Le nostre spedizioni verranno sospese per la pausa estiva dal 27 luglio al 21 agosto (inclusi). Buone vacanze!
Milano capitale del bene comune.

A cura di: Vittorio A. Sironi

Milano capitale del bene comune.

Nel variegato mondo delle charities è possibile ritrovare linee comuni generali che consentono di cogliere le trasformazioni, la crescita e l’evoluzione nel tempo di questi soggetti, espressione di aggregazioni civili, istituzioni laiche, enti religiosi o singoli individui, che costituiscono il Terzo settore milanese. Il volume intende evidenziare non solo la continuità storica di questa realtà, ma anche gli elementi di specificità e innovazione che sono tipici di questo contesto.

Edizione a stampa

31,00

Pagine: 240

ISBN: 9788820446581

Edizione: 1a edizione 2013

Codice editore: 1420.190

Disponibilità: Discreta

Pagine: 240

ISBN: 9788891700902

Edizione:1a edizione 2013

Codice editore: 1420.190

Possibilità di stampa: No

Possibilità di copia: No

Possibilità di annotazione:

Formato: PDF con DRM per Digital Editions

Informazioni sugli e-book

L'espressione Milan con el cor in man non è solo un vecchio motto popolare, ma anche un'affermazione che ben sintetizza la disponibilità e la generosità degli abitanti della città lombarda. Le radici storiche di questa "vocazione" all'impegno assistenziale, volontario e filantropico, soprattutto in ambito sociale e sanitario, risalgono alla rete delle opere pie e degli ospedali medioevali che si sono poi andate evolvendo nel tempo.
A partire dalla metà del secolo scorso i soggetti di beneficenza, di volontariato e di filantropia diventano in molti casi enti normativamente riconosciuti che entrano a pieno titolo nell'arena delle politiche pubbliche. Oggi si tratta di una realtà complessa e in crescita che, oltre a rispondere a bisogni di categorie e di soggetti marginali, diviene sempre più frequentemente un protagonista che s'inserisce nella linea del bene pubblico. È con lo sviluppo del welfare mix, cioè quel welfare che vede a fianco dello Stato agire il Terzo settore nelle sue diverse dimensioni, il mercato profit e la famiglia, soggetti che sorti per volontà di singoli o di piccoli gruppi diventano una risorsa sempre più rilevante sul piano dell'innovazione.
Pur nell'affollato e variegato mondo delle charities è possibile ritrovare linee comuni generali che consentono di cogliere le trasformazioni, la crescita e l'evoluzione nel tempo di questi soggetti, espressione di volta in volta di aggregazioni civili, di istituzioni laiche, di enti religiosi o anche semplicemente di singoli individui, che costituiscono il Terzo settore milanese.
Le tre parti in cui si articola il volume intendono evidenziare la continuità storica di questa articolata realtà e cogliere gli elementi di specificità e innovazione tipici di questo contesto. Milano, superando anche in questo ambito come in altri la dimensione nazionale, non è solo la capitale del bene comune, ma rappresenta anche un laboratorio internazionale per le charities.

Mara Tognetti Bordogna, professore di Sociologia economica e del lavoro, insegna Politiche migratorie presso l'Università di Milano-Bicocca, Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale ed è direttore del Master Sistemi Sanitari, Medicine Tradizionali e Non Convenzionali. Tra le sue opere più recenti ricordiamo, con F. Piperno, Welfare transnazionale, Ediesse, 2012.
Vittorio A. Sironi, neurochirurgo, storico e antropologo, è professore di Storia della medicina e della sanità presso la Scuola di Medicina e Chirurgia dell'Università degli studi di Milano Bicocca, dove dirige il Centro studi sulla storia del pensiero biomedico (www.cespeb.it). È autore di numerosi saggi sulla storia sanitaria e sull'epistemologia delle neuroscienze.



Mara Tognetti Bordogna, Vittorio A. Sironi, Introduzione
Parte I. La carità ambrosiana nella storia
Vittorio A. Sironi, Per una storia del volontariato
Edoardo Bressan,
Fra carità e beneficenza: le radici dell'assistenza e del volontariato ambrosiano
Paolo M. Galimberti,
La geografia della carità
Giorgio Cosmacini,
Il Volontariato eroico di Camillo de Lellis
Paola Zocchi,
Luigi Mangiagalli: un "fundraiser" ante litteram nel campo medico-scientifico
Alberto Carli,
L'obolo di inchiostro. Narrativa popolare e bambini rachitici a Milano tra Otto e Novecento
Gianluca Albergoni,
Mecenati delle lettere nella Milano della Restaurazione
Parte II. I molti volti del "bene" ambrosiano
Mara Tognetti Bordogna, Il terzo settore ambrosiano tra vecchi e nuovi caratteri
Gianpiero Fumi, Le molte vie del finanziamento privato del bene pubblico. Milano tra Ottocento e Novecento
Elena Canadelli,
Un laboratorio per Milano. L'Associazione per lo sviluppo dell'alta cultura
Stefania Belotti,
Il dono gratuito della musica e della melodia
Vittorio A. Sironi,
Le charities in campo medico-scientifico e in ambito sanitario
Vittorio A. Sironi, Volontariato alla Fondazione Ca' Granda e a Niguarda
Alessandra Naldi, Il volontariato in ambito penale e penitenziario: dall'assistenza morale e materiale al reo all'intervento progettuale sulla persona e sul suo contesto di vita
Valentina Anzoise,
Il terzo settore per l'ambiente
Parte III. L'istituzionalizzazione dello spirito donativo ambrosiano
Francesco Auxilia, Tra integrazione e sussidiarietà
Marco Pietripaoli,
Il riconoscimento istituzionale dell'impegno donativo
Paolo Rossi,
I modelli organizzativi del terzo settore
Giorgio Fiorentini,
Alessia Anzivino, Il valore socio economico del terzo settore a Milano
Annalisa Ornaghi,
La dimensione quantitativa del Terzo Settore a Milano
Bibliografia.

Contributi: Gianluca Albergoni, Alessia Anzivino, Valentina Anzoise, Francesco Auxilia, Stefania Belotti, Edoardo Bressan, Elena Canadelli, Alberto Carli, Giorgio Cosmacini, Giorgio Fiorentini, Gianpiero Fumi, Paolo M. Galimberti, Alessandra Naldi, Annalisa Ornaghi, Marco Pietripaoli, Paolo Rossi, Paola Zocchi

Collana: La societa' / Saggi e studi

Argomenti: Storia sociale e demografica - Storia della salute e della sanità - Politiche e servizi sociali - Sociologia della salute

Livello: Studi, ricerche

Potrebbero interessarti anche