La coscienza liminare

Sui fondamenti della simbolica politica

Autori e curatori
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 288,      1a edizione  2011   (Codice editore 629.24)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

La coscienza liminare. Sui fondamenti della simbolica politica
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 34,00
Disponibilità: Buona




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856844702
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 26,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856869279
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve

Il primo libro a occuparsi specificamente della coscienza liminare, la sede della indissolubile unitarietà della psiche umana. È da questa che prendono vita i simboli, nonché i miti e i riti che essi nutrono, il mondo immaginale e tutti i fenomeni identitari, che conferiscono senso all’esistenza personale e collettiva.

Presentazione del volume

Il libro, di contenuto innovativo, è il primo ad occuparsi specificamente della coscienza liminare, che è la sede della indissolubile unitarietà della psiche umana.
I comportamenti, le scelte, i modi di pensare e di agire, individuali e collettivi, non dipendono soltanto da valutazioni razionali e strettamente cognitive, ma anche da fattori imponderabili, derivanti dalle emozioni, dai costumi culturali, dall'inconscio, dalla fantasia, dalla creatività. Si tratta di dimensioni che nel vissuto individuale e collettivo, preso nel suo complesso, agiscono in maniera congiunta e inscindibile; perciò è necessario conoscere ed occuparsi della natura di tale congiunzione e dell'organo che la esprime, che è appunto la coscienza liminare. È da questa che prendono vita i simboli, nonché i miti e i riti che essi nutrono, il mondo immaginale e tutti i fenomeni identitari, che conferiscono senso all'esistenza personale e collettiva.
Gli argomenti trattati, che oltre alla filosofia e alle scienze socio-politiche interessano la psicologia, l'antropologia, l'estetica, la teologia, forniscono i criteri metodologici fondamentali dell'ermeneutica simbolica.

Giulio M. Chiodi, è professore ordinario di discipline di filosofia della politica e del diritto, insegnate nel corso degli anni presso le Università di Milano, Pavia, Messina, Federico II e Suor Orsola Benincasa di Napoli e dell'Insubria di Varese. Presiede alcuni comitati scientifici per gli studi di simbolica, coordinando attività di formazione scientifica e curando collane specialistiche, come "Miti, simboli, politica" e "Scriptorium di Heliopolis". I suoi scritti, che figurano in riviste ed opere collettanee anche a sua cura, si occupano principalmente di filosofia, politica, diritto e scienze della cultura. Tra le sue monografie si segnalano: La giustizia amministrativa nel pensiero politico di Silvio Spaventa (Bari 1969); Legge naturale e legge positiva nella filosofia politica di T. Hobbes (Milano 1970); Orientamenti di filosofia politica (Milano 1974); Weimar. Allegoria di una repubblica (Torino 1979); La menzogna del potere (Milano 1979); Tacito dissenso (Torino 1990); Equità. La regola costitutiva del diritto (Torino 2000); Teoresi dei linguaggi concettuali (Milano 2000); Europa. Universalità e pluralismo delle culture (Torino 2002); Propedeutica alla simbolica politica , 2 voll. (Milano 2006, 2010); Speculum Symbolicum (Napoli, 2010).

Indice



Introduzione - Una "nuova via"
Coscienza cognitiva e coscienza liminare
(Sulla coscienza in generale; La visione piramidale; Prospettiva e linguaggio; Sulla coscienza in particolare; Coscienza, sublimine e limine; Problemi di metodo)
Percezioni e paradigmi
(Axis mundi come paradigma simbolico; Geometrie elementari della coscienza liminare o geometrie paradigmatiche dell'immaginale; Geometrie immaginali dinamiche, percezioni liminari e cronotopie presimboliche; Spunti sulla percezione onirico-proiettiva; Spunti sulle percezioni proiettive coscienti; Ulteriori cenni alla spazio-temporalità simbolica: ancora cronotopie e topocronie)
Considerazioni aperte sui presupposti simbolici della politica
(Premessa; Su uomo e ragione; Su mito e politica: il governo degli imponderabili; Un fondamentale paradigma simbolico-politico; Simbolica proiettiva e desacralizzazione; Sul mito dell'Europa)
Lessico minimale.