I nodi della programmazione condivisa.

Esperienze e riflessioni

Contributi
Rosa Accardo, Teresa Bertotti, Mario Bonu, Cipriana Dettori, Rita Diez, Agostino Loriga, Federica Palomba, Marina Piano, Luisa Angela Pittau, Monica Saurra, Remo Siza
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 144,      1a edizione  2015   (Codice editore 1043.79)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

I nodi della programmazione condivisa. Esperienze e riflessioni
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 18,00
Disponibilità: Discreta





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 13,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 13,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve

Programmare e progettare interventi e servizi alla persona, dopo la legge 328/2000, significa prendere in considerazione il ruolo delle comunità locali nel welfare partecipato, soprattutto nei termini di una corresponsabilità tra istituzioni e terzo settore. Facendo riferimento in particolare al caso sardo, il volume rende conto delle problematiche affrontate nel convegno su “Costruire politiche sociali. I nodi della programmazione condivisa”.

Presentazione del volume

La pluralità di attori nelle politiche sociali è una complessità che può essere governata? Programmare e progettare interventi e servizi alla persona, dopo la 328/2000, significa prendere in considerazione il ruolo delle comunità locali nel welfare partecipato, soprattutto nei termini di una corresponsabilità tra istituzioni e terzo settore.
A tale scopo non sono sufficienti infatti da soli gli attori istituzionali se a questi non si affianca il ruolo degli attori comunitari che, nei diversi territori - ma con particolare riferimento, nel volume, al caso sardo - affrontano un difficile percorso di condivisione: di linguaggi, visioni, pratiche, professioni. Se condivise, le politiche sociali possono condurre a un'idea di persona intesa non come il termine problematico di un intervento che rende passivi e dipendenti dalla pubblica assistenza, ma come il punto di forza per creare investimenti, sollecitare potenzialità e affermare diritti di cittadinanza.
Il volume rende conto delle problematiche affrontate nel convegno su Costruire politiche sociali. I nodi della programmazione condivisa, organizzato a fine 2014 dal Dipartimento di Scienze Umanistiche e Sociali dell'Università degli Studi di Sassari, in collaborazione con l'Ordine degli Assistenti Sociali Regione Sardegna e con l'Associazione Italiana di Sociologia-Sezione Politica Sociale.

Maria Lucia Piga è professoressa associata di Sociologia nel Dipartimento di Scienze Umanistiche e Sociali dell'Università degli Studi di Sassari. Insegna Sociologia Generale e Politica Sociale nei corsi di laurea triennale e magistrale in Servizio Sociale. Autrice di diverse pubblicazioni in tema di politica sociale, è presidentessa del CUG - Comitato Unico di Garanzia per le Pari Opportunità dell'Università di Sassari. È membro del Consiglio Scientifico della Sezione Politica Sociale dell'AIS 2015-2018.
Giampiero Branca è assegnista di Ricerca in Sociologia Generale e Politica Sociale presso il Dipartimento di Scienze Umanistiche e Sociali dell'Università degli Studi di Sassari. Autore di diverse pubblicazioni in volumi e riviste nazionali e internazionali su argomenti riguardanti i processi di trasformazione delle politiche sociali contemporanee. È socio della Sezione Politica Sociale dell'AIS.

Indice


Maria Lucia Piga, Introduzione
Giampiero Branca, Nuove tendenze nella programmazione partecipata delle politiche sociali territoriali
Teresa Bertotti,
La costruzione partecipata di linee guida nei servizi per la tutela dei minori
Remo Siza,
Le nuove dimensioni della partecipazione in una progettazione collaborativa
Federica Palomba,
La centralità della persona nei processi di co-costruzione delle politiche sociali
Mario Bonu,
La gestione associata dei servizi: una scommessa ancora da vincere
Rosa Accardo
Un'esperienza di progettazione partecipata: i centri per le famiglie e la comunità nel Plus distretto di Alghero
Rita Diez, Lo Sportello informativo di orientamento sociosanitario di Emergency a Sassari: una operatività quotidianamente condivisa
Monica Saurra,
Percorsi socio-sanitari territoriali rivolti alle persone con disabilità intellettiva
Luisa Angela Pittau,
La promozione giovanile e le sinergie possibili: l'esperienza del servizio di educativa di strada nel distretto di Sanluri
Cipriana Dettori,
Il Progetto "L'Impresa della legalità"
Marina Piano,
L'Ufficio Esecuzione Penale Esterna: un dialogo costruttivo tra carcere e territorio
Agostino Loriga,
Il lavoro solidale nel Sito di Interesse Comunitario di Platamona
Notizie sugli autori.