L'Italia che compete

L'Italian Way of Doing Industry

Contributi
Fernando Alberti, Alessandra Carini, Renato Cuselli, Claudio De Albertis, Bruno Lamborghini, Tiziana Lang, Roberto Maglione, Francesco Mantovani, Daniele Marini, Stefano Micelli, Tatiana Rizzante, Francesco Silva, Alessandro Sinatra, Giuseppe Tripoli, Michele Tronconi, Riccardo Varaldo, Francesco Verbaro, Elena Zambon
Livello
Saggi, scenari, interventi
Dati
pp. 272,      1a edizione  2011   (Codice editore 1332.15)

L'Italia che compete. L'Italian Way of Doing Industry
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 35,00
Disponibilità: Discreta




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856840209
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 24,50
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856867831
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve

Un nuovo modo di fare impresa e di competere con successo sta nascendo in Italia! Lo testimoniano alcuni degli studiosi che più a fondo hanno studiato il sistema produttivo italiano, così come alcuni imprenditori (tra i più innovatori) che presentano i problemi e le prospettive del loro settore e delle loro imprese.

Utili Link

La Gazzetta dell'Economia Uomini e tecnologia, un'Italia che compete… Vedi...
CorrierEconomia Sono piccoli e forti … (di Gianfranco Dioguardi)… Vedi...
L'Unità C'è pure un'Italia che compete (di Gianfranco Dioguardi)… Vedi...
Italia Oggi Sette Recensione… Vedi...
Sviluppo & Organizzazione The Italian way of doing Industry (di Gianfranco Rebora)… Vedi...
Affari & Finanza Il lento salto … all'era del quarto capitalismo (di Alessandra Carini)… Vedi...
Sviluppo & Organizzazione L'Italia che compete (interventi dei curatori e di M.Decastri e P.Preti)… Vedi...
Gd'A L'internalizzazione delle piccole imprese del mobile… Vedi...
Conquiste del Lavoro Il cuore imprenditoriale dell'Italian Way (di Paolo Acanfora)… Vedi...
Banche e Banchieri Recensione (di Maddalena Sorrentino)… Vedi...

Presentazione del volume

Qual è la locomotiva del sistema produttivo italiano? Dopo la Fiat e l'Italsider degli anni Sessanta, dopo i distretti degli anni Ottanta, dopo il Made in Italy questo libro presenta un possibile what next: the Italian Way of Doing Industry .
Il programma di ricerca e intervento promosso dalla Fondazione Irso si ispira ai molti significativi casi di imprese italiane che sembrano mantenere e rafforzare anche nella crisi la propria competitività. Da dove nasce la loro forza? Che cosa accomuna casi di successo così diversi tra loro? Vi sono nuovi modelli e principi organizzativi e manageriali? Che fare per rafforzare la loro identità e rappresentanza? Quanto potranno durare, se il Paese non si prenderà cura di loro?
L'ipotesi illustrata in questo libro è che stia emergendo una Italian Way of Doing Industry , un modello socio-economico e un modello di impresa ancora allo stato embrionale diverso dai "castelli" industriali, dai distretti, dal "piccolo è bello": una Italian Way frutto di un vigoroso processo bottom-up basato su imprese, organizzazioni e territori di nuova concezione, nuovi "crocevia territoriali di reti lunghe vitali".
Tale modello - se svelato, comunicato, discusso - può creare senso di sé, "contagiare" positivamente imprese, organizzazioni e territori, suggerire politiche di sviluppo appropriate. Un modello, però, ancora fragile che richiede interventi di ricerca e comunicazione, servizi reali alle imprese, politiche economiche che oggi sono del tutto insufficienti.
Questo volume raccoglie i contributi di analisi e di proposte di uno straordinario brain trust composto da alcuni degli studiosi che più a fondo hanno studiato le imprese e il sistema produttivo italiano, da alcuni alti dirigenti pubblici che curano le politiche di sostegno allo sviluppo, da alcuni imprenditori innovatori nelle loro imprese e nel loro settore.
Il volume è destinato agli imprenditori e ai manager delle imprese dell' Italian Way of Doing Industry , alle associazioni imprenditoriali, ai responsabili nazionali e regionali di politiche di sviluppo economico, ai docenti e ai consulenti che supportano l'evoluzione delle imprese. E ovviamente è una risorsa per gli studiosi e gli studenti delle organizzazioni e dei sistemi produttivi italiani.

Federico Butera è ordinario di Scienze dell'Organizzazione presso l'Università di Milano Bicocca e presidente della Fondazione Irso.
Giorgio De Michelis è ordinario di Informatica per l'Organizzazione e Interaction Design presso l'Università di Milano Bicocca e vicepresidente della Fondazione Irso.

Indice



Alessandra Carini, Prefazione
Federico Butera, Giorgio De Michelis, Presentazione
Parte I. Modelli di impresa e modelli socio-economici dell'Italian Way of Doing Industry
Giorgio De Michelis, L'ipotesi di una Italian Way of Doing Industry
(Introduzione; Quattro temi ricorrenti nel discorso sull'industria italiana; Eppure...; Esiste una Italian Way of Doing Industry?; Conclusioni provvisorie; Ringraziamenti; Bibliografia)
Stefano Micelli, I nuovi profili delle imprese italiane
(Piccola e media impresa e distretti nello sviluppo del sistema industriale italiano; La crisi del 2000 e il suo impatto sulle imprese del Made in Italy; Un decennio di cambiamenti; L'emergere di nuove imprese leader; L'impresa italiana di fronte alla crisi: criticità e aree di intervento per una nuova politica industriale; Bibliografia)
Daniele Marini, La media impresa di fronte alla crisi
(Bibliografia)
Riccardo Varaldo, Due direttrici di marcia: medie imprese e piccole imprese innovative
(Bibliografia)
Francesco Silva, La grande impresa e il Made in Italy
Alessandro Sinatra, Favorire la metamorfosi del sistema
(Perché raccontare il successo; Il contesto italiano: un sistema in transizione; La metamorfosi: un'utile metafora; Accelerare il processo di metamorfosi del sistema; Le competenze da sviluppare; Le possibili linee di intervento; Bibliografia)
Fernando G. Alberti, La crescita imprenditoriale nelle imprese italiane
(Premessa; Le sfide per le imprese italiane; L'insegnamento di quattro casi di successo; Le determinanti della crescita imprenditoriale delle imprese; Le capabilities necessarie per la crescita; Il rinnovamento strategico per competere con successo; Bibliografia)
Federico Butera, La natura dell'impresa capace di competere: le cinque dimensioni dell'Italian of Doing Industry
(La contraddizioni dell'economia italiana; L'approccio: un percorso dal basso basato sui fatti; L'impresa italiana capace di competere; Le storie di impresa e il modello di Italian Way of Doing Industry; L'impresa che compete: il modello di analisi; Le cinque dimensioni dell'Italian Way of Doing Industry come modo di produzione di beni e di servizi; Le organizzazioni criminali e il loro contrasto: le organizzazioni per la difesa sociale e il sistema delle imprese sane; L'impresa integrale; Bibliografia)
Parte II. Le politiche
Giuseppe Tripoli, Politiche di sostegno della competitività
(Premessa; Le sfide della politica industriale; Strumenti finanziari a sostegno delle Pmi; Favorire i processi aggregativi tra imprese; Stimolare l'innovazione e supportare le attività con elevate prospettive di crescita; Conclusioni)
Francesco Verbaro, Tiziana Lang, Sviluppare le competenze per la nuova impresa in Italia
(Nuove competenze e nuovi lavori; Le previsioni occupazionali nella domanda d'impresa; Colmare il mismatch; Quale ruolo per le imprese dell'Italian Way of Doing Industry?)
Renato Cuselli, Modelli e dotazioni manageriali
(La cornice: caratteristiche del progetto sulla Italian Way of Doing Industry; I punti di contatto con l'impegno di Fondirigenti (e dell'Associazione Manageriale Club-AMC); Qualche evidenza dai nostri studi; L'importanza del contesto: Pubblica Amministrazione, formazione e relazioni industriale; Alcune "riflessioni" finali)
Bruno Lamborghini, Politiche e crescita dal basso
(Bibliografia)
Parte terza. Italian Way of Doing Business, settori e imprese
Claudio De Albertis, Il settore delle costruzioni e i nuovi modelli di rete
Michele Tronconi, Dalla persistenza alla dynamic legacy nel sistema Moda: le fonti del valore del Made in Italy
(Cosa ci dice la persistenza; La Moda come fattore propulsivo; Una dynamic legacy per attraversare la crisi; Ripensare la politica industriale; Conclusioni; Bibliografia)
Francesco Mantovani, Roberto Maglione, La piattaforma dell'Aerospazio e la gestione della conoscenza in Finmeccanica
(Finmeccanica e i numeri per gestire "l'impresa"; Il diversity tecnologico e generazionale; Il modello Finmeccanica: l'innovazione e l'eccellenza della tecnologia attraverso la valorizzazione del know-how; Conclusioni)
Elena Zambon, La chimica farmaceutica e l'impresa integrale alla Zambon
(La chimica farmaceutica come combinazione tipicamente italiana)
Tatiana Rizzante, L'informatica e l'impresa rete alla Reply
Ringraziamenti.




Management

Finanza. Amministrazione. Controllo

Marketing. Pubblicità. Comunicazione. Vendite

Produzione. Logistica. Qualità.

Risorse umane

Banca, credito e assicurazioni

Commercio e turismo


Pubblicità