Atlante dell'edilizia rurale della Provincia di Firenze

Tipologie storiche e gestione dei valori culturali

Autori e curatori
Contributi
Andrea Barducci, Anna Guarducci, Patrizia Labò, Rita Monaci, Giovanna Pessina, Leonardo Rombai
Collana
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 304,   1a ristampa 2010,    1a edizione  2009   (Codice editore 6.14)

Atlante dell'edilizia rurale della Provincia di Firenze. Tipologie storiche e gestione dei valori culturali
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 53,50
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856811483

In breve

Il patrimonio insediativo rurale del territorio della Provincia di Firenze. Il volume analizza l’edilizia storica, con le tante tipologie di case agricole, definitesi tra i tempi medievali e quelli contemporanei, e documenta, grazie a un ricco inserto fotografico, i casi più significativi di restauro e adeguamento, o trasformazione, degli edifici rurali storici alle più diverse funzioni espresse dalla società attuale.

Presentazione del volume

Il volume - frutto di una ricerca di ordine qualitativo svolta sulla letteratura critica e sulle normative e soprattutto sul terreno - è concepito in forma di atlante, ovvero composto da una parte scritta corredata da numerose immagini storiche e soprattutto attuali riguardanti il patrimonio insediativo rurale del territorio della Provincia di Firenze.
In primo luogo, viene trattata la parte relativa all'edilizia storica, con le tante tipologie di case agricole (specialmente già mezzadrili), definitesi tra i tempi medievali e quelli contemporanei, fino praticamente ai giorni nostri. Alla seconda parte dell'opera, e specialmente alle fotografie, è affidato il compito di documentare i casi più significativi di restauro e di adeguamento o trasformazione degli edifici rurali storici alle più diverse funzioni espresse dalla società attuale, con speciale riguardo per quelli rimasti agricoli, mettendo in risalto anche processi quali la riconversione produttiva e la multifunzionalità agricola oppure, all'opposto, la deruralizzazione. Viene considerata pure la nuova edilizia rurale degli ultimi 50 anni, con riguardo speciale per le case ma anche per gli annessi (stalle, cantine, strutture per l'agriturismo, ecc.) e per l'intero resede o immediato contorno inedificato (l'aia con la vegetazione e i manufatti di arredo e di servizio, le recinzioni, ecc.). Per gli edifici storici e recenti, è stata messa in risalto (sempre attraverso esempi concreti) l'incidenza di particolari modelli costruttivi con le loro variegate qualità architettoniche, dei paramenti murari con i materiali utilizzati, degli intonaci e delle coloriture, delle coperture e delle aperture, ecc.
L'obiettivo dello studio e specialmente dei casi considerati (interventi sull'edilizia storica e realizzazione di nuova edilizia rurale, con esempi non sempre del tutto compatibili con le varie tipologie edilizie e i loro contesti paesistico-ambientali) è quello di offrire delle conoscenze che possano valere come quadro di riferimento culturale e identitario, anche per ricavare dal medesimo delle valutazioni e degli orientamenti applicabili all'azione politica e sociale. Tali conoscenze sono proposte in forma di indicazioni e suggerimenti pratici in rapporto alle normative e agli indirizzi che la Regione, la Provincia e i Comuni interessati potranno assumere per incentivare interventi sempre più consapevoli e coerentemente compatibili da parte degli agricoltori e degli operatori tecnico-professionali, oltre che delle stesse amministrazioni locali.

Il libro è arricchito da numerose illustrazioni a colori.

Indice



Andrea Barducci, Presentazione
Gennaro Giliberti, Prefazione
Premessa
Le tipologie storiche
(Introduzione metodologica; I caratteri originari)
L'evoluzione dell'edilizia storica e le nuove realizzazioni dalla crisi della mezzadria ad oggi
(Uno sguardo introduttivo; Conservazione e trasformazione dell'edilizia storica)
Il nuovo paesaggio agrario: realtà e prospettive
(Introduzione; Sistemazioni idraulico-agrarie e difesa del territorio: tradizione e innovazione)
Al di là dei vincoli. Per un codice condiviso dell'architettura e del paesaggio rurale
(Gli aspetti generali; Le normative e i piani di tutela; Gli àbachi il restauro, il recupero e la costruzione dei fabbricati rurali; Conclusioni. Àbachi, educazione e consenso sociale)
Tavole a colori
Bibliografia.