Diritto del lavoro e corporativismi in Europa: ieri e oggi

Autori e curatori
Contributi
G. Giugni, G. G. Balandi, K. Ewing, A. Febbrajo, L. Gaeta, G. C. Jocteau, W. Luthardt, G. Lyon-Caen, Y. Manitakis Kravaritou, M. Maraffi, L. Ornaghi, G. Pera, T. Ramm, M. Rodriguez Pinero, U. Romagnoli, U. Runggaldier, G. E. Rusconi, P. Schiera, P. C. Schmitter, G. Tarello, M. Telò, A. R. Tinti, B. Veneziani
Livello
Dati
pp. 640,      1a edizione  1988   (Codice editore 492.6)

Diritto del lavoro e corporativismi in Europa: ieri e oggi
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 83,00
Disponibilità: Nulla
Codice ISBN: 9788820428808

Presentazione del volume

Il dibattito sul cosiddetto «neocorporativismo» e la diffusione nell'Europa degli anni '80 di esperimenti di concentrazione sociale hanno riproposto il problema dei legami fra diritto del lavoro e dottrine lato sensu corporative, al di là della tradizionale identificazione di queste ultime con le esperienze autoritario-fasciste del periodo fra le guerre.

Attraverso il confronto multidisciplinare fra studiosi di scienze giuridiche, politiche e sociali, il volume si propone di avviare una più ampia riflessione teorica su questo tema.

Distinguendo nettamente due fasi storiche, quella del periodo fra le due guerre e quella attuale, e assumendo il termine «corporativismo» in un'eccezione plurale (alla quale possano essere ricondotte sia le esperienze di corporativismo statale-autoritario, sia quelle di corporativismo sociale-liberale), il volume cerca perciò di ripercorrere le tappe fondamentali di un lungo e nient'affatto lineare percorso storico che ha portato il termine «corporativismo» ad assumere significati politico-giuridici estremamente diversi e talvolta senz'altro opposti.

Nella prima parte, Pluralismo, corporativismo e dittature in Europa fra le due guerre, da un lato, viene individuato il back-ground storico-teorico dell'ascesa di un'idea di corporativismo - inizialmente collegata a quella di pluralismo e successivamente sempre più contrapposta a quest'ultima - dall'altro, la riflessione più specificatamente giuridica viene focalizzata su alcune esperienze nazionali (Italia, Francia, Inghilterra, Germania, Austria, Spagna e Grecia). Nella seconda parte, Ascesa e declino dei corporativismi nell'Europa degli anni '80, da un lato vengono esposti i principali fondamenti teorici delle cosiddette dottrine neocorporativismo, e dall'altro se ne verifica il tipo di applicazione politico-giuridica all'interno degli stessi paesi già considerati nel periodo fra le due guerre.

Gaetano Vardaro è professore straordinario di diritto del lavoro nell'Istituto Universitario Navale di Napoli e redattore del «Giornale del diritto del lavoro e relazioni industriali». E' altresì titolare dell'insegnamento di diritto del lavoro nella Facoltà di economia e commercio dell'Università di Urbino. Ha pubblicato Contratti collettivi e rapporto individuale di lavoro (Angeli, 1985).

Indice

• Pluralismi, corporativismi e dittature in Europa fra le due guerre
* Il termine "corporativismo" e le sue eccezioni, di Giovanni Tarello
* Alle radici dei corporativismi moderni, di Pierangelo Schiera
* "Democrazia collettiva" nella Repubblica di Weimar, di Wolfgang Luthardt
* La cultura della "crisi dello stato" e il deperimento delle democrazie contratte. di Lorenzo Ornaghi
* Sindacati, socialdemocrazie e corporativismi negli anni trenta, di Maria Telò
* Corporativismo autoritario e liberalismo conservatore: il nodo del diritto di sciopero, di Gian Carlo Jocteau
* Per una ridefinizione dei corporativismi in Europa fra le due guerre, di Giuseppe Pera
* Il diritto collettivo del lavoro tedesco fra le due guerre mondiali, di Thilo Ramm
* Il diritto del lavoro in Italia nel periodo fra le due guerre, di Umberto Romagnoli
* A proposito dei vocaboli: "corporazione", "corporativismo", "neocorporativismo", di Gérard Lyon-Caen
* Il diritto del lavoro negli anni '20: l'esperienza inglese, di Keith Ewing
* Il diritto del lavoro in Spagna fra le due guerre, di Miguel Rodriguez Piñero
* Diritto del lavoro e corporativismo in Grecia fra le due guerre, di Yota Kravaritou Manitakis
* Diritto del lavoro e corporativismi fra le due guerre: l'esperienza austriaca, di Ulrich Runggaldier
* Le eredità ingombranti della legislazione sociale corporativa: il caso dell'assicurazione per gli infortuni sul lavoro, di Anna Rita Tinti
* Tempo di non-lavoro e corporativismo in Italia e in Germania, di Lorenzo Gaeta
* Videocorporativismi d'un tempo e d'oggi alla luce della legislazione sociale, di Gian Guido Balandi
* Vecchi e nuovi corporativismi, di Bruno Veneziani
• Ascesa e declino dei modelli neocorporativi nell'Europa degli anni '80
* Dal corporativismo autoritario al corporativismo liberale in Europa, di Marco Maraffi
* Neocorporativismo e stato, di Philippe Schmitter
* Assimetria delle rappresentanze e decisione politica, di Gian Enrico Rusconi
* Appunti sociologico-giuridici sul "gioco" della concentrazione, di Alberto Febbrajo
* Concentrazione sociale e sistema politico in Italia, di Gino Giugni
* Il declino della concentrazione e gli accordi italiani, di Pater Lange
* Il declino del neocorporativismo nel nuovo lessico delle relazioni industriali, di Marino Regini
* Corporativismo e neocorporativismo nell'analisi della politica latino americana, di Samuel Velenzuela
* Diritto del lavoro e corporativismi in Europa negli anni '80, di Luigi Mengoni
* Democrazia industriale per legge? di Gunther Teubner
* Liberalismo, corporativismo, pluralismo: quale futuro per il diritto del lavoro in Italia?, di Tiziano Treu
* Attualità di Durkheim: il modello francese ed il neocorporativismo, di Alain Supiot
* Diritto del lavoro e corporativismo inglesi negli anni '80, di Paul Davies
* Momenti di crisi del neocorporativismo in Austria, di Ulrich Runggaldier
* Istituzionalizzazione sindacale e prassi neocorporative: il caso spagnolo (1977/1987), di Antonio Baylos
* Per una critica giuridica dell'esperienza neocorporativa in Italia, di Giorgio Ghezzi
* I neocorporativismi di impresa, di Silvana Sciarra
* Neocorporativism, autoregolamentazione dello sciopero nel pubblico impiego, di Paolo Pascucci
* Neocorporativismo, pluralismo, concentrazione: gli aspetti giuridici, di Edoardo Ghera
* Gli usi del "neocorporativismo" e la situazione attuale, di Luigi Mariucci
* Corporativismi, neocorporativismi e conflitto sociale, di Mario Giovanni Garofalo
* Il ruolo politico del sindacato: il corporativismo dei motivi, di Giulio Prosperetti
* Pratti neocorporative, libertà sindacale e legge-quadro nel pubblico impiego, di Mario Riusciano
* Profili giuridici delle prassi neocorporative, di Raffaele De Luca Tamajo
* La transizione democratica in Brasile, il corporativismo nell'Europa orientale e le radici ideologiche del neocorporativismo, di Philippe Schmitter