Il giudice che guardava al futuro

Gian Paolo Meucci e i diritti dei minori

Autori e curatori
Livello
Studi, ricerche. Textbook, strumenti didattici
Dati
pp. 144,      1a edizione  2017   (Codice editore 249.2.13)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Il giudice che guardava al futuro. Gian Paolo Meucci e i diritti dei minori
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 19,00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891708885

In breve

L’impegno di Gian Paolo Meucci (1919-1986), «l’icona più prestigiosa» di magistrato minorile, Presidente del Tribunale di Firenze tra il 1966 e il 1986, ci restituisce un’esperienza che, sul piano teorico e metodologico, è risultata precorritrice di alcuni principi fondanti del nostro sistema penale minorile, con forti legami e interconnessioni con gli ambiti delle scienze dell’educazione.

Utili Link

Stampatoscana.it Il giudice Meucci e i progetti di abolire i tribunali per i minori… Vedi...
Crotonese Meucci "creatore d'avvenire" (di Iginio Carvelli)… Vedi...

Presentazione del volume

Il volume ripercorre l'opera di Gian Paolo Meucci (1919-1986), Presidente del Tribunale per i minorenni di Firenze tra il 1966 e il 1986. Il suo impegno nel promuovere un profondo rinnovamento della sfera del diritto minorile, fino ad allora contraddistinta dal ricorso alla punizione e alla correzione, lo ha portato a essere considerato "il prototipo più conosciuto", "l'icona più prestigiosa" di magistrato minorile, "antesignano e maestro" di tutti quei giudici che hanno saputo mettere al centro, solo più tardi, i bisogni e i diritti dei minori, contribuendo in questo modo a una più vasta revisione della cultura relativa all'infanzia, all'adolescenza e quindi ai diritti all'educazione, alla vita, all'autonomia, alla socializzazione, alla non-discriminazione. Con particolare attenzione vengono analizzati i rapporti che Meucci ha intrattenuto con alcune figure di spicco della sua epoca, tra le quali don Lorenzo Milani, don Giulio Facibeni, Giorgio La Pira, Alfredo Carlo Moro e Giorgio Battistacci. Riconsiderato a distanza di tre decenni, l'impegno di Gian Paolo Meucci ci restituisce un'esperienza che, sul piano teorico e metodologico, è risultata precorritrice di alcuni principi fondanti del nostro sistema penale minorile, marcando forti interconnessioni con gli ambiti delle scienze dell'educazione.

Rossella Raimondo
, dottore di ricerca in Scienze pedagogiche, è assegnista presso il Dipartimento di Scienze dell'educazione "G.M. Bertin" dell'Università di Bologna. I suoi interessi di ricerca hanno riguardato la storia dei luoghi di internamento, con particolare riferimento alla nascita e allo sviluppo delle case di correzione in Italia e in Inghilterra, e il contributo delle emancipazioniste femminili a favore dell'infanzia traviata e derelitta. Tra le sue pubblicazioni: Discoli incorreggibili. Indagine storico-educativa sulle origini delle case di correzione in Italia e in Inghilterra (Milano 2015); Audaci filantrope e piccoli randagi. Il contributo di Lucy Bartlett, Alessandrina Ravizza e Bice Cammeo a favore dell'infanzia traviata e derelitta (Parma 2016).

Indice

Introduzione
Gian Paolo Meucci nella Firenze del secondo dopoguerra: attività e contatti
(La formazione di Gian Paolo Meucci; L'imprinting facibeniano; Il rapporto con don Lorenzo Milani; Un magistrato tra "caso", scelta e necessità)
Gian Paolo Meucci in educazione
(Da suddito a cittadino: la (ri)scoperta dell'infanzia; Un nuovo giudice per i minori; Delinquenti non si nasce, si diventa; Quale educazione secondo Meucci?)
Il contributo di Meucci nel più ampio progetto di riforma della giustizia penale minorile
(Cultura dei diritti; Evoluzione degli interventi; L'attività pratica)
Riflessioni non conclusive
Appendice
(Allegato 1. Una relazione sulla delinquenza minorile. Senza amore verso i giovani non è possibile la loro rigenerazione, in Il Mattino dell'Italia centrale, 12 maggio 1953; Allegato 2. Maria: la verità dell'innocenza; Allegato 3. Gian Paolo Meucci, Il ruolo del giudice per minori, in Centro internazionale studi famiglia, Delinquenza minorile e comportamenti devianti, Atti del congresso internazionale, Milano, 4-8 maggio 1977; Allegato 4. Sentenza del Tribunale Penale Minorenni di Firenze del 19 gennaio 1977; Allegato 5. Un nuovo modo di essere giudice dei minori in Psicologia e giustizia. Questioni di psicologia giuridica, a cura di Carlo Serra, Giuffrè, Milano, 1980, pp. 249-260)
Riferimenti bibliografici
Indice dei nomi.





Pubblicità