Le nostre spedizioni verranno sospese per la pausa estiva dal 27 luglio al 21 agosto (inclusi). Buone vacanze!
Nullius in verba.

Enzo Campelli

Nullius in verba.

Il metodo nella rivoluzione scientifica

Il libro si propone di esaminare il problema del metodo e ricostruire il percorso lungo il quale, attraverso quella che viene di solito chiamata la «rivoluzione scientifica», si è andata definendo la consapevolezza metodologica della scienza moderna.

Edizione a stampa

34,00

Pagine: 294

ISBN: 9788891729064

Edizione: 1a edizione 2016

Codice editore: 1315.24

Disponibilità: Buona

Nullius in verba è il motto della Royal Society, la prima associazione scientifica, fondata in Inghilterra nel 1660. Per quanto forse ripreso da un vecchio verso di Orazio, questo ammonimento porta in sé i segni dei tempi nuovi e annuncia un programma di lavoro rivoluzionario.
L'impegno che prescrive ai fellows del nuovo sodalizio, quello cioè di "non fare affidamento sulle parole di nessuno", ha infatti molte e immediate implicazioni. L'idea di una conoscenza basata non su ben costruite argomentazioni o su ineccepibili sillogismi, ma su fatti osservabili e sull'esplorazione diretta della natura, è la prima di esse: nessuna affermazione che non superi il vaglio della ragione sperimentale - della sperimentazione razionale, che procede in modo controllabile e ordinato - può trovare posto o considerazione in questo progetto. Ciò inevitabilmente richiama un problema di vecchissima data, quello cioè del metodo - della giusta strada da percorrere - che già nel pensiero antico era servito a distinguere la conoscenza valida da quella fallace, ma che ora assume una rilevanza e un significato molto diversi. Il libro si propone precisamente di esaminare questa riconsiderazione del problema metodologico e ricostruire il percorso lungo il quale, attraverso quella che viene di solito chiamata la "rivoluzione scientifica", si è andata definendo la consapevolezza metodologica della scienza moderna.

Enzo Campelli è professore ordinario presso Sapienza Università di Roma, dove si occupa di Metodologia delle scienze sociali e di Storia della conoscenza scientifica. È direttore della rivista quadrimestrale Sociologia e Ricerca Sociale e autore di volumi e saggi a carattere metodologico, fra i quali Il metodo e il suo contrario. Sul recupero della problematica del metodo in sociologia (1991), T.S. Kuhn, Come mutano le idee sulla scienza (a cura di, 1999), Da un luogo comune. Introduzione alla metodologia delle scienze sociali (1999, 2009), Il soggetto e la regola. Problemi dell'individuazione in sociologia (2011).

Introduzione
Come le api. Prescrizioni metodologiche di un Lord Cancelliere
(Scientia activa; Mercanti di luce; Liberare la mente, spezzare gli idola; "Non penne e ali, ma piombo e pesi..."; Le procedure)
Sensate esperienze e dimostrazioni necessarie: cronache di una tensione essenziale
(Revisioni e rivoluzioni; Essenze ed esperienze; Il mondo è matematico?; Il caso e la regola; L'ordine del discorso)
Keplero, o dell'armonia
(Un giorno, mentre camminavo lungo un poliedro...; L'attacco al pianeta rosso; Le musiche del mondo)
Filosofia e scienza, scienza e filosofia: Cartesio
(Meccanismo e anima; L'ordine della ragione; Il metodo e il suo discorso; Il teorema di Monsieur Des-Cartes)
Our way is neither short nor easy: Robert Boyle
("Il sapiente è il sostegno del mondo"; Ipotesi corpuscolare e filosofia meccanica; La sperimentazione; La spiegazione e la legge)
Le molte strade per la verità: Isaac Newton
(Il bambino e il mare; Le opere e i giorni; Le Regulae Philosophandi; Il metodo)
Bibliografia.

Collana: Il riccio e la volpe

Argomenti: Epistemologia - Metodologia e tecniche della ricerca sociale

Livello: Saggi, scenari, interventi - Textbook, strumenti didattici

Potrebbero interessarti anche