Storia comparata dell'educazione

Problemi ed esperienze tra Otto e Novecento

Autori e curatori
Contributi
Nicola Barbieri, Carla Callegari, Donatella Lombello, Giordana Merlo, Fabio Targhetta, Giuseppe Zago
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 320,   1a ristampa 2019,    1a edizione  2010   (Codice editore 1146.1.17)

Storia comparata dell'educazione. Problemi ed esperienze tra Otto e Novecento
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 35,50
Disponibilità: Buona


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856825534

In breve

Il volume approfondisce la varietà delle ermeneutiche e delle metodologie in ordine alla dimensione comparativa nell’ambito storico della pedagogia e dell’educazione, nella ricerca di definizioni provvisorie utili a una sua epistemologia e autonomia scientifica, pur nel rapporto con altri contesti disciplinari.

Presentazione del volume

I saggi raccolti nel presente volume intendono approfondire la varietà delle ermeneutiche e delle metodologie in ordine alla dimensione comparativa nell'ambito storico della pedagogia e della educazione, nella ricerca di definizioni provvisorie utili a una sua epistemologia e autonomia scientifica, pur nel rapporto con altri contesti disciplinari.
Approfondimenti tematici in chiave comparativa sono svolti in relazione alla cura educativa dell'infanzia, a prospettive di diffusione dello scautismo, ad alcuni progetti culturali ed esperienze scolastiche nella realtà italiana tra Otto e Novecento, a dimensioni di coscienza civile e di confronto politico, svolti nella esemplificazione di Autori prestigiosi.
I contributi intendono promuovere sensibilità e attenzione verso prospettive aperte alla pluralità, alla differenza e al confronto per una cultura pedagogica più densa di significato storico, nell'autonomia scientifica dei suoi finalismi e dei procedimenti.
Il volume è stato progettato per la formazione degli studenti universitari che stanno costruendo nel loro percorso competenze professionali, in quanto insegnanti, educatori, formatori, per l'aggiornamento di chi opera in contesti sociali ed educativi e desidera ripercorrere alcuni itinerari concettuali che spiegano ed arricchiscono le direzioni della prassi.
Gli Autori - Nicola S. Barbieri, Carla Callegari, Mirella Chiaranda, Giordana Merlo, Fabio Targhetta, Giuseppe Zago - hanno avvertito la suggestione di un terreno da esplorare in successive riprese e da proporre alla ricerca di altri studiosi.

Mirella Chiaranda è professore ordinario di Storia della pedagogia nell'Università degli Studi di Padova e docente di Storia della pedagogia ed educazione comparata e Storia della storiografia pedagogica. Già preside della Facoltà di Scienze della formazione dell'Ateneo Patavino, è attualmente membro del Consiglio scientifico della Scuola di Dottorato in Scienze Pedagogiche, dell'Educazione e della Formazione dell'Università degli Studi di Padova.

Indice



Mirella Chiaranda, Introduzione
Mirella Chiaranda, Questioni epistemologiche di storia della pedagogia comparata e rilievi storiografici
Carla Callegari, Un approccio storiografico al metodo in pedagogia comparata. Spunti di riflessione
Giordana Merlo, Salute e corporeità dell'infanzia tra Otto e Novecento
Giuseppe Zago, L'introduzione del lavoro nelle Scuole Elementari europee in alcune relazioni ministeriali di fine Ottocento
Fabio Targhetta, "Uno sguardo all'Europa". Modelli scolastici, viaggi pedagogici ed importazioni didattiche nei primi cinquant'anni di scuola italiana
Donatella Lombello, Le biblioteche per ragazzi nel contesto internazionale tra la seconda metà dell'Ottocento e gli anni Trenta del Novecento
Carla Callegari, Gandhi e Milani in prospettiva comparata. L'educazione della conoscenza civile
Nicola S. Barbieri, La nascita dello scautismo e la sua diffusione internazionale: un caso di educazione non formale in prospettiva comparatistica
Mirella Chiaranda, Analisi comparata di alcune esperienze scolastiche nel Veneto durante il fascismo. Educazione e consenso politico
Indice dei nomi
Gli Autori.




newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi

Pubblicità