Scrivere l'autobiografia musicale

Dal ricordo volontario al ricordo spontaneo

Autori e curatori
Livello
Textbook, strumenti didattici
Dati
pp. 180,   1a ristampa 2015,    1a edizione  2014   (Codice editore 1361.1.8)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Scrivere l'autobiografia musicale Dal ricordo volontario al ricordo spontaneo
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 22,00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891709752

In breve

L’autobiografia musicale proposta nel testo consiste nel fatto che i partecipanti (un gruppo di studenti) scelgono dei brani da ascoltare nel corso di un percorso di scrittura. Scrivendo l’autobiografia musicale gli studenti hanno così fatto emergere risposte a domande relative a proprietà fenomenologiche (vivacità, valenza emotiva, unicità, istintività, risposta nel tono dell’umore e sensazioni fisiologiche) assenti nell’autobiografia tradizionale.

Presentazione del volume

L'esperienza cui si fa riferimento nel volume, partendo dall'ipotesi che esista uno stretto nesso tra musica e pensiero interiore, non è finalizzata alla stesura di autobiografie in cui si associa una musica ad un evento, ma alla scrittura di un'autobiografia elaborata ascoltando nel corso della scrittura brani in precedenza selezionati.
Vi è dunque una peculiare differenza tra autobiografia musicale tradizionale e l'autobiografia musicale proposta in questa sede, che consiste nel fatto che i partecipanti scelgono dei brani da ascoltare nel corso di un percorso scrittura.
Scrivendo l'autobiografia musicale gli studenti hanno fatto emergere risposte a domande relative a proprietà fenomenologiche (vivacità, valenza emotiva, unicità, istintività, risposta nel tono dell'umore e sensazioni fisiologiche) assenti nell'autobiografia tradizionale. L'uso comparato di più metodologie di analisi dell'esperienza, come il diario di bordo, la relazione metacognitiva e i questionari, ha consentito di rispondere agli interrogativi di ricerca, oltre che di implementare la capacità di riflessione critica degli studenti sui saperi personali e disposizionali, sui valori e i significati di cui ciascuno è portatore.

Questa edizione è arricchita da un quaderno didattico cognitivo; le due pubblicazioni sono da considerarsi indivisibili.

Maria Rosario Strollo è professore straordinario di Pedagogia Generale e Sociale (M-PED/01) presso il Dipartimento di Studi Umanistici dell'Università degli Studi di Napoli Federico II. È direttore scientifico del Laboratorio di Epistemologia e pratiche dell'educazione (www.lepe.unina.it). Coordina l'Area pedagogica del Tirocinio Formativo Attivo. Tra le sue ultime pubblicazioni: Strollo M.R. (2013). The Burqaof the West. Reflections for a School without Veils; Strollo M.R., Vairetti I. (2013). Musica, educazione, didattica della storia; Strollo M.R., Vittoria P. (2012). Educational policies of the Theater of the oppressed in the Universities of Naples and Rio de Janeiro; Strollo M.R., Vittoria P.(2012). A formação de educadores atraves de percursos esteticos: teatro, musica e narração.

Indice

Introduzione
Musica e autobiografia nella formazione degli insegnanti e degli psicologi
(L'autobiografia nella formazione dei formatori; Il ruolo della musica nella formazione dell'identità; Il ruolo della musica nei contesti educativi; L'autobiografia musicale come strumento educativo)
Neurofenomenologia della memoria nell'autobiografia musicale. Dalla memoria volontaria al ricordo spontaneo
(Memoria autobiografica, ascolto della musica e biologia; Dalla memoria volontaria al ricordo spontaneo)
La ricerca. Metodologia e strumenti
(Scrivere l'autobiografia musicale: un intervento pilota; La costruzione degli strumenti metacognitivi)
La ricerca nella formazione pedagogica degli psicologi
(Premessa; Dallo studio pilota al secondo studio; Il campione del secondo studio; I risultati delle griglie metacognitive; I risultati del questionario)
La ricerca nella formazione pedagogica degli insegnanti
(Analisi delle relazioni metacognitive dei partecipanti ai corsi di Tirocinio Formativo Attivo; I risultati del questionario)
Conclusioni
Bibliografia.