Le nostre spedizioni verranno sospese per la pausa estiva dal 27 luglio al 21 agosto (inclusi). Buone vacanze!
Genio e follia 2.0

Liliana Dell'Osso, Primo Lorenzi

Genio e follia 2.0

Il complesso rapporto fra spettro autistico e competenze eccezionali

Uno strumento di approfondimento per neuroscienziati, psicologi, psichiatri, neuropsichiatri e operatori dell’area psicologica. Indagando le figure del genio e del folle, il volume offre uno spaccato sull’eccezionalità umana, su quelle esistenze “al margine” ove si trovano concentrati, talvolta anche contemporaneamente, i vertici e gli abissi del nostro esistere.

Edizione a stampa

20,00

Pagine: 152

ISBN: 9788891780911

Edizione: 1a edizione 2019

Codice editore: 1210.1.7

Disponibilità: Buona

Perché il genio e il folle sono stati sempre avvicinati fino a costituire un topos dell'immaginario collettivo? C'è una conferma scientifica per questo accostamento? E su che basi si può spiegare?
Questi i quesiti su cui gli Autori si interrogano e a cui cercano di dare risposta.
Il libro è dunque un saggio sull'eccezionalità umana, su quelle esistenze "al margine" ove si trovano concentrati, talvolta anche in contemporanea, i vertici e gli abissi del nostro esistere. L'eccezionalità geniale viene seguita in molte delle sue ricadute figurali: dall'eroe del mondo antico, al santo medioevale, al genio del Rinascimento, ai leader carismatici della contemporaneità. Sempre cercando di evidenziare lo stretto connettersi con variegate declinazioni psicopatologiche e con altre figure dell'eccezionalità umana come quella dell'ipodotato e del delinquente.
Fenotipi diversi, ma tutti riconducibili a un'area matriciale comune testimoniata, per il genio e il folle, da un più facile accesso a forme di pensiero divergente: più originale, più inconsueto, più aperto alla creatività, ma anche alla bizzarria, alle anomalie comportamentali, alla psicopatologia. La premessa neurobiologica del pensiero divergente viene individuata in una neuroatipia, clinicamente riconducibile ad una "dimensione autistica". Condizione che è "tara" ed insieme condanna e dono. Un primum movens che costituisce un requisito necessario, ancorché non sufficiente, sia per l'approdo geniale che folle.
La scelta del percorso si può rinvenire nella qualità e quantità della dimensione autistica coinvolta, ma anche nella relazione con l'ambiente, capace di promuovere, modulare, reprimere, sanzionare quella che, nel suo nucleo, è solo un modo diverso di rappresentare sé stessi e la realtà. Il volume si propone come strumento di approfondimento per neuroscienziati, psicologi, psichiatri, neuropsichiatri, operatori dell'area psicologica.

Liliana Dell'Osso, professore ordinario e direttore della clinica psichiatrica dell'Università di Pisa. Autrice di oltre 800 pubblicazioni su riviste scientifiche, ha pubblicato i seguenti saggi: L'altra Marilyn. Psichiatria e psicoanalisi di un Cold case (Le Lettere, 2016); L'abisso negli occhi. Lo sguardo femminile nel mito e nell'arte (ETS, 2016); L'insopportabile genio. Il caso Coco Chanel (Giunti, 2018); con P. Lorenzi, L'ombra dell'autismo. Declinazioni cliniche e psicopatologiche dello spettro autistico sottosoglia (Angeli, 2018).

Primo Lorenzi, psichiatra e psicoterapeuta. Ha lavorato e insegnato presso la clinica psichiatrica dell'Università di Firenze e attualmente è docente a contratto presso l'Università di Pisa. Ha pubblicato: con A. Pazzagli, Le Psicosi Bianche (Angeli, 2008); Margini (Angeli, 2013); Matti e Mattoidi (SEID, 2015); con L. Dell'Osso, L'ombra dell'autismo. Declinazioni cliniche e psicopatologiche dello spettro autistico sottosoglia (Angeli, 2018).

Mario Maj, Prefazione
Introduzione
Esistenze eccezionali: geni ed eroi
(Genio: un ritratto in piedi; Genio e eroe; Eroi del mito; Eroi in caduta; La caduta di Edipo; Heracle)
Genio e follia: le evidenze aneddotiche
(Vox popoli, vox dei?; Eroi, santi, geni; Il Pontormo, genio del Rinascimento; "Quell'uomo schivo che sta in fondo alla via Fondazza"; "Quel mattaccio" del Sodoma; Il genio di Salisburgo)
Primi sguardi psichiatrici: da Lombroso a Terman
(Cesare Lombroso: "Genio e follia 1.0"; La teoria della neurodegenerazione; La follia fra genialità e creatività; La creatività è una dimensione o una categoria?)
La mente "creativa"
(Il creativo; La perplessità; Il pensiero divergente; Pensiero divergente e disturbi mentali; Quando il pensiero divergente diventa geniale?)
Idiots savants e savant syndrome
("Debolezza" intellettiva e Defekt psicotico; La Sindrome dei savants; Un cammino comune)
Lo spettro autistico nel tormentato rapporto fra genio e follia
(Autismo infantile, autismo dell'adulto e spettro autistico sottosoglia; Spettro autistico e altri disturbi mentali; Lo spettro autistico sottosoglia fra genio e follia; Spettro autistico e competenze eccezionali)
La "ruminazione" mentale fra genio e follia
(La ruminazione mentale; La ruminazione mentale fra spettro autistico e eventi di vita; Ruminazione mentale e creatività; Il trauma, il danno, il dono)
Lo Zeitstiel ovvero la "modulazione ambientale"
(Lo spirito del tempo; Modulabiltà ambientale; Utilità (fruibilità) pratica; Effetti del trattamento sul genio)
Il genio criminale e il genio del crimine
(Una via comune; La costruzione dell'altro da sé; Lo psicopatico fra eccezionalità e limite; Storie di "mostri": i casi Fiesoli e Viti; Geni criminali, geni del crimine o altro ancora? Il caso Steve Jobs)
"C'è del genio in questo matto": genio e dimensione tragica
(Il "tragico"; Identità tragica; La rappresentazione del pensiero divergente)
Considerazioni conclusive
Intervista impossibile a Sigmund Freud
Angelo Gemignani, Postfazione
Bibliografia essenziale.

Contributi: Angelo Gemignani, Mario Maj

Collana: Psichiatria, neuroscienze e medicina

Argomenti: Psichiatria, neuropsichiatria, neuroscienze, psicofisiologia, psicobiologia - Psicopatologie e tecniche per l'intervento clinico

Livello: Testi per psicologi clinici, psicoterapeuti

Potrebbero interessarti anche