Comunicazione integrata e PR: istruzioni per l'uso

Strategie, strumenti e tecniche nel secolo della trasparenza

Contributi
Enrico Sassoon
Livello
Textbook, strumenti didattici. Testi per professional
Dati
pp. 252,      1a edizione  2014   (Codice editore 1059.31)

Comunicazione integrata e PR: istruzioni per l'uso. Strategie, strumenti e tecniche nel secolo della trasparenza
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 33,00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788820467937

In breve

Ipercompetizione, tecnologia, cambiamenti nelle attitudini mediatiche e al consumo hanno spinto le imprese a ripensare le proprie strategie di comunicazione. Come si ridisegna la Comunicazione d’impresa o, meglio, la Comunicazione integrata in questo nuovo contesto? Quale il ruolo delle PR? Quali gli strumenti più efficaci – ed efficienti – per coinvolgere il consumatore e tutti gli stakeholder?

Utili Link

Harvard Business Review Recensione (di Stefano Lucchini)… Vedi...

Presentazione del volume

Ipercompetizione, tecnologia, cambiamenti nelle attitudini mediatiche e di quelle al consumo hanno spinto le imprese - nei mercati maturi - a ripensare alle proprie strategie di comunicazione.
Come si ridisegna la Comunicazione d'impresa o, meglio, la Comunicazione integrata in questo nuovo contesto? Quale il ruolo delle PR? Quali gli strumenti più efficaci - ed efficienti - per coinvolgere il consumatore e tutti gli stakeholder ?
Domande centrali, alle quali intende dare risposta questo volume: una guida alle Relazioni esterne che approfondisce in particolare le attività "core" della funzione di comunicazione e Pubbliche Relazioni, in un ambito che, visto nella sua interezza, si caratterizza per una sempre maggiore trasparenza.
Per farlo, cerca innanzitutto di porre le basi per un vocabolario comune alla professione, sia rispetto all'organizzazione in cui opera sia ai contenuti del proprio lavoro, e di fornire indicazioni utili circa i metodi preferibili di misurazione dei risultati.
La particolarità del testo sta nell'essere frutto del lavoro di tre sensibilità diverse: quella accademica, quella manageriale e quella consulenziale. Non solo, quindi, l'attenzione è rivolta agli aspetti teorici, ma anche alle scelte operative concrete e agli strumenti che ne garantiscono l'applicabilità ad ampio spettro.
Il volume suggerisce altresì quale preparazione e quali capacità sono auspicabili in un professionista delle relazioni esterne per svolgere correttamente il proprio ruolo; si propone quindi come prezioso alleato non solo per gli studenti, ma anche per quei professionisti che intendano orientarsi meglio in un contesto tanto mutevole.

Raoul Romoli Venturi è direttore Comunicazione e Pubbliche Relazioni della Ferrero, in passato già Consigliere d'Amministrazione e direttore Comunicazione e Relazioni Istituzionali della Martini & Rossi. Ha ricoperto ruoli direttivi anche in ambito economico-finanziario in diverse società, in Italia e all'estero. Ha al suo attivo numerose pubblicazioni di saggi e articoli sui temi della comunicazione, globalizzazione, geopolitica.
Cecilia Casalegno è ricercatore universitario presso il Dipartimento di Management dell'Università di Torino. È docente nei corsi di Marketing e di Comunicazione presso la medesima struttura, oltre che di Marketing e product fashion design presso il Politecnico di Torino. Curatrice per i nostri tipi del volume Pubblicità: istruzioni per l'uso (2012).
Pasquale De Palma è partner e CEO di INC - Istituto Nazionale per la Comunicazione. Ha un'esperienza trentennale nella gestione di campagne di comunicazione e pubbliche relazioni per conto di aziende e gruppi italiani e multinazionali, istituzioni pubbliche e organizzazioni no profit. Tra le sue pubblicazioni: Manuale di comunicazione pubblica (Maggioli, 2002).

Indice


Enrico Sassoon, Prefazione. Trasparenza e integrazione
Introduzione
Parte I. Lo scenario e le definizioni
La comunicazione d'impresa: da attività di supporto a processo strategico aziendale
(Comunicazione: da condivisione di contenuti a processo strategico di impresa; Comunicazione integrata: mondo esterno, mondo interno; Declinazioni e strumenti della comunicazione integrata; Lo sviluppo di un piano di comunicazione integrata; Comunicazione integrata e relazioni esterne: incroci e sinergie)
Le Relazioni esterne nelle aziende
(Il ruolo delle Relazioni esterne nel panorama italiano: il vocabolario; Le Relazioni istituzionali; Le Relazioni con gli investitori; Introduzione alla funzione di Comunicazione e Pubbliche Relazioni; Quale forma organizzativa?)
Parte II. PR: attività core e misurazione dei risultati
Attività sul pre-mercato: opinion PR
(Azioni e interazioni dell'impresa con l'ambiente circostante; Il valore della pubblica opinione; Le Pubbliche Relazioni dai modelli di Grunig ai giorni nostri;Pubbliche Relazioni e modello d'impollinazione)
Attività sul mercato: brand PR
(Brand, emozioni, valori e comunicazione;Corporate brand quale fulcro delle relazioni di impresa; Responsabilità sociale e brand PR: costruire e difendere la corporate reputation;Brand quale anello di congiunzione tra marketing e comunicazione: le brand PR;Il modello della ? Visibility)
Attività sul web: digital PR
(Che cosa sono le digital PR e perché se ne parla tanto;L'impatto del web e dei social media sulla "dieta mediatica" degli italiani; Il fenomeno digitale cambia anche le scelte d'investimento delle aziende; Il territorio delle digital PR; Digital PR: che cosa fare e che cosa non fare)
Attività nella gestione della crisi
(Quali tipologie di rischio?; Pre crisis e crisis management; Relazioni con i media e comunicazione della crisi;Le litigation PR; Il social crisis management; Perdita della reputazione e crisis management: analisi di alcuni casi)
Valutazione quali-quantitativa delle attività di media relation
(Il dibattito teorico sulla possibilità di una valutazione; Quale efficacia? Il metodo AVE; Il metodo GRV e la stampa tradizionale; Valutazione delle attività media televisive e radiofoniche; Valutazione delle attività sui new media e sui social network)
Parte III. Nel concreto del mestiere
Il professionista delle Relazioni esterne
(La carta d'identità del professionista delle Pubbliche Relazioni; Background e preparazione;Relazioni istituzionali e con gli investitori: chi e il "lobbista"? Chi e in grado di spiegare i numeri dell'azienda?; Il profilo del professionista dal punto di vista di chi esercita la professione (indagine Unito e Centromarca))
Gli strumenti classici
(Il comunicato stampa, la conferenza stampa e le interviste; Rassegna stampa, TV, radio)
I nuovi strumenti digitali
(Il social listening; L'ufficio stampa on line; Le relazioni con i blogger, i nuovi influenti della rete; Il social media management)
Conclusioni. Evoluzione della professione e nuovi orizzonti
(Evoluzione del ruolo delle Pubbliche Relazioni nel XXI secolo; Evoluzione della disciplina; Evoluzione della formazione: cenni)
Bibliografia
Ringraziamenti.



Management

Finanza. Amministrazione. Controllo

Marketing. Pubblicità. Comunicazione. Vendite

Produzione. Logistica. Qualità.

Risorse umane

Banca, credito e assicurazioni

Commercio e turismo

Pubblicazioni in Open Access


Pubblicità