"> La comunicazione pubblica e la sfida dell'interculturalità. Lo "sguardo" dei mediatori culturali nella Regione Marche - FrancoAngeli

La comunicazione pubblica e la sfida dell'interculturalità.

Lo "sguardo" dei mediatori culturali nella Regione Marche

Autori e curatori
Contributi
Stefania Antonioni, Raffaele Raffaele Bucciarelli, Franca Faccioli, Lella Mazzoli
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 128,      1a edizione  2012   (Codice editore 266.1.27)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

La comunicazione pubblica e la sfida dell'interculturalità. Lo
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 17,50
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788820406554

In breve

Analizzando l’accoglienza e l’integrazione nei confronti degli immigrati come dimensione identitaria della Regione Marche, il volume tenta di rispondere alla crescente esigenza di definire e sviluppare competenze specifiche di comunicazione istituzionale e sociale per soddisfare i bisogni comunicativi della popolazione immigrata e autoctona.

Presentazione del volume

Il fenomeno migratorio ha lanciato una sfida importante alla società contemporanea, oggi afflitta da una grave crisi economica: la sfida dell'interculturalità. Le istituzioni pubbliche come possono comunicare le politiche di integrazione finalizzate a ridurre il conflitto sociale favorendo una pacifica e proficua convivenza tra persone di culture diverse? Come possono creare spazi di condivisione interculturale? Sembra emergere sempre di più l'esigenza di definire e sviluppare competenze specifiche di comunicazione istituzionale e sociale per intercettare e soddisfare i bisogni comunicativi della popolazione immigrata e autoctona.
Il Laboratorio Marche, attivo presso la Presidenza del Consiglio Regionale delle Marche, nel biennio 2008-2009 ha inteso analizzare l'accoglienza e l'integrazione nei confronti degli immigrati come dimensione identitaria della Regione Marche, prestando particolare attenzione agli aspetti comunicativi che riguardano le istituzioni pubbliche e il mondo del lavoro. L'attività di ricerca, svolta con il contributo scientifico dei ricercatori del LaRiCA (Laboratorio di Ricerca sulla Comunicazione Avanzata, Università di Urbino Carlo Bo), ha esplorato questa dimensione, cogliendo il punto di vista dei mediatori culturali delle Marche, attraverso l'impiego di tecniche di sociologia visuale.

Gea Ducci è ricercatore presso il Dipartimento di Scienze della Comunicazione dell'Università di Urbino Carlo Bo e insegna Comunicazione pubblica presso la Facoltà di Sociologia del medesimo ateneo. Tra le sue pubblicazioni: Pubblica amministrazione e cittadini: una relazionalità consapevole. Gli sviluppi di una comunicazione pubblica integrata (Milano 2007); Cittadini e istituzioni nei social network: sistemi relazionali e nuove forme di partecipazione , in L. Mazzoli (a cura di), Network Effect. Quando la rete diventa pop (Torino 2009).

Indice



Raffaele Bucciarelli, Il Laboratorio Marche, Presidenza del Consiglio Regionale delle Marche
Franca Faccioli,
Prefazione
Lella Mazzoli, Premessa
Gea Ducci, Introduzione
Gea Ducci, La prospettiva dell'interculturalità e il ruolo della comunicazione
(Preliminari: multietnicità, multiculturalismo e interculturalismo; La centralità della comunicazione nell'analisi del fenomeno migratorio; I livelli di comunicazione da osservare)
Gea Ducci, Comunicazione pubblica e immigrazione: principi e peculiarità
(Quale comunicazione pubblica per l'accoglienza e l'integrazione sociale delle persone immigrate; La comunicazione istituzionale: dalla conoscenza delle norme all'orientamento ai servizi; La comunicazione sociale: sensibilizzare all'interculturalità; Il linguaggio istituzionale come indicatore di integrazione)
Gea Ducci, Comunicazione e immigrazione nella Regione Marche
(Il fenomeno migratorio nella Regione Marche: aspetti generali; La comunicazione dei sistemi sociali e la percezione della popolazione; La comunicazione dei sistemi "per" e "su" l'inclusione sociale nelle Marche; La percezione dell'integrazione sociale a partire dal vissuto degli immigrati)
Gea Ducci, Stefania Antonioni, La comunicazione per l'accoglienza e l'integrazione sociale nelle Marche: il punto di vista dei mediatori culturali. Impostazione teorica della ricerca
( Gea Ducci, Gli obiettivi della ricerca; Stefania Antonioni, I criteri metodologici. Per una visualizzazione del dato sociologico. L'apporto della sociologia visuale)
Gea Ducci, Stefania Antonioni,
I risultati della ricerca. I due volti dell'integrazione sociale nelle Marche
( Gea Ducci, Il rapporto con le istituzioni: luci e ombre; Gea Ducci, Relazioni che si modificano nel mondo del lavoro; G ea Ducci, L'ambiente scolastico: tra riforma e progetti sull'interculturalità; Stefania Antonioni, Le relazioni locali-stranieri: un rapporto ambivalente; Stefania Antonioni, I media raccontano gli stranieri: è sempre cronaca nera; Gea Ducci, Conclusioni)
Riferimenti bibliografici.