Le mappe dei concetti nella ricerca sociale

Autori e curatori
Livello
Studi, ricerche. Saggi, scenari, interventi
Dati
pp. 170,      1a edizione  2016   (Codice editore 1120.25)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Le mappe dei concetti nella ricerca sociale
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 20,00
Disponibilità: Limitata


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891742315

In breve

Il volume assume una chiara posizione gnoseologica in merito all’apprendimento, ai linguaggi verbali e iconici e alla ricerca sociale, presenta le principali tecniche di visualizzazione della conoscenza e le loro più recenti applicazioni – legate alla loro digitalizzazione, ma non solo – e offre un manuale tecnico-metodologico per l’uso di questi strumenti nella ricerca non standard, arricchendo ogni passaggio con esempi.

Presentazione del volume

Tutti i giorni, da prima che esistesse la scrittura, gli esseri umani usano strumenti visuali: schemi e diagrammi che li aiutano a orientarsi nella complessità del mondo nonostante i loro limiti di attenzione e di memoria.
Questo libro intende mostrare come, nel corso di un'indagine sociale, una rappresentazione visuale della conoscenza acquisita dal ricercatore, o dal gruppo di lavoro, offra svariati vantaggi metodologici, rafforzi il controllo degli asserti scientifici e, soprattutto, suggerisca nuovi concetti e nuove ipotesi da esplorare.
Ideate in ambito educativo, le mappe concettuali e mentali sono usate da decenni in molti settori disciplinari, seppure talvolta in modo rigido. In contesti complessi, gli strumenti dovrebbero invece essere continuamente adattati agli oggetti e agli obiettivi della conoscenza.
Il volume assume una chiara posizione gnoseologica in merito all'apprendimento, ai linguaggi verbali e iconici e alla ricerca sociale; presenta le principali tecniche di visualizzazione della conoscenza e le loro più recenti applicazioni - legate alla loro digitalizzazione, ma non solo - e offre un manuale tecnico-metodologico per l'uso di questi strumenti nella ricerca non standard, arricchendo ogni passaggio con esempi.

Giulio Vidotto Fonda è sociologo e dottore di ricerca in Metodologia delle scienze sociali. Ricercatore presso l'istituto Swg, cura indagini non standardizzate e analisi testuali su consumi, organizzazioni e web. Autore di altri testi e saggi sociologici e metodologici, per i nostri tipi ha pubblicato il volume Ketamina. Stili di consumo (2013), indagine etnografica svolta con l'ausilio di mappe concettuali.

Indice

Introduzione
La ricerca come apprendimento
(Premessa; Il fenomeno della concettualizzazione; Il linguaggio; L'intreccio tra senso comune e sapere scientifico; L'antico problema dei modelli; Obiettività delle scienze sociali e approccio non-standard)
Pensiero diagrammatologico e scienze sociali
(La diagrammatologia; Significazione dell'esperienza e fondamenti di topografia; Apprendere per comprendere)
La rappresentazione visuale della conoscenza
(Visualizzazione della conoscenza e dell'informazione; Assunti di fondo: dal cognitivismo alle neuroscienze; Il conceptual mapping; Il Mind Mapping; Affinità, divergenze e feticismi)
Limiti e nuovi sviluppi
(I nuovi contesti di apprendimento e ricerca; I limiti delle tecniche originali; Integrare conoscenza e informazione con le mappe digitali; L'estrazione della conoscenza tacita: uno specchio per le allodole)
Mappe, grounded theory e lavoro sul campo
(Mappe e ricerca sociale; La grounded theory costruttivista; Immagini; Attrezzatura da campo)
Analisi e sintesi con le mappe
(Analizzare la base empirica; Analizzare con le mappe; Esperienza personale e proposte applicative)
Conclusioni
Bibliografia
Indice analitico
Indice dei nomi.