Oltre l'Istituzione totale.

Teatro e integrazione nella Casa di Reclusione di Rebibbia

Contributi
Giuseppe Cossuto, Lucio Meglio, Bruno Molea, Irene Petruccelli, Alice Ricchini, Myriam Santilli, Giuliana Sinagoga, Patrizia Spagnoli, Sandra Vitolo
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 144,   1a ristampa 2012,    1a edizione  2011   (Codice editore 1049.3)

Oltre l'Istituzione totale. Teatro e integrazione nella Casa di Reclusione di Rebibbia
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 18,00
Disponibilità: Buona


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856837100

In breve

All’interno del laboratorio teatrale di Rebibbia Reclusione di Roma, si sono strutturati incontri che all’attività di teatroterapia hanno affiancato interventi di tipo psicologico, di ricerca sociale e di attività di mediazione culturale. I risultati ottenuti, qui illustrati, consentono di confermare come il teatro, ma più in generale l’arte e la cultura, siano strumenti essenziali nel facilitare l’integrazione sociale.

Presentazione del volume

Il titolo di questo libro può sembrare ambizioso. Andare oltre il concetto di "Istituzione totale" di matrice goffmaniana significa proporre modelli ed esperienze trattamentali per e con i detenuti con l'intento di riaffermare l'identità sociale di questi, attraverso un processo collegiale e responsabilizzante di revisione critica del loro vissuto. Questo significa dunque provare a riappropriarsi, anche in un contesto detentivo e reclusivo, del concetto di persona, in un'ottica che sappia coniugare sicurezza e trattamento, e dunque riesca a sfuggire al sempre presente agguato de-personalizzante.
Questo libro racconta di un progetto, il "Progetto Prometeo", svolto dalla Associazione Italiana Cultura e Sport con la collaborazione del Laboratorio per lo studio dei nuovi servizi "Francesco Battisti" dell'Università di Cassino. All'interno del laboratorio teatrale della Casa di Reclusione di Rebibbia, si sono strutturati incontri che all'attività di teatroterapia hanno affiancato interventi di tipo psicologico, di ricerca sociale e di attività di mediazione culturale. I risultati ottenuti consentono di confermare come il teatro, ma più in generale l'arte e la cultura, siano strumenti essenziali per far maturare il dialogo tra le persone. Di tutto questo non si può non tener conto anche nelle prospettive e negli orientamenti di metodo che dovrebbero sostenere una azione politica resa a facilitare i processi di reinserimento sociale.

Maurizio Esposito insegna Sociologia generale e Metodologia della Pianificazione sociale presso l'Università degli Studi di Cassino. Responsabile scientifico del Laboratorio per lo Studio dei Nuovi Servizi "Francesco Battisti", si occupa da anni di problematiche legate al mondo della marginalità sociale e delle fasce deboli della popolazione. È autore, tra l'altro, delle pubblicazioni: Giovani al margine, ESI, Napoli 1998; Uomini di camorra, FrancoAngeli, Milano 2004; Medici e nuove tecnologie, FrancoAngeli, Milano 2006 (con Francesco Maria Battisti); ha inoltre curato il volume Malati in carcere, FrancoAngeli, Milano 2007 ed ha pubblicato articoli per il Journal of Correctional Health Care, Sage, Thousand Oaks, California.
Antonio Turco, educatore penitenziario, è responsabile delle attività culturali e della Compagnia teatrale "Stabile Assai" della Casa di Reclusione di Rebibbia. Responsabile nazionale del Settore Politiche Sociali dell'AICS, docente di pedagogia ed ordinamento penitenziario presso il Centro di Psicologia Giuridica dell'Istituto per lo Studio delle Psicoterapie di Roma, scrittore e giornalista, è autore di numerosi testi su tematiche carcerarie e sulla devianza minorile. È componente della XII Commissione del Senato per la legge 180.

Indice

Bruno Molea, Prefazione
Maurizio Esposito, Andare oltre l'istituzione totale. Le ragioni di un progetto
Sandra Vitolo, La drammaturgia penitenziaria: da personaggio fuori scena a protagonista
Antonio Turco, Il teatro in carcere: la sfida dell'uguaglianza
Patrizia Spagnoli, Un esperimento di teatroterapia in carcere
Giuseppe Cossuto, Giuliana Sinagoga, La mediazione interculturale in contesto carcerario
Irene Petruccelli, Myriam Santilli, Il teatro e i detenuti: esperienze di focus group a Rebibbia
Lucio Meglio, Il progetto Prometeo. Spunti sociologici
Alice Ricchini, La storia e il percorso metodologico del progetto Prometeo
Antonio Turco, Storia di un lavoro comune: Mediterraneo
Appendice. Il questionario del progetto Prometeo
Notizie sugli autori