Innovazione e prossimità relazionale.

Il contesto dei parchi scientifici tecnologici

Autori e curatori
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 282,      1a edizione  2013   (Codice editore 619.4)

Innovazione e prossimità relazionale. Il contesto dei parchi scientifici tecnologici
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 35,00
Disponibilità: Discreta




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788820462895
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 26,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891703453
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve

Per sviluppare innovazione, imprese, centri di ricerca, università e istituzioni tendono a collaborare per costituire una rete aperta. Attraverso il supporto dei Parchi Scientifici Tecnologici, la prossimità geo-spaziale sfocia in una prossimità spazio-relazionale fondata su una vision condivisa dai diversi attori coinvolti nell’ecosistema dell’innovazione.

Presentazione del volume

Data di submission: luglio 2013
Data di accettazione: ottobre 2013


"Spazio e innovazione": un binomio che oggi più che mai risulta essere di particolare attualità considerando il processo di globalizzazione in atto.
Sebbene numerosi studi siano focalizzati sulla prospettiva dello spazio caratterizzato da coordinate geografiche, lo spazio, considerato quale risorsa economica, può essere associato ad una prossimità non solo geografica ma anche cognitiva, sociale e organizzativa.
In tale contesto, la finalità principale di questo libro è stata quella di indagare lo sviluppo dell'innovazione scientifica tecnologica nella prospettiva delle relazioni spaziali. Negli ultimi anni si sta affermando il concetto di prossimità relazionale fondata sull'interconnessione di relazioni tra imprese e stakeholder eterogenei, attraverso cui si realizza la generazione e la diffusione dell'innovazione. In tale prospettiva l'impresa ricorre a fonti di innovazione esterne per accedere e combinare diverse conoscenze, delineando il network dell'innovazione.
L'analisi empirica trattata nella seconda parte della monografia, è frutto di una ricerca condotta dall'autrice nel contesto dei Parchi Scientifici Tecnologici italiani. I casi suggeriscono che, per sviluppare innovazione, imprese, centri di ricerca, università e istituzioni, tendono a collaborare per costituire una rete aperta. Attraverso il supporto dei Parchi, considerati quali intermediari della conoscenza, la prossimità geo-spaziale sfocia in una prossimità spazio-relazionale fondata su una vision condivisa dai diversi attori coinvolti nell'ecosistema dell'innovazione.
Le dimensioni spazio-relazionali sono costituiti da eterogeneità e numerosità degli attori e dalla forza della relazione che discende dal suo DNA, composto da commitment, engagement e fiducia.
La prossimità relazionale tende a crescere con l'aumentare della numerosità e dell'eterogeneità degli attori ma anche con una maggiore profondità determinata dalla tipologia della relazione. Quanto più si presentano obiettivi convergenti, valori e vision condivisi, tanto più le relazioni saranno forti e veicoleranno la crescita della prossimità relazionale e pertanto lo sviluppo dell'innovazione co-managed.

Chiara Cantù è ricercatrice di economia e gestione delle imprese, è docente di marketing e marketing management per il corso di laurea triennale e per il master in marketing management dell'Università Cattolica di Milano. Dottore di ricerca in impresa e mercato, ha pubblicato articoli su riviste nazionali e internazionali tra cui Industrial Marketing Management e Journal of Business Research, su temi riguardanti la dinamicità delle reti di impresa, la gestione delle relazioni interorganizzative, l'innovazione e i business network. Fa parte del Consiglio dei docenti del dottorato di ricerca in management e innovazione della Cattolica e dal 2001 collabora con Centrimark, Centro di Ricerche di Marketing dell'Università Cattolica.

Indice



Prefazione
L'emergere di una spazialità relazionale
(Il concetto di spazio e prossimità: una prospettiva liquida; Lo spazio in una prospettiva statica; Lo spazio in una prospettiva dinamica; Prossimità relazionale: la combinazione di relazioni orizzontali e verticali; Conoscenza e comunità: oltre lo spazio geografico)
Lo sviluppo del trasferimento tecnologico in un approccio collaborativo
(Trasformare la conoscenza in business idea; Open Innovation: innovare attraverso la collaborazione; Il trasferimento tecnologico nel modello Open Innovation; La catena del valore del trasferimento tecnologico: dall'approccio tradizionale all'approccio interattivo; La combinazione di relazioni convergenti per lo sviluppo del trasferimento tecnologico; Spin off, start up e business incubator: le relazioni per supportare la nascita delle nuove aziende; Venture capitalist e business angel: le relazioni per supportare il seed financing)
Capitale Relazionale e Corporate Stakeholder Responsibility: condivisione di valori attraverso le relazioni
(Capitale sociale. Interpretazioni a confronto; Capitale relazionale: la prospettiva dell'open interaction; Le finalità dell'impresa nella creazione di valore. Innovare nei business model; Company stakeholder responsibility: etica e valori; Relazioni, valore e valori)
Relazioni interorganizzative e Network per l'innovazione
(Innovazione e collaborazione; Lo sviluppo del networking; La rete di imprese; Network: dall'Interactive Approach all'Industrial Network Approach; Rete vs Network: interpretazioni a confronto; Network per l'innovazione: prospettive di analisi; Innovation Network. Relazioni geospaziali; Innovation Network. Relazioni spazio-relazionali)
Parchi Scientifici Tecnologici: relazioni interorganizzative per l'innovazione
(Metodologia di ricerca; I Parchi Scientifici Tecnologici: Knowledge Farm nell'economia della conoscenza; Modello di ricerca e di analisi; Kilometro Rosso; Area Science Park; Como Next (New Energy for the Territory); Pst Luigi Danieli; Galileo; Sardegna Ricerche; Polo Tecnologico Navacchio; Bioindustry Park; Environment Park)
Analisi delle evidenze empiriche
(Relazioni interconnesse nella co-managed innovation; I Parchi, intermediari della conoscenza e facilitatori delle relazioni; I Parchi per lo sviluppo del tessuto imprenditoriale; I Parchi per supportare lo sviluppo delle prossimità relazionale)
Conclusioni
Bibliografia
Appendice. Le dimensioni della prossimità relazionale.