli Federico II. Insegna presso l'Università degli Studi Suor Orsola Benincasa.Tra le sue pubblicazioni si segnalano: Semi italiani in Canada, Pro Press Ed., Avellino 2001; con Benito Scopa, Io manager oggi, Pro Press Ed., Avellino 2001; Tutuch (Uccello tuono). A colloquio con gli aborigeni del Canada,Mephite, Atripalda, 2004; Metis. Filosofia e management, Mephite, Atripalda, 2005.

Indice



Piero Craveri, Premessa
Isabella Lucchese, Prefazione
Rita Melillo, Un augurio e un ringraziamento
Evandro Agazzi, Verità ed evidenza
Angela Ales Bello, Hyletica fenomenologica e sacro arcaico
Luisella Battaglia, Oltre il contratto sociale. Per una nuova idea della cittadinanza
Viviana Benci, La fonte di Mnemosyne: la riscoperta delle classi subalterne attraverso l'umanesimo etnografico
Carla Benincasa, Ernesto De Martino: la riscoperta delle classi subalterne attraverso l'umanesimo etnografico
Mariano Bianca, La disperazione fossile di Homo sopravvissuto e la coscienza cyborg
Giovanni Battista Bilo, Un signore, che cammina d'avanti
Ferdinando Bologna, Giotto nei giudizi più antichi
Luca Borriello, Se la caricatura di una contorsione non è una frattura. Sui limiti estremi di leggibilità alfabetica nel wildstyle writing
Francesca Brezzi, Nel tempo "degli dei fuggiti e del Dio che viene"
Sergio Campailla, Domande radicali nella letteratura siciliana
Giulio Maria Chiodi, Visione prospettica ed utopia: l'umanesimo tra arte e scienza
Claudio Ciancio, Gli effetti della filosofia
Antonio Cioffi, Quattro lustri di amicizia e di attività intensa
Dino Cofrancesco, Contro la politica del letterati
Santo Coppolino, Dall'esistenzialismo all'ermeneutica. Una riflessione sul "primo" Pareyson
Piero Craveri, Suggerimenti di Einaudi a De Gasperi per un'Europa federale
Newton C.A. da Costa - Otávio Bueno, Rationality, Inconsistency, and Partial Structures
Francesco M. De Sanctis, Stato dei 'luoghi'. Per una tipologia del pensiero politico
Pasquale Giustiniani, La coscienza e gli altri
Stefano Gonnella, Oltre il logos. Sulle tracce di un fenomenologo del profondo
Francesco Antonio Grana, Fides et ratio
Nicola Grana, Verso una ermeneutica della matematica
Antonio Laganà, Metafisica della proprietà
Maria Antonietta La Torre, Cultura e natura: l'invenzione del limite e il riconoscimento dell'alterità
Giuseppe Limone, Fra 'identità' e 'sostenibilità'. La persona come nuovo alfabetico di senso nel villaggio dei diversi
Santi Lo Giudice, Approccio al dono e ai suoi percorsi simbolica
Franco Manti, L'Isola delle libertà. Mitopoiesi e costituzionalismo nella formazione dell'Inghilterra moderna
Michele Marsonet, Uguaglianza e libertà: conflitto o sintesi?
Stefano Martelli, La religione nei limiti della neo-televisione
Eugenio Mazzarella, I limiti degli stili di vita dell'homo oeconomicus. Individuo e comunità nello spazio planetario: verso un'ecologia dello spirito
Rita Melillo, Considerazioni inattuali sull'io
Fabio Minazzi, Fenomenologia epistemica del testimone sulla Shoah
Edoardo Mirri, La mistica Santa Margherita da Cortona
Mario Morcellini, Annotazioni
Simona Morini, La pregnanza del mito. La questione delle origini. Continuo e discreto
Salvatore Natoli, Il paradosso della fede e la grazia della ragione
Valentina Noviello, Il Ver Sacrum
Antonio Pieretti, Oltre la scienza, verso la pietas
Assunta Ponticelli, Il disordine che ordina: la Cuccagna
Giuseppe Riconda, Luigi Pareyson: ermeneutica filosofica dell'esperienza religiosa e libertà di Dio
Stefania Romeo, Il 'residuo' fenomenologico dell'epoché della 'metaculturalità'
Paolo Aldo Rossi, Se la memoria che aveva e che professava era naturale o pur magica
Mario Ruggenini, Aporie della modernità. La certezza dell'io e la perdita degli altri
Augusto Sainati, Zavattini, l'al di là del testo
Domenico Scafoglio, Padula ieri e oggi. Impegno politico e indagini socio-antropologiche negli anni del "Bruzio" (1864-1865
Mario Signore, Esistenza e/come metafora
Vincenzo M. Spera, Sulle immagini votive, di culto, di devozione e sulle "immaginette"
Carlos T. Viesca, Shamanism, Power and Healing in Ancient Mexico
Simone Zacchini, Un'Apocalisse silenziosa: la perdita del centro
Luigi Zhender, A proposito di My fair Lady
Francesco Antonio Grana, Bibliografia di Domenico Antonio Conci
Gli Autori.