Scuola-famiglia tra continuità e cambiamenti

Riflessioni sul percorso educativo scolastico per prevenire il disagio socio-relazionale

Contributi
Annamaria Aimino, Maurizio Biancotti, Francesca Borgogno, Giusi Bove, Antonietta Censi, Cristina Coggi, Anna Cugno, Francesco de Sanctis, Andrea Dughera, Marco Gonella, Paolo Iennaco, Concetta Mascali, Augusta Moletto, Paola Ricchiardi, Antonia Santos Fermino, Laura Tomatis, Paola Maria Torrioni, Riziero Zucchi
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 224,      1a edizione  2010   (Codice editore 1152.11)

Scuola-famiglia tra continuità e cambiamenti. Riflessioni sul percorso educativo scolastico per prevenire il disagio socio-relazionale
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 30,00
Disponibilità: Buona




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856825916
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 23,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856828962
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve

Il volume si interroga sulla modalità di collaborazione tra scuola e famiglia, in quanto agenzie formative primarie, al fine di incentivare le sinergie educative, e produrre e sostenere insieme modelli culturali e umani che aiutino a prevenire comportamenti aggressivi verso di sé e verso gli altri. Il testo riporta in tal senso l’esperienza delle istituzioni scolastiche piemontesi.

Utili Link

Orientamenti Pedagogici Recensione (di G.Malizia)… Vedi...

Presentazione del volume

Scuola e famiglia, in quanto agenzie formative primarie, come possono collaborare per incentivare le sinergie educative? Come possono produrre e sostenere insieme modelli culturali e umani che aiutino a prevenire comportamenti aggressivi verso di sé (abuso di sostanze, disturbi alimentari...) e verso gli altri (atti di bullismo, di violenza...)?
I contributi qui contenuti vogliono rispondere a queste domande a partire da riflessioni teoriche circa l'attuale società dell'incertezza, spesso produttrice di fragilità che condizionano i diversi contesti educativi.
Sul piano sociale oggi assistiamo infatti al diffondersi di una costellazione di famiglie che si differenziano tra loro per la diversità della composizione, per i vincoli tra i membri e per i modelli organizzativi ed educativi adottati nei confronti della prole. Per quanto riguarda l'offerta formativa demandata all'istituzione scolastica si verifica invece una crescente delega di ruoli e di azioni. Scuola e famiglia hanno subìto entrambe mutamenti radicali che si ripercuotono sul concetto stesso di relazione educativa, richiedendo sempre più ai diversi soggetti coinvolti la competenza di creare-gestire-elaborare situazioni finalizzate a proporre percorsi formativi che possano promuovere 'capitale sociale'.
Molte problematiche adolescenziali potrebbero essere affrontate e spesso risolte coltivando maggiormente l'interazione scuola-famiglia-società in un impegno che rimetta in primo piano la comune consapevolezza della genitorialità. L'ultima parte del volume è dedicata, in tal senso, agli interventi educativi proposti dalla Direzione Generale Regionale del Piemonte, anche in seguito a un mirato monitoraggio che ha coinvolto le istituzioni scolastiche piemontesi, sia per fornire indicazioni operative per la collaborazione scuola-famiglia indirizzate a dirigenti, docenti, alunni e genitori, sia per proporre esperienze e attività educative che hanno già coinvolto, con diverse linee di intervento, gli stessi attori degli attuali scenari socio-educativi.

Carla Maria Ronci, dirigente, Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte.
Carla Fiore, funzionario amministrativo e referente regionale per il Bullismo, Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte.
Umberto Lucia, docente, Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte.
Anna Alessandra Massa, funzionario statistico, Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte.
Maria Adelaide Gallina, professore a contratto di Sociologia generale, Università degli Studi di Torino.

Indice



Francesco de Sanctis, Presentazione
Carla Fiore, Maria Adelaide Gallina, Introduzione
Parte I. Maria Adelaide Gallina, Scuola-famiglia: tra responsabilità istituzionali e mutamenti sociali
Antonietta Censi, Famiglie, socializzazione, domande educative
Maria Adelaide Gallina, Scuola e Famiglia/e. Il ruolo nel percorso socio-educativo
Cristina Coggi, Paola Ricchiardi, Condivisione di valori tra scuola e famiglia
Augusta Moletto, Riziero Zucchi, Pedagogia dei genitori. La legalità inizia in famiglia, continua nella scuola, si estende a livello sociale
Antonia Santos Fermino, Famiglia e scuola nella formazione dei giovani di origine migratoria
Anna Cugno, Bullismo ed appartenenze generazionali: un nesso da scoprire
Marco Gonella, Andrea Dughera, Francesca Borgogno, La funzione psicologica nel dialogo tra scuola e famiglia
Parte II. Carla Maria Ronci, Carla Fiore, Umberto Lucia, Anna Alessandra Massa, Normative e progetti per favorire percorsi educativi
Paolo Iennaco, Famiglia e scuola unite per la crescita dei giovani
Carla Maria Ronci, Bullismo e famiglia: una partecipazione educativa
Umberto Lucia, Anna Alessandra Massa, Autonomia e organi collegiali: analisi normativa e dati del Piemonte
Paola Maria Torrioni, Famiglie contemporanee: dinamismi e persistenze
Annamaria Aimino, Giusi Bove, La rappresentanza della famiglia sulla Scuola Paritaria
Maurizio Biancotti, Concetta Mascali, Laura Tomatis, La famiglia e la scuola: una relazione educativa
Gli autori.