L'Unione Europea e il Mediterraneo.

Interdipendenza politica e rappresentazioni mediatiche (1947-2017)

Contributi
Paolo Acanfora, Raffaello Ares Doro, Agnese Bertolotti, Valeria Deplano, Leila El Houssi, Giovanni Fiorentino, Elio Frescani, Guido Levi, Valentine Lomellini, Arturo Marzano, Marilisa Merolla, Dieter Schlenker
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 236,      1a edizione  2017   (Codice editore 1581.34)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

L'Unione Europea e il Mediterraneo. Interdipendenza politica e rappresentazioni mediatiche (1947-2017)
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 30,00
Disponibilità: Discreta





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 23,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 23,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve

La guerra fredda ha investito la sfera dei mass-media, fino a diventare nell’immaginario di milioni di cittadini la «massima fiction dell’epoca», con espressioni nella fotografia e nel cinema, nella radio e nella televisione. Ne è derivata un’ampia produzione culturale, non ancora incentrata con la necessaria sensibilità sull’integrazione europea e sullo spazio mediterraneo. Allargando l’orizzonte oltre la guerra fredda, nel volume si prospetta un fecondo terreno di confronto metodologico e interdisciplinare tra storici e studiosi dei media, tra UE e Mediterraneo.

Presentazione del volume

Gli studi più recenti hanno indagato le dinamiche culturali transnazionali, con attenzione alle immagini e alle percezioni veicolate da linguaggi audiovisivi e circuiti mediatici. Le ricerche sulla guerra fredda hanno rimarcato le connessioni con l'integrazione europea e la decolonizzazione, tra interdipendenza politica e rappresentazioni mediatiche.
La guerra fredda ha investito la sfera dei mass-media, fino a diventare nell'immaginario di milioni di cittadini la "massima fiction dell'epoca", con espressioni nella fotografia e nel cinema, nella radio e nella televisione. Ne è derivata un'ampia produzione culturale, non ancora incentrata con la necessaria sensibilità sull'integrazione europea e sullo spazio mediterraneo.
Occorre allora fare interagire "potenza e cultura, geopolitica ed ideologia", fino a "cogliere l'evoluzione degli aspetti intangibili, eppure così importanti, costituiti dall'immaginario di cui la guerra fredda si nutrì, e che essa a sua volta alimentò in abbondanza" (F. Romero).
Allargando l'orizzonte oltre la guerra fredda, nel volume si prospetta un fecondo terreno di confronto metodologico e interdisciplinare tra storici e studiosi dei media, tra UE e Mediterraneo.

Sante Cruciani è ricercatore a tempo determinato in Storia delle relazioni internazionali all'Università della Tuscia. Tra le sue pubblicazioni: L'Europa delle sinistre. La nascita del Mercato comune europeo attraverso i casi francese e italiano (1955-1957), Carocci, 2007; Passioni politiche in tempo di guerra fredda. La Repubblica di San Marino e l'Italia repubblicana tra storia nazionale e relazioni internazionali (1945-1957), Università di San Marino, 2010. Ha curato i volumi: Bruno Trentin e la sinistra italiana e francese, École Française de Rome, 2012; Il socialismo europeo e il processo di integrazione. Dai Trattati di Roma alla crisi politica dell'Unione (1957-2016), FrancoAngeli, 2016, e (con M. Ridolfi) L'Unione Europea e il Mediterraneo. Relazioni internazionali, crisi politiche e regionali (1947-2016), FrancoAngeli, 2017. È condirettore della rivista digitale www.officinadellastoria.eu.

Maurizio Ridolfi è professore ordinario di Storia contemporanea all'Università della Tuscia. Tra le sue pubblicazioni più recenti: Italia a colori. Storia delle passioni politiche dalla caduta del fascismo ad oggi, Le Monnier, 2015; Verso la public history. Fare e raccontare storia nel tempo presente, Pacini, 2017. Ha curato i volumi: Destre e Sinistre. Le culture politiche del Novecento nell'Europa mediterranea (in "Memoria e Ricerca", n. 41, 2012); (con A. Varsori), Italy in the world. Immagini e percezioni nelle relazioni transnazionali (in "Memoria eRicerca", n. 52, 2016); (con S. Cruciani) L'Unione Europea e il Mediterraneo. Relazioni internazionali, crisi politiche e regionali (1947-2016) FrancoAngeli, 2017. Dal 1993 coordina (con F. Conti) la direzione scientifica di "Memoria e Ricerca", rivista quadrimestrale di storia contemporanea.

Indice

Maurizio Ridolfi, Introduzione
Paolo Acanfora,
L'Italia tra Europa e Mediterraneo: il discorso pubblico e la propaganda politica della Democrazia Cristiana (1948-1958)
Marilisa Merolla, "The Sixty Fleet Band". Suoni e ritmi del modello americano tra Europa e Mediterraneo
Valeria Deplano,
Il mondo che cambia. Decolonizzazione e nuova idea d'Europa nella narrazione dei media italiani (1950-1962)
Elio Frescani,
L'Europa, il Mediterraneo e "le vie del petrolio": il caso di studio della sezione cinematografica dell'Eni
Guido Levi,
L'ingresso della Spagna nella Cee e le politiche mediterranee
Raffaello Ares Doro, L'Italia, la Cee e la Guerra del Golfo: dalle televisioni nazionali alla nascita di Euronews (1990-1992)
Valentine Lomellini,
L'Europa nelle culture politiche italiane tra la "Prima" e la "Seconda" Repubblica: tracce di una ricerca
Giovanni Fiorentino,
L'occhio che uccide. La fotografi a e la guerra tra Europa e Mediterraneo
Agnese Bertolotti,
Da una sponda all'altra: le donne e il Mediterraneo attraverso il cinema
Leila El Houssi,
L'Unione Europea e il Mediterraneo dopo le rivolte arabe
Arturo Marzano,
L'Unione Europea e la "rimozione" del conflitto israelo-palestinese
Dieter Schlenker, La Sicilia in Europa - L'Europa in Sicilia: l'Unione Europea e il Mediterraneo nel mondo globale
Gli autori
Indice dei nomi.