Téchne e poíesis

Cultura tecnologica ed elaborazione esecutiva del progetto

Autori e curatori
Livello
Textbook, strumenti didattici
Dati
pp. 182,      1a edizione  2018   (Codice editore 1330.111)

Téchne e poíesis. Cultura tecnologica ed elaborazione esecutiva del progetto
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 24,00
Disponibilità: Buona


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891780577

In breve

Il volume esamina l’elaborazione esecutiva del progetto di architettura attraverso l’apporto e il trasferimento di una serie di riferimenti di tipo filosofico, antropologico ed epistemologico, rivolti a sostenere e a legittimare le procedure di conoscenza e di azione nei confronti della realtà produttiva e costruttiva.

Presentazione del volume

Lo studio esamina l'elaborazione esecutiva del progetto di architettura attraverso l'apporto e il trasferimento di una serie di riferimenti di tipo filosofico, antropologico ed epistemologico, rivolti a sostenere e a legittimare le procedure di conoscenza e di azione nei confronti della realtà produttiva e costruttiva. Lo studio, inquadrato all'interno del contesto scientifico della tecnologia dell'architettura, considera lo sviluppo del progetto come "atto trasformativo", come "procedimento tecnologico" e di "previsione calcolante", orientato alle pratiche di "riproduzione artificiale" dell'effettiva realizzazione dell'organismo architettonico e delle sue parti. La formulazione esecutiva del progetto è affrontata con il contributo dell'ambito, concettuale e operativo, definito dalla tecnica e, in particolare, nel richiamo al pensiero intorno alla téchne: questo in accordo alla messa in atto sia della funzione "finalistica" e della "previsionalità razionale" (dirette a organizzare e ad anticipare le fasi produttive e costruttive), sia della "propensione poietica" applicata alla cultura tecnologica e al sapere pratico-strumentale. Lo studio analizza il progetto esecutivo secondo i criteri di proiezione e di spiegazione della "trama della realtà" (con carattere "rivelativo" e "disvelante", teso al superamento della presa visione diretta ed empirica), per mezzo dei processi di "schematizzazione", di "modellazione" e di "formalizzazione codificata" (intesi verso la "trascendenza formale" e l'opera di "presentificazione", quale attività di tipo "poietico"). L'analisi indaga la costituzione degli elaborati progettuali, espressi quali "schemi d'azione" in grado di esplicitare la "sperimentazione" e il controllo indiretto della realizzazione dell'architettura, per mezzo della "previsione esplorativa" protesa verso la strutturazione della realtà, configurata in modo manipolabile: questo tramite la concezione dei "modelli" esecutivi quali dispositivi tecnici capaci di interpretare e di comprendere i contenuti di ordine produttivo e costruttivo.
La disamina, poi, approfondisce la rappresentazione esecutiva rispetto alle modalità di "ridescrizione metaforica" della realtà, al fine di determinare i criteri di comprensione e di "interazione" nei confronti dei contenuti e dei dati del progetto (in merito alle proprietà e alle relazioni da parte dei sistemi costruttivi, dei componenti, degli elementi tecnici e dei materiali).

Massimiliano Nastri, professore aggregato e ricercatore in Tecnologia dell'architettura presso il politecnico di Milano (dove collabora all'interno del saperLab presso il Dipartimento di Architettura, ingegneria delle costruzioni e Ambiente costruito - ABc), dottore di ricerca in Innovazione tecnica e progetto nell'architettura (1999), sviluppa la propria attività scientifica e applicata rispetto alla progettazione esecutiva dell'architettura e alla elaborazione della serramentistica e dei sistemi costruttivi di involucro di tipo evoluto. pubblica i libri: Introduzione al design vibro-acustico (1997; tradotto in Grecia, 1998), Technítes. Elaborazioni didattiche sul progetto esecutivo (2002), Involucro e architettura (2008), Téchne e progetto esecutivo (2008), La costruzione dell'architettura. Strumenti e procedure operative per l'elaborazione tecnica del progetto (2009), La realtà del progetto (2009).

Indice

Inquadramento scientifico e metodologico
L'elaborazione esecutiva del progetto e la tecnologia dell'architettura
(La cultura tecnologica e la formulazione esecutiva del progetto di architettura; Riferimenti bibliografici; La concezione teorica e strumentale della progettazione esecutiva dell'architettura; Riferimenti bibliografici; Lo sviluppo esecutivo del progetto e la strutturazione della tecnica; Riferimenti bibliografici; Lo sviluppo esecutivo del progetto e le procedure di conoscenza e di azione all'interno della realtà; Riferimenti bibliografici)
L'elaborazione esecutiva del progetto e l'apporto ermeneutico della tecnica
(L'elaborazione esecutiva del progetto secondo l'opera di "mediazione" e di "disvelamento" verso la realtà; L'elaborazione esecutiva del progetto secondo la funzione "finalistica" e la "previsionalità razionale"; L'elaborazione esecutiva del progetto secondo la definizione dei criteri tecnico-operativi e pratico-strumentali; L'elaborazione esecutiva del progetto secondo l'opera compositiva degli apparati "causali" e costruttivi dell'architettura; Riferimenti bibliografici)
L'elaborazione esecutiva del progetto e le procedure di modellazione della realtà
(L'elaborazione esecutiva del progetto quale pratica di "oggettivazione" e di "presentificazione"; L'elaborazione esecutiva del progetto quale pratica di "trascendenza" e di "costruzione" della realtà; L'elaborazione esecutiva del progetto quale pratica "finzionale" e "poietica"; Riferimenti bibliografici)
L'elaborazione esecutiva del progetto e le procedure di simulazione della realtà
(L'elaborazione esecutiva del progetto quale pratica esplorativa e previsionale; L'elaborazione esecutiva del progetto quale pratica di "modellazione"; Riferimenti bibliografici)
Le pratiche di modellazione e di simulazione della realtà. Apparato iconografico.








newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi