L'aiuto professionale in servizio sociale

Teorie e pratiche

Autori e curatori
Livello
Studi, ricerche. Textbook, strumenti didattici
Dati
pp. 144,      1a edizione  2012   (Codice editore 613.1.16)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

L'aiuto professionale in servizio sociale. Teorie e pratiche
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 16,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856876598
Clicca qui per provare l'e-book

In breve

Il concetto di aiuto e la sua specificità nell’azione dell’assistente sociale vengono qui declinati nel tentativo di individuare percorsi teorici che consentano di caratterizzare i fondamenti dell’aiutare agi-to da questo professionista. In questa prospettiva, il libro approfondisce i significati che all’aiuto ven-gono attribuiti in relazione al welfare e alla cultura delle istituzioni, dei servizi di aiuto, delle comuni-tà e delle persone a cui si rivolgono.

Presentazione del volume

Le funzioni di aiuto caratterizzano una pluralità di professioni e, tra queste, in particolare il servizio sociale mantiene al centro della propria riflessione teorico-pratica l'azione tesa ad aiutare.
Il termine aiuto si caratterizza per una forte familiarità e diffusività nel gergo quotidiano. Il suo uso nel senso comune gli attribuisce un significato essenzialmente positivo, scevro da considerazioni critiche: un dato per scontato che accompagna la socialità e la socializzazione degli individui. Allo stesso modo, il termine aiuto identifica in modo abbastanza diretto la professione dell'assistente sociale e, soprattutto, la sua azione concreta che si configura all'interno di un originale e specifico processo di aiuto, articolato in fasi e sostanziato di pensiero, di azioni e di una imprescindibile relazione di aiuto.
Ma la comunanza della funzione di aiuto con altre professioni sociali non rende immediatamente individuabile il tipo di aiuto, le sue finalità e modalità che sono proprie dell'azione dell'assistente sociale.
Questo volume, che si rivolge a assistenti sociali, studenti di servizio sociale, supervisori e formatori, nonché a studiosi della materia, intende contribuire a scomporre e declinare il concetto di aiuto e la sua specificità nell'azione dell'assistente sociale, individuando percorsi teorici che consentano di caratterizzare i fondamenti dell'aiutare agito da questo professionista. In questa prospettiva, il libro approfondisce i significati che all'aiuto vengono attribuiti in relazione al welfare e alla cultura delle istituzioni, dei servizi di aiuto, delle comunità e delle persone a cui si rivolgono, in rapporto ad altre discipline e concettualizzazioni di azioni similari o contigue.

Maria Rosalba Demartis è assistente sociale specialista e dottore di ricerca in Fondamenti e metodi delle Scienze Sociali e del Servizio Sociale presso l'Università degli Studi di Sassari. Dipendente presso un ente locale, si occupa di Programmazione e progettazione delle Politiche sociali. Ha insegnato materie professionali di Servizio Sociale presso l'Università degli Studi di Cagliari e di Sassari.

Indice



Luigi Gui, Alberto Merler , Prefazione
Concettualizzare e realizzare l'aiuto
(Inquadramento terminologico e concettuale; L'aiuto: da azione volontaria a professione nel servizio sociale; Sviluppo dell'aiuto professionale in Italia)
Una visione interdisciplinare
(La dimensione psicologica dell'aiuto; La dimensione sociologica dell'aiuto: alcuni aspetti)
Teorizzare l'aiuto
(La teoria e il servizio sociale: identità disciplinare, opzioni teoriche; L'aiuto nei modelli teorici di servizio sociale: spunti di riflessione; Gli orientamenti recenti)
L'aiuto del servizio sociale e le politiche sociali nazionali
(Le risposte al bisogno e alle domande di aiuto; Politiche sociali nazionali e destinatari)
Pratiche di aiuto
(Tipologie di richieste e di risposte; Procedure e burocrazia; La personalizzazione; L'ascolto: basta l'empatia?; Prendersi cura della vulnerabilità; Note conclusive)