Donne e lavoro.

Prospettive per una storia delle montagne europee XVIII-XX secc.

Contributi
Thierry Amrein, Marie-Pierre Arriza-balaga, Patrizia Audenino, Corinne Bianchi, Susanna Castelletti, Marina Cavallera, Francesca Corti, Frank Dellion, Francesca Chiesi Ermotti, Antoinette Fauve-Chamoux, Lisa Fornara, Casimira Grandi, Anne-Lise Head-König, Francesca Lo Iudice, Tito Menzani, Monica Miscali, Anne Montenach, Ersilia Perona Alessandrone, Rémy Pithon, Valentina Porcellana, Francine Rolley, Laura Savelli, Anita Testa-Mader, Matteo Troilo, Marie-France Vouilloz Burnier
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 432,      1a edizione  2010   (Codice editore 616.10)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Donne e lavoro. Prospettive per una storia delle montagne europee XVIII-XX secc.
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 49,50
Disponibilità: Discreta




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856831580
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 37,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856829297
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve

Il volume analizza in modo critico il nesso tra marginalità (economica, culturale, geografica) e discriminazione femminile, ampliando le prospettive di genere e contribuendo al dibattito in corso da diversi anni sulle società di montagna del passato e sul loro divenire all’interno della realtà europea. I contributi abbracciano diversi contesti montani europei e prendono in esame alcuni nodi tematici quali i profili dei ruoli femminili, il loro inserimento nel mercato lavorativo e le rappresentazioni che scaturiscono dalle loro attività.

Presentazione del volume

Si ritiene comunemente che le spinte emancipatrici femminili si siano imposte con maggior vigore nei luoghi contraddistinti da mercati lavorativi più sviluppati e da maggiori opportunità di impiego retribuito, mentre nei contesti periferici, caratterizzati da marginalità economica, queste spinte sarebbero state più flebili. Il ritardo della modernizzazione di molte regioni di montagna sarebbe quindi responsabile del perdurare di una realtà femminile segnata da dipendenza e "arretratezza" sociale e culturale.
Il volume si propone di analizzare in modo critico il nesso tra marginalità (economica, culturale, geografica) e discriminazione femminile, ampliando le prospettive di genere e contribuendo così al dibattito in corso da diversi anni sulle società di montagna del passato e sul loro divenire all'interno della realtà europea. I contributi abbracciano diversi contesti montani europei e prendono in esame alcuni nodi tematici quali i profili dei ruoli femminili, il loro inserimento nel mercato lavorativo e le rappresentazioni che scaturiscono dalle loro attività, delineando molteplici prospettive per lo studio comparativo del binomio genere-montagna.

Nelly Valsangiacomo insegna Storia contemporanea presso la Facoltà di Lettere dell'Università di Losanna. Si occupa di storia sociale e culturale della Svizzera. È autrice di numerosi saggi, in particolare sulla storia degli intellettuali, dei media audiovisivi e del movimento operaio.
Luigi Lorenzetti è il coordinatore del Laboratorio di Storia delle Alpi presso l'Università della Svizzera italiana (Mendrisio) e redattore della rivista "Histoire des Alpes - Storia delle Alpi - Geschichte der Alpen". È autore di numerosi saggi sulla storia della famiglia e le migrazioni e sulla storia economica dell'arco alpino.

Indice



Luigi Lorenzetti, Nelly Valsangiacomo, Introduzione
Parte I. La dinamica dei ruoli nel mondo rurale
Patrizia Audenino, Introduzione. La dinamica dei ruoli
Marina Cavallera, Un "motore immobile". Emigrazioni maschili di mestiere e ruolo della donna nella montagna lombarda dell'età moderna
Francesca Chiesi Ermotti, Percorsi femminili nel casato dei mercanti Pedrazzini di Campo Vallemaggia (XVIII sec.)
Anne Montenach, Femmes des montagnes dans l'économie informelle: les "faux-saunières" en Haut-Dauphiné au XVIIIe siècle
Monica Miscali, Gli spazi delle donne. Lavoro e società nella Sardegna dell'Ottocento
Parte II. Donne e industria nelle montagne europee
Anne-Lise Head-König, Introduction. L'industrie et les fammes dans les montagnes de l'Europe: modèles d'insertion et de fonctionnement des ménages
Laura Savelli, Donne della montagna pistoiese negli stabilimenti della Società Metallurgica Italiana (1899-1948)
Frank Dellion, Les ouvrières de l'usine de la Schappe de Briançon: travail en usine et pluriactivité dans une société de montagne
Matteo Troilo, Donne, economia e lavoro nell'Appennino umbro-marchigiano
Tito Menzani, Aziende di genere. L'imprenditoria femminile sull'Appennino bolognese nella seconda metà del Novecento
Parte III. Ruoli e professioni femminili nelle attività del terziario
Antoniette Fauve-Chamoux, Introduction. Métiers et professions: une longue voie vers l'émancipation des femmes (17e-20e siècle)
Francesca Corti, Da balie a ginecologhe: l'evoluzione dell'apporto femminile nell'ospedale di S. Giovanni Battista a Bellinzona (secoli XVII-XX)
Francine Rolley, L'industrie nourricière et les transformations du Morvan dans la seconde moitié du XIXe siècle
Marie-France Vouilloz Burnier, Les femmes d'Hérémence et le développement socio-économique d'une vallée alpine
Lisa Fornara, Francesca Lo Iudice, Le intellettuali di provincia: maestre scrittrici nel Ticino del primo Novecento
Casimira Grandi, La labile memoria delle alpigiane trentine nella Svizzera di lingua tedesca tra secondo dopoguerra e boom economico
Marie-Pierre Arrizabalaga, Rôles et statuts des femmes dans les société pyrénéennes: le Pays Basque aux XIXe-XXe siècles
Parte IV. Rappresentazioni e autorappresentazioni
Ersilia Alessandrone Perona, Introduzione. Rappresentazioni e autorappresentazioni del lavoro delle donne di montagna
Rémy Pithon, Le travail des montagnardes avait-il sa place dans le cinéma de fiction des année 1920 à 1960?
Susanna Castelletti, Alina Borioli: memoria e cultura nella Valle Levantina
Corinne Bianchi, Il lavoro femminile nelle fabbriche tessili e orologerie nel Mendrisiotto (1950-1975): le operaie si raccontano
Thierry Amrein, Anita Testa-Mader, Dalla transumanza tradizionale al "nomadismo cognitivo": formazione e lavoro delle donne in due valli svizzere
Valentina Porcellana, Lassù le ultime. Le donne nei musei etnografici dell'arco alpino occidentale
Gli Autori
Indice dei nomi
Indice dei luoghi.